Tecnologia

Una app per donare farmaci via smartphone a chi ne ha bisogno

banca farmaceutico

Una app per donare farmaci via smartphone a chi ne ha bisogno

Una app che permette di donare “just in time” medicinali dal proprio smartphone, tablet o pc tramite carta di credito a chi non può acquistarli per curarsi, contribuendo così alla lotta contro la povertà sanitaria. È “DoLine”, l’applicazione collegata a una piattaforma web che nasce dall’esperienza del Banco Farmaceutico nel campo della raccolta e distribuzione di farmaci, insieme alla volontà di Fondazione Telecom Italia di realizzare progetti innovativi a supporto dei nuovi bisogni della società.

Una volta scaricata l’app, una interfaccia intuitiva permetterà di individuare il farmaco da donare e l’ente beneficiario - un ente caritativo o lo stesso Banco Farmaceutico che provvederà a indirizzarlo a chi ne farà richiesta. Sarà poi il Banco a coinvolgere le farmacie tra quelle aderenti al sistema al fine di raccogliere l’ordine e mettere a disposizione il farmaco all’ente prescelto.

La piena tracciabilità del farmaco dall’acquisto fino alla sua consegna sarà possibile grazie all’integrazione dell’applicazione con BFOnline, la piattaforma gestionale dal Banca Farmaceutico che raccoglie oltre 1600 enti assistenziali convenzionati e 3365 farmacie associate. L’applicazione rappresenta, inoltre, un importante strumento per rispondere prontamente alla richiesta di medicinali in caso di emergenze sanitarie nazionali e internazionali a seguito di eventi come ad esempio calamità naturali o guerre.

La prima campagna sostenuta da DoLine sarà quella lanciata oggi per la raccolta farmaci destinata ai profughi accolti durante gli ultimi mesi dagli enti assistenziali italiani e all’estero. Nel corso dell’anno saranno poi lanciate nuove campagne specifiche in risposta alle emergenze sanitarie del momento. Con questa app, Banco Farmaceutico potrà ricevere donazioni tutto l’anno.

“In Italia ogni anno servono oltre tre milioni di confezioni di farmaci per persone in stato di necessità che non possono curarsi - ha spiegato Marcella Logli, direttore geenrale di Fondazione Telecom Italia -. Il progetto DoLine permetterà di raggiungere fino a 33mila donatori che attraverso una app potranno donare almeno 50mila farmaci da destinare a enti caritatevoli o emergenze sanitarie”.

© Riproduzione riservata