Tecnologia

TomTom Spark, ecco come va il nuovo multisport da polso

Hi tech / Prove

TomTom Spark, ecco come va il nuovo multisport da polso

Il TomTom Spark è un orologio digitale multifunzione che attirerà la curiosità di chi pratica più sport e ne vuole tenere tracciati i valori. Un Gps multisport con cardio integrato (senza fascia) e lettore Mp3. Provato per circa un mese, è stato possibile rilevarne pregi e difetti. Tutte le funzioni si controllano con un grosso “pulsante” posto sotto lo schermo. Cliccando nelle quattro direzioni si attivano le quattro macro funzioni. In alto la musica, a destra lo sport, in basso le impostazioni e a sinistra il contapassi/calorie. Ogni macro funzione contiene poi diversi livelli di approfondimento.

Il manuale
Quello fornito con la confezione non è particolarmente generoso di informazioni, ma esistono validi tutorial video consultabili online.

Le funzioni
Fra le funzioni più importanti, sono da ricordare: rilevazione della frequenza cardiaca dal polso (quindi senza fascia cardio), possibilità di caricare playlist in mp3 e ascoltarle tramite auricoli bluetooth, contapassi e contacalorie automatico, rilevazione delle ore di sonno, personalizzazione nella rilevazione dei valori di 6 diversi sport, fra cui il nuoto.

Le interfacce
Una volta installate le app dedicate, i dati immagazzinati possono essere riversati su pc con il cavo in dotazione (che serve anche per ricarica usb), o su smartphone via bluetooth. Ma se su pc il passaggio dei dati è sempre avvenuto agevolmente, il colloquio con lo smartphone pare ancora migliorabile. Per vedere i dati su pc bisogna creare un account sul sito dedicato TomTom, mentre per vederli su smartphone va scaricata l'app gratuita “MySports”. L'interfaccia è molto ben leggibile, essenziale e chiara. Oltre ai dati delle singole attività, è possibile visualizzare riepiloghi temporali (per esempio ogni settimana) o per tipologia di sport. (Vedi gallery fotografica)

Su due ruote
Prima di utilizzare lo Spark per pedalare va settata la dimensione della ruota una volta sola. Poi attivato la funzione “In bici” ed atteso il segnal gps, si fa partire la rilevazione. Vengono registrati i valori necessari, ovvero: distanza, tempo, calorie, velocità, altitudine e frequenza cardiaca. Con la possibilità di rilevazioni parziali sul tempo (per esempio ogni ora) o sullo spazio (per esempio ogni 5 chilometri). Una volta scaricati, i dati vengono visualizzati attraverso un'interfaccia ben riuscita.

Si troverà la mappa del tracciato percorso, i sei valori sopracitati, i valori parziali e un grafico personalizzabile con l'andamento di velocità, frequenza cardio, altitudine. Quest'ultimo valore è apparso non sempre affidabile confrontandolo con strumenti dedicati, ma è di pubblico dominio la convinzione che sia il dato più difficilmente quantificabile. E’ possibile scaricare l’ultima traccia percorsa in formato gpx, per poterla riutilizzare o girare agli amici, attraverso l’interfaccia che appare quando si collega l’orologio al pc. Importante ricordarsi di far terminare la registrazione dei dati una volta giunti all'arrivo, altrimenti lo Spark continuerà a registrare le percorrenze (magari dopo aver caricato la due ruote sull'auto o sul treno).

In palestra
Se invece si svolge attività fisica in palestra, l'orologio monitora continuamente la frequenza cardiaca, in modo da sapere quando poter “osare”. In questo senso è importante inserire le corrette informazioni personali di età e peso. Durante l'attività, sullo schermo dell'orologio appare un piccolo grafico a barre che riassume l'andamento della frequenza cardiaca, mentre una volta scaricati i dati su pc o smartphone, si vede l'andamento di tutto l'allenamento e le relative calorie bruciate.

Gli altri sport
Oltre alla bici e alla palestra, sono rilevabili, con funzionalità sviluppate ad hoc, l'immancabile corsa, il nuoto, il tapis roulant e l'allenamento al chiuso in bici.
Un cronometro, con parziali in abbondanza, completa le funzioni sportive.

Contapassi/contacalorie
Automaticamente l'orologio rileva i passi giornalieri, settimanali e mensili, confrontandoli con gli obiettivi ritenuti coerenti con il proprio profilo di età e peso.
Effettua poi una conversione con le calorie bruciate e le distanze percorse. Se si è interessati ad avere rilevazioni confrontabili, il TomTom Spark va chiaramente indossato in maniera continuativa. In questo senso la schermata che riporta a grandi cifre l'ora e soprattutto il look minimalista non troppo aggressivo dell'orologio, sono da leggere positivamente.

Cardio
Infine se vogliamo capire quanto ci fa battere il cuore quella ragazza che incrociamo tutte le mattine al parco, è sufficiente scorrere le funzioni su impostazioni/sensori/cuore ed aspettare il responso dei bpm (battiti al minuto). Così la mattina dopo avremo un argomento con cui iniziare a correre insieme…

TomTom Spark Cardio+ Music
249 euro (con 3 giga di musica già caricati, senza auricolari bluetooth)

© Riproduzione riservata