Tecnologia

UK Italy Business Awards, ecco le startup vincitrici

startup

UK Italy Business Awards, ecco le startup vincitrici

  • –di G.Rus

Va in scena oggi la nona edizione degli UK-Italy Business Awards, evento con il quale il governo britannico e l'agenzia UK Trade & Investment premiano le aziende italiane che più si sono distinte quali esempi di eccellenza in differenti settori. Il tratto che accomuna le startup e alcuni marchi affermati dell'imprenditorialità italiana selezionati come vincenti è quello di aver scelto il Regno Unito come punto di partenza per la propria espansione internazionale.

Evento nell'evento è la consegna degli UK-Italy Innovation Awards, riconoscimento che va alle nuove imprese italiane che durante il 2015 hanno partecipato alle più importanti competizioni in tema di innovazione. Le startup premiate quest'anno con gli Entrepreneurship Award sono Diamante (life sciences), Safen (ingegneria meccatronica) e Granhub (nano tecnologie basate su grafene), mentre gli Springboard Award se li sono aggiudicati Mobysign (sistemi di mobile payment), Cleafy (fintech) e Solo (sistemi di pagamento digitali).

I Business Awards sono andati ad aziende già affermate in diverse industry. Abaco, insignita dell'Agritech Award, è una società nata nel 1990 che opera nel campo dei sistemi informativi per la conoscenza e la gestione del territorio e la sua missione si è concretizzata prima nello sviluppo di tecnologie software di geolocalizzaione e di mapping e successivamente alla realizzazion di soluzioni innovative applicate in settori specifici come il catasto e il patrimonio immobiliare e per il controllo dell'utilizzo del suolo agricolo ed urbano. Oggi la società opera su scala europea ed internazionale con un vero e proprio sistema Erp dedicato alle risorse territoriali e denominato Siti Trp (Territory Resource Planning) e dal 2013, dopo aver firmato un importante contratto con il Department for Environment, Food & Rural Affairs inglese, opera con una propria filiale nel Regno Unito.
Exor, la finanziaria controllata dalla famiglia Agnelli (nata dalla fusione fra Ifi, Istituto Finanziario Italiano, e Ifil), e Gruppo Prada sono state premiate rispettivamente con l'Investor of the Year Award e il Manufacturing Award, la prima per aver investito 405 milioni di euro per portare dal 4,7% al 43 4% la sua partecipazione nell'editore The Economist Group e la seconda per aver valorizzato su scala globale il marchio Church e contribuito a un piano di sviluppo industriale che porterà alla creazione di circa 150 nuovi posti di lavoro. Altro marchio italiano da esportazione è sicuramente Scavolini, cui è andato il Market Entrant Award per l'apertura (a gennaio 2015) di una filiale nel Regno Unito e la successiva inaugurazione del suo primo store monomarca a Londra.

Il Digital Economy Award se l'è aggiudicato Yoox Net-A-Porter Group, realtà che nasce nel 2015 dal matrimonio anglo italiano fra The Net-A-Porter Group, uno dei principali retailer online a livello mondiale nel settore dei beni lusso e Yoox Group, nome storico e di successo dell'e-commerce made in Italy. La nuova società che ha preso vita è oggi un riferimento assoluto per il “luxury fashion” in chiave digitale, con oltre due milioni di clienti attivi, 24 milioni di visitatori unici mensili in tutto il mondo) e ricavi netti aggregati pari a 1,3 miliardi di euro (bilancio 2014). Nome meno noto al grande pubblico è quindi quello di Green Network, azienda nata da zero nel 2003 e oggi fra i maggiori fornitori di elettricità e gas in Italia, con 200mila clienti, 200 dipendenti e un fatturato di oltre due miliardi di euro. Il Green Economy Award che ha ricevuto si spiega con l'attività intrapresa a partire da inizio 2014 a Londra e il progetto di diventare fornitore per gli utenti finali nel Regno Unito, diventando quindi la prima impresa italiana a entrare nel mercato inglese dell'energia.
Alle aziende più dinamiche e in procinto di internazionalizzare il loro business, tutte facenti parte del programma Elite di Borsa Italiana-London Stock Exchange Group, sono andati invece gli Elite Awards. A meritarselo sono sono realtà come Golden Goose Deluxe Brand, che aprirà a marzo il suo primo flagship store a Londra, Industrie De Nora, azienda specializzata nel campo delle tecnologie elettrochimiche e partner strategico della britannica Severn Trent da cui ha acquisito l'anno passato la divisione Water Purification). Prossime alla quotazione in Borsa e anch'esse premiate sono Raccortubi Group, che a fine 2015 ha acquisito Norsk Alloy (società di distribuzione con sede ad Aberdeen) e costituito la filiale inglese a Londra, e Valvitalia, Gruppo attivo nel campo delle apparecchiature destinate all'industria petrolchimica e della produzione di energia elettrica che nel 2010 assorbiva una delle principali aziende inglesi produttrici di valvole (Broady Flow Control). A completare il sestetto di aziende premiate con gli Elite Awards c'è infine Gruppo Viasat, azienda attiva nel mercato della telematica satellitare che nel 2014 completava l'acquisizione del 70% delle azioni della società di diritto britannico Enigma Telematics (specializzata nei servizi di fleet management)e fa di Londra il centro strategico per lo sviluppo del business su scala internazionale.

© Riproduzione riservata