Tecnologia

Nadella: i bot sono le app del futuro. Da Windows 10 all'Xbox,…

Microsoft

Nadella: i bot sono le app del futuro. Da Windows 10 all'Xbox, tutte le novità annunciate al Build

 Satya Nadella
Satya Nadella

SAN FRANCISCO - Doveva essere la mattina delle conferme. È stato così, con qualche sorpresa in più e una buona dose di aggiornamenti tecnici per la galassia dei developer Microsoft. L'edizione 2016 del Build, la tre giorni di San Francisco per gli sviluppatori della casa di Redmond, è stata inaugurata da un keynote ricco di ufficializzazioni sui temi già anticipati dai rumour degli scorsi giorni: dall'annuncio dei nuovi numeri Windows 10 alla sua espansione Anniversary Update, dal via alla spedizioni degli occhiali di realtà aumentata HoloLens alle ultime conquiste della intelligenza artificiale.

Satya Nadella, Ceo del colosso di Redmond, ha insistito sul concetto fin dalle battute iniziali: il ruolo delle tecnologie (e di Microsoft) è di «infondere intelligenza» negli oggetti, in riferimento allo sviluppo del business dell'Internet of things cavalcato in maniera poderosa proprio da Microsoft. Ma andiamo con ordine.

I numeri (e le novità) di Windows 10
Il ghiaccio è stato rotto con le novità di Windows 10, l'ultima creatura. Terry Myerson, Executive Vice President, Windows and Devices Group, ha rivelato che il sistema operativo ha raggiunto quota 270 milioni di utenti attivi, con oltre un milione di domande rivolte ogni giorno all'assistente digitale Cortana. Un balzo di 70 milioni rispetto alle ultime cifre annunciate a un gennaio, per un ritmo di crescita che «supera del 145%» quello registrato, ai tempi, da Windows 7. Svelato anche il nome dell'espansione che era attesa, fino ad oggi, con il nome di Redstone: l'aggiornamento si chiamerà Anniversary Update e sarà lanciato entro l'estate, a costo zero per tutti gli utenti di Windows 10. Punti di innovazione? Windows Hello, il sistema che permette di “loggarsi” con le impronte digitali o una fotografia, sarà integrato al browser Microsoft Edge. La collaborazione con Canonical, l'azienda sviluppatrice di Ubuntu, permetterà l'arrivo della shell Bash su Windows 10. Infine, miglioramenti in arrivo anche per Cortana: tra i passi in avanti rivelati oggi c'è la possibilità di fare uso del servizio senza sbloccare il dispositivo e l'integrazione con Skype.

Sul fronte della scrittura la scena è stata dominata da Windows Ink, un sistema di supporto per la penna digitale che potenzia le funzionalità della “scrittura del futuro”. Tra le prime piattaforme abilitate ci saranno Adobe, la suite di Office e le mappe, con tanto di alcune funzioni ad hoc come la possibilità di tracciare una linea tra due punti localizzati e ricavare la distanza esatta.

Xbox come kit di sviluppo
Per il capitolo gaming, il capo della divisione Xbox Phil Spencer ha annunciato che Xbox One potrà trasformarsi in un “kit per sviluppatori” (Xbox dev mod). In altre parole, qualsiasi utente in possesso della console può sviluppare un videogame senza bisogno del kit professionale richiesto in precedenza. Con Anniversary Update, inoltre, arriveranno anche Cortana e l'unificazione degli store.

La giornata di HoloLens
È stata (anche) la giornata di HoloLens, gli “occhiali” per la realtà aumentata sviluppati da Microsoft. Questa mattina è stato annunciato il via alle prime spedizioni del kit, per il prezzo iniziale di 3mila dollari. Si tratta di una vendita limitata ai soli sviluppatori di Stati Uniti e Canada, ma il lancio ha permesso di fare un primo quadro sulle funzionalità del dispositivo. Dagli obiettivi più futuristici, come la collaborazione con la Nasa, alle applicazioni per gli ambiti di biomedicale e automotive.

Nadella: i bot sono le nuove app
Il salto in avanti, però, è scattato soprattutto con l'annuncio di Nadella sui progetti in corso in ambito Bot (i programmi che permettono di svolgere operazioni in automatico). «I bot sono le nuove app», ha dichiarato il Ceo. Tra i primi esperimenti c'è l'integrazione con Skype, segnata dall'arrivo di un inedito Sdk (source development kit, i pacchetti di sviluppo per applicazione) per la creazione di un “chatbot” personale. Tra le funzioni che si potranno svolgere con il sistema, accessibile anche nella versione mobile di app, ci sono scadenze pratiche come la prenotazione di un volo. Oggi è stato mostrato l'esempio di un bot capace di ordinare una pizza dalla catena Domino in risposta a un messaggio istantaneo generico.

© Riproduzione riservata