Tecnologia

Google lancia Phone e «risuscita» la linea fissa

telefonia

Google lancia Phone e «risuscita» la linea fissa

Il telefono fisso è passato di moda? L'esplosione della tecnologia mobile lo ha travolto e seppellito per sempre? Non proprio, a quanto pare. E non è un fatto di statistiche, di percentuali e proiezioni, ma di investimenti. Con una mossa che ha spiazzato un po' gli analisti, qualche ora fa Google ha annunciato il suo progetto Fiber Phone (qui il post ufficiale). Un'idea interamente basata sulla linea telefonica fissa che riporta il buon telefono di casa al centro della comunicazione. Perché per stessa ammissione di John Shriver-Blake, product manager di Google Fiber, la linea fissa è tutt'altro che morta e svolge un ruolo importantissimo in ambito familiare. «Che si tratti di chiamare mamma o ordinare la cena – ha scritto Shriver-Blake – utilizziamo i nostri telefoni per raggiungere le persone e le cose che contano. E mentre i telefoni cellulari ci hanno spinto verso il futuro, il servizio di telefonia fissa è ancora importante per molte famiglie. Per questo stiamo introducendo questa nuova opzione per aiutarvi a rimanere in contatto ovunque ci si trovi». Così un titano dell'hi-tech, tra l'altro proprietario di Android (sistema operativo per device mobile più diffuso al mondo) investe nella linea telefonica fissa.

Va chiarito subito che per quanto la firma sia quella di Google, la portata progettuale è abbastanza ridotta. Da qualche anno, infatti, Big G ha iniziato a cablare alcune città americane offrendo il suo servizio di fibra ottica: Google Fiber, appunto. Connessioni superveloci (fino a 1000 Mbps) già disponibili in quattro centri - Austin, Kansas City, Provo e Atlanta - e in fase di realizzazione a San Francisco, San Antonio e Salt Lake City. Ma le intenzioni, più volte ribadite a Mountain View, sono quelle di espandersi. Google non ha mai nascosto di voler entrare con prepotenza nel mercato delle Tlc, ed è stato paventato più volte un approdo sul territorio europeo e italiano, magari attraverso l'acquisizione di qualche compagnia esistente. Intanto Big G ha aggiunto il telefono fisso alla fibra, che poi in realtà è ciò che fanno la maggior parte dei service provider.

Il Google Fiber Phone è un servizio dedicato ai clienti di Google Fiber e costa 10 dollari mensili (in aggiunta ai 70 che già si pagano per la fibra), e prevede chiamate illimitate in tutti gli Stati Uniti. Il servizio è interamente basato su tecnologia Cloud, e questo consentirà una specie di portabilità del telefono fisso, dato che sarà possibile utilizzare il numero di casa su qualsiasi device mobile: dallo smartphone al tablet al laptop. Un po' retrò e un po' futuro, insomma. Vedremo se funzionerà.

© Riproduzione riservata