Tecnologia

Facebook e Warner Music lanciano Slideshow: musica d'autore per i video…

musica & social

Facebook e Warner Music lanciano Slideshow: musica d'autore per i video degli utenti

Foto Ap
Foto Ap

Il presente (e l'unico futuro possibile) dell'industria della musica è il web. Il futuro (o meglio: uno dei futuri possibili) del web è nell'utilizzo dei contenuti video. Da oltre oceano arriva notizia di un accordo commerciale che terrebbe insieme entrambi gli scenari: Facebook, primo social network al mondo, avrebbe sottoscritto un deal con Warner Music Group, terza major del mercato discografico globale, in vista del lancio di un innovativo servizio che permetterà agli utenti della piattaforma di creare video e gallery fotografiche animate con brani di artisti della scuderia scudata come colonna sonora. Dopo numerosi e poco dettagliati rumors circolati l'estate scorsa, la notizia arriva adesso dal New York Post che svela anche il nome del nuovo tool: si chiamerebbe Slideshow e al momento sarebbe in fase di test. Per qualcuno è la risposta di Facebook a YouTube, per altri – forse più attenti – commentatori è una mossa che va nella direzione del business di Musical.ly, startup che con un'applicazione analoga ha catturato l'attenzione di personaggi dello show-biz molto noti come Meghan Trainor e attratto investimenti per 100 milioni di dollari.

RICAVI GLOBALI DELL'INDUSTRIA DISCOGRAFICA 2005-2015
Dati in miliardi di dollari. (Fonte: Ifpi)

Può essere che la verità stia in mezzo. Di fatto, sempre secondo l'analisi del Post, a fine 2017 faremo i conti con un incremento del 57% del consumo dei video online rispetto al dato di quattro anni prima, con YouTube che fa ricavi stimabili in 8,5 miliardi. Una «torta» tale da mettere appetito a parecchi. E il social network creato da Mark Zuckerberg, arrivato a quota 1,59 miliardi di utenti a livello globale, è il concorrente più accreditato per provare a sfilare il piatto alla controllata di Google.

CRESCITA ANNO PER ANNO DELLO STREAMING 2011-2015
(Fonte: Ifpi)

Nel primo trimestre del 2016 Facebook ha registrato ricavi per 5,3 miliardi di dollari, contro i 3,5 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente, mentre i profitti sono saliti a 1,51 miliardi (512 milioni quelli di fine marzo 2015). Il bilancio al 31 marzo di Warner Music, invece, si è chiuso con ricavi complessivi da 745 milioni (+10%), mentre i ricavi del segmento «digital» che riunisce streaming e downloading si è attestato a 328 milioni, per un balzo in avanti di 20 punti percentuali. Vuoi vedere che il futuro è in un punto d'incontro tra i due colossi? Un punto d'incontro che potrebbe consentirci di condividere con gli amici di Facebook le foto delle nostre vacanze con «Wish you were here» dei Pink Floyd come colonna sonora.


© Riproduzione riservata