Tecnologia

Pool di investitori e business angel per l'aumento di capitale di…

Startup

Pool di investitori e business angel per l'aumento di capitale di Almadom.us

  • –di Gianni Rusconi
I fondatori di Almadom.us
I fondatori di Almadom.us

Il Gruppo Innowatio e la sussidiaria Clevergy, Belp Corporate, Sapra Elettronica, Multiconsult, Smpi Groupe, oltre ad investitori e business angel italiani e internazionali come Claudio Loda e Simo Beraha: la lista dei firmatari dell'aumento di capitale per complessivi 500mila euro di Almadom.us è lunga e comprende anche i co-fondatori della startup Marco Zanchi e Alessandro Benedetti, che mantengono una quota di controllo del capitale sociale del 55,02%, e chi ha creduto sin dall'inizio in questo progetto come Digital Magics (salita al 13,76%) e Mario Molinari, Ceo di Mover Investimenti e co-founder di Sorgenia.

Per la società lombarda, la cui sede operativa è all'interno di Kilometro Rosso, il Parco Scientifico Tecnologico alle porte di Bergamo, è un nuovo passo in avanti nello sviluppo, nella produzione e nella promozione di una soluzione, 100% Made in Italy e già disponibile in prevendita online, che promette battaglia nel campo dei dispositivi intelligenti per l'home automation.

Domoki, questo il nome del prodotto, è infatti un sistema che permette di controllare luci, termostati, prese, tapparelle, valvole e vari altri oggetti connessi a Internet, sostituendosi agli interruttori di casa. Le sue peculiarità principali sono i costi, inferiori ai 500 euro a listino, e il duplice vantaggio di poter essere utilizzato senza interventi in casa (rientra inoltre negli interventi di riqualificazione energetica degli edifici ed è quindi detraibile nella misura del 65%) e di ridurre del 20% all'anno i consumi di energia fatturati in bolletta elettrica.

Le prime consegne di Domoki sono previste per fine luglio e l'ingresso di nuova liquidità in azienda servirà a finalizzare il lancio dei canali di vendita (rivenditori di materiale elettrico, energy service provider e siti e-commerce), il varo della rete commerciale (installatori) e a potenziare attività di marketing dedicate. La startup ha nel frattempo rafforzato il team di lavoro con l'ingresso di quattro nuovi professionisti, e precisamente un ingegnere meccanico, un esperto di sicurezza informatica e due sviluppatori.

© Riproduzione riservata