Tecnologia

Apple, accordo con Deloitte per portare iPhone e iPad in azienda

business

Apple, accordo con Deloitte per portare iPhone e iPad in azienda

(Ap)
(Ap)

La prima, eravamo nel luglio del 2014, è stata Ibm, protagonista di uno storico accordo con la società della Mela per lo sviluppo di applicazioni di analytics e per i Big Data (basate su piattaforma iOs) da rendere disponibili agli utenti aziendali di iPhone e iPad. Poi è stata la volta di Sap, il gigante tedesco del software di classe enterprise, che lo scorso maggio ha stretto con Cupertino una collaborazione finalizzata alla creazione di app mobili di taglio business per gli smartphone e gli iPad da combinare con le funzionalità della piattaforma proprietaria Hana Cloud.

Ora è il turno di Deloitte, e più precisamente della sussidiaria Deloitte Consulting Llp. Perché una delle maggiori aziende al mondo nel campo dei servizi di consulenza professionali stringe una partnership con Apple? La risposta è intuibile: per monetizzare il brand della Mela “aiutando” le aziende a progettare e implementare soluzioni che prevedono l'uso dei dispostivi mobili della casa californiana, indirizzandoli alla clientela aziendale (soprattutto le grandi multinazionali) che sta affrontando il percorso verso la trasformazione digitale.
Il sodalizio fra le due aziende nasce quindi sotto il cappello di una delle tendenze marketing del momento (la “digital transformation” per l'appunto) e si propone, in modo concreto, di sfruttare l'esperienza di oltre 5mila consulenti Deloitte per creare un pacchetto di “best practice” utili a cambiare il modo di lavorare in mobilità all'interno dell'intera organizzazione. Come? Attraverso applicazioni che spaziano dalla gestione del punto vendita alla selezione del personale, dal controllo dell'inventario ai sistemi di back office. Niente di particolarmente nuovo sotto il sole, ma tutto all'insegna degli strumenti (hardware, software e servizi) targati Cupertino. Dalla partnership, come conferma la nota rilasciata da Apple, nascerà infatti un nuovo servizio - offerto da Deloitte Consulting e chiamato EnterpriseNext - pensato per facilitare l'adozione dell'ecosistema iOs in azienda.

I settori interessati dalla “practice” che nascerà dal matrimonio di cui sopra sono una ventina e sulla bontà dell'accordo è sintomatico lo statement a firma di Punit Renjen, Ceo di Deloitte Global: “Sappiamo che iOs è la miglior piattaforma mobile per le aziende perché ne abbiamo sperimentato in prima persona i vantaggi con oltre 100mila dispositivi utilizzati dal personale Deloitte, su cui girano 75 app custom”. Gli accordi presi con Ibm (importante anche in chiave commerciale, considerato il team di vendita dedicato che Big Blue ha allestito per offrire MacBook, iPad e iPhone ai suoi clienti) e Sap (centrato sull'estensione di iOs alla comunità degli sviluppatori enterprise), insomma, trovano un ulteriore seguito.(G. Rus.)

© Riproduzione riservata