Tecnologia

La cinese Ctrip.com compra per 1,7 miliardi di dollari Skyscanner

turismo startup

La cinese Ctrip.com compra per 1,7 miliardi di dollari Skyscanner

  • –di

Si tratta di uno dei botti più importanti nel sempre più scoppiettante mercato del turismo digitale. Ctrip.com, la più grande società di viaggi online della Cina, ha ufficializzato ieri sera l'acquisizione del motore di ricerca dedicato al travel Skyscanner, valutando la società scozzese circa 1,74 miliardi di dollari. L'annuncio dell'operazione, che si perfezionerà fra contanti (in larga parte) ed azioni ordinarie, ha regalato a Ctrip un incremento del valore del titolo in Borsa del 9%.
Skyscanner è stata fondata a Edimburgo nel 2013 dall'attuale Ceo della startup, Gareth Williams, con l'intento realizzare un sistema di comparazione prezzi online di facile ed immediato uso per la ricerca di voli, hotel e auto a noleggio. Il portale attualmente serve 60 milioni di utenti attivi al mese ed è disponibile in oltre 30 lingue; i dipendenti sono oltre 700 e distribuiti in una decina di uffici in tutto il mondo.
Chi si stupisce del valore “monstre” del deal probabilmente non è a conoscenza del fatto che Skyscanner fu valutata 1,6 miliardi in occasione di un round di finanziamento da 128 milioni di sterline chiuso lo scorso gennaio e sottoscritto da gruppo di investitori che comprendeva il fondo sovrano della Malesia, Khazanah Nasional, e Yahoo Japan Corp. Nel corso degli anni, inoltre, la startup scozzese ha raccolto circa 200 milioni di dollari da venture capital.
L'exit era quindi una possibilità concreta e puntualmente si è concretizzata con l'intervento di Ctrip, che ha confermato come l'attuale team di management di Skyscanner continuerà a gestire le operazioni del portale in modo indipendente anche dopo la chiusura della transazione, prevista entro la fine dell'anno.

© Riproduzione riservata