Tecnologia

Dall’app per i giovani al mutuo digitale all’open bank:…

il premio abi 2017

Dall’app per i giovani al mutuo digitale all’open bank: l’innovazione vince in banca

Dall’app pensata per educare i giovani a usare un conto bancario alla banca aperta centrata sull’utente, dal mutuo tutto digitale alla consulenza immobiliare, dalla piattaforma di servizi per startup al portafoglio di investimenti personalizzato, dal motore semantico per i dipendenti al coinvolgimento dei dipendenti per riorganizzare la banca fino al piano per migliorare la comunicazione con i clienti. Sono i nove i progetti più tecnologici e all’avanguardia nel settore bancario premiati nell’ambito del Premio per l’innovazione dell’Abi.

Si tratta di progetti mirati a soddisfare le esigenze di imprese e famiglie in una logica di semplificazione e di avvicinamento al cliente che è alla base della sfida attuale delle banche. «Tutti i progetti presentati - ha commentato il presidente dell’Abi Antonio Patuelli - testimoniano il ruolo fondamentale svolto dal settore bancario nell’anticipare le esigenze della clientela sempre più evoluta, offrendo nuove soluzioni e il massimo della qualità dei servizi».

Servizi più vicini al cliente

Open bank è il mantra odierno per il comparto finanziario: una banca aperta e trasparente che sappia essere sempre più vicina al cliente. E in questa logica va il progetto Crm, Big data e digital marketing con cui il Credito Valtellinese punta a utilizzare i dati a sua disposizione per creare un rapporto “customer centrico” grazie a innovative soluzioni cognitive che permettono di raccogliere informazioni nuove e di arrivare a una miglior profilazione dei clienti.

Sempre centrato sulla relazione è il progetto Net promoter system di Intesa Sanpaolo, che punta a sviluppare un sistema integrato di management incentrato sulla comprensione e l’ascolto del cliente in grado di orientare sia le decisioni strategiche che le azioni quotidiane.

Nella stessa direzione, nell’ambito dell’asset management, punta la 5D Mediolanum Strategy di Banca Mediolanum, la piattaforma di consulenza che sulla base dell’Indicatore sintetico di diversificazione punta a guidare il risparmiatore con una diversificazione puntuale e profilata sulle sue caratteristiche.

Prima di tutto semplificare

Rendere più semplice e user-friendly l’approccio ai servizi bancari è uno degli sforzi che sta impegnando di più le banche. Crédit Agricole Cariparma è stata così premiata per il suo sfrozo di facilitare l’educazione finanziaria dei giovani: la sua app BankMeApp, nata da un’hackaton internazionale proprio per permettere a un adolescente di imparare a gestire i soldi e un conto corrente con il device a lui più familiare, lo smartphone.

Nella logica di semplificazione per il consumatore è il mutuo “nativo digitale” di Widiba: 100% online e 100% paperless. L’intero processo, dall’istruttoria alla stipula, viene effettuato in maniera digitale. E Widiba assiste il cliente anche nella fase successiva, con informazioni aggiornate sul valore dell’immobile. Sempre nell’area immobiliare è Gamma Fascicolo Casa, il progetto con cui UniCredit offre una consulenza qualificata a tutto campo che tiene conto anche del patrimonio immobiliare per poter valutare il valore dello stesso per eventuali compravendite o finanziamenti.

Un servizio semplificato, anche se in chiave business, è quello fornito da Up2Start, la piattaforma di Banca Sella pensata appositamente per le startup che mette a disposizione i servizi bancari di base oltre a un servizio di consulenza centrato sull’affinamento dell’idea imprenditoriale e all’utilizzo di servizi specifici per le nuove aziende, a partire dalla piattaforma di ecommerce.

Come lavorare meglio

Un motore di ricerca semantico ad hoc è lo strumento individuato da Bnl Gruppo Bnp Paribas per supportare i dipendenti nell’individuare in maniera rapida e in completa autonomia, con un linguaggio naturale, le risposte più adeguate a una richiesta di assistenza. Il motore è arricchito da logiche e regole legate a una tassonomia strutturata, grazie anche a una tassonomia personalizzata sviluppata internamente su sette livelli.

E siccome lavorare meglio e in un ambiente adeguato aiuta e migliora le performance, Banco Bpm è stata premiata per la sua Workplace Strategy - Bpm Agile, con l’obiettivo di coinvolgere l’intera popolazione aziendale nell’analisi del modo di lavorare, in modo da apportare le dovute modifiche con il supporto di tecnologie, ambienti di lavoro e flessibilità per migliorare il clima lavorativo.

© Riproduzione riservata