Tecnologia

Htc lancia lo smarphone «morbido» che si stringe con una mano

smartphone

Htc lancia lo smarphone «morbido» che si stringe con una mano

Htc ha presentato un telefonino “morbido” che promette di lasciarsi “stringere” come un orsacchiotto nelle braccia di un bambino. Si tratta dell’Htc U11 ed è il nuovo top di gamma, il successore dell’Htc 10 uno degli smartphone più sottovalutati della storia. Htc lo ha presentato a Taipei, ha uno schermo Quad Hd da 5,5 pollici, come processore lo Snapdragon 835, una fotocamera da 16 Mp, 4GB di RAM / 64GB di storage e 6GB di RAM / 128GB di storage. Ma la novità è la tecnologia Edge Sense che consentirebbe di attivare specifiche applicazioni semplicemente con la pressione della mano.

Una piccola pressione e si apre la fotocamera, una più lunga e si attiva l’assistente vocale. Non ci sarebbe quindi bisogno di cercare tasti sul corpo dello smartphone. Quella di Htc sembra una nuova modalità di interazione con la smartphone. L’altra novità è il design: il telefono presenta una superficie di vetro liquida realizzata, scrivono, « attraverso la stratificazione di minerali preziosi altamente rifrangenti sulla cover posteriore del telefono». Da segnalare anche il comparto audio con un paio di cuffie finalmente all’altezza e con una tecnologia di cancellazione del rumore. Arriva a giugno in Italia a partire 749 euro. By the way: non ha il jack da 3,5mm offrendo la porta Usb Type-C e un adattatore per le cuffie normale. In scia di iPhone.

© Riproduzione riservata