Tecnologia

Tremano le criptovalute: hackerato il sito di una nuova emissione in…

spariti sette milioni di dollari

Tremano le criptovalute: hackerato il sito di una nuova emissione in Ethereum

Sono bastati tre minuti per far tremare lunedì l'intero settore delle criptovalute. Tre minuti in cui sono spariti sette milioni di dollari raccolti da una piattaforma di Ethereum che aveva aperto un finanziamento attraverso l'emissione di una nuova valuta. Si tratta di una delle tante Initial coin offering (Ico) che molte startup utilizzano in questi mesi per raccogliere fondi sull'onda del grande interesse attorno alle criptovalute.

L’indirizzo fasullo
Cosi ieri Coindash, startup attiva nel trading di Ether, l'unità monetaria della piattaforma Ethereum, ha aperto la sua operazione di finanziamento attraverso l'emissione di “token”, nuove valute che in questi casi funzionano alla stregua di azioni: vengono emessi dalla società e venduti sul mercato, che confida di guadagnarci con i rialzi di quotazione delle criptovalute.

Il problema è che un anonimo hacker ha ridiretto l'indirizzo a cui gli investitori dovevano versare gli Ether per acquistare le nuove monete.

Coindash si è accorta dopo soli tre minuti che qualcosa non andava, ma intanto erano spariti su un conto anonimo ben sette milioni di dollari, più dei 6,4 milioni raccolti nei primi istanti in maniera corretta dalla startup. Coindash ha immediatamente bloccato l'operazione e ha messo in chiaro che restituirà. I fondi a chi ha versato inconsapevolmente all'indirizzo sbagliato. «Coindash è responsabile nei confronti di tutti gli investitori e assegnerà Cdt (Coindash tokens) equivalenti al loro contributo», afferma un avviso sul sito della startup. Il finanziamento doveva durare 28 giorni o al raggiungimento di 12 milioni di raccolta.

La “bolla” delle Ico
L'episodio, rilevato dall'agenzia Bloomberg nella notte, non ha avuto riflessi immediati sul mercato, dove anzi bitcoin ed ethereum, che languono su livelli ben lontani dai massimi di giugno, hanno proseguito un recupero dopo gli scivoloni del fine settimana. Ma, anche se si tratta di un episodio isolato, l'hackeraggio lancia qualche ombra sul sistema delle criptovalute che ha nella sicurezza e nella certezza uno dei maggiori punti di forza.

Le Ico hanno permesso di raccogliere, secondo alcune stime, oltre 500 milioni di dollari attraverso la creazione di circa duecento criptovalute di vario genere.

© Riproduzione riservata