Tecnologia

Con Alexa e Cortana, Lenovo cambia faccia a tablet e portatili

ifa 2017

Con Alexa e Cortana, Lenovo cambia faccia a tablet e portatili

BERLINO - Il personal computing non è più, e da un pezzo, solo una tastiera, un mouse e uno schermo. La proliferazione dei sistemi di imput, pensiamo al pennino da utilizzare sui display touchscreen, ha portato in dote interfacce utente più naturali e dato il là al superamento di un'interazione a senso unico. Gli smart device sono, ne sono convinti in Lenovo, l'ultima frontiera del computing: fanno il pieno di intelligenza artificiale, abilitano applicazioni per la realtà aumentata e la realtà virtuale e si presentano al grande pubblico sotto forma di notebook convertibili e tablet, smartphone e visori. Con funzionalità decisamente superiori rispetto ai loro predecessori. Le novità mostrate in rassegna dalla casa cinese all'Ifa si indirizzano a questo “nuovo” modo di pensare al computing, ancora più personalizzato sotto il profilo della “user experience”, sfruttando le doti di Alexa e Cortana, gli assistenti virtuali di Amazon e Microsoft.

Più intelligenza a bordo dei notebook convertibili
Yoga 920, con schermo ruotabile di 360 gradi da 13,9 pollici a risoluzione 4K e praticamente senza bordi, prestazioni audio al top e autonomia dichiarata di oltre 15 ore, è uno degli archetipi degli smart device Lenovo. Le funzionalità avanzate della penna digitale proposta a corredo (l'Active Pen 2 con tecnologia Windows Ink), la sicurezza biometrica e soprattutto il riconoscimento vocale a distanza (fino ad un massimo di quattro metri) garantito da Cortana sono le sue peculiarità principali. Nuove forme di interazione fra uomo e macchina, si diceva, e il convertibile in questione le assicura con i comandi vocali (recepiti dal pc anche in modalità standby) per inviare e-mail, navigare, lanciare un'applicazione e altro ancora. Imparando via via le abitudini di chi lo usa. Il modello Vibes dello Yoga 920, prodotto in edizione limitata con cover in vetro personalizzata Gorilla Glass, nasce in Italia come frutto della collaborazione stretta da Lenovo con l'Istituto Europeo di Design.

Yoga 920

Interessanti anche gli altri due computer mobili presentati sulla ribalta di Ifa. Lo Yoga 720 da 12,5 pollici è il fratello minore del 920, sottilissimo (meno di 1,6 cm di spessore) e anch'esso proposto con la Active Pen opzionale, il lettore di impronte digitale e l'assistente digitale Cortana. L'IdeaPad Miix 520 con Windows 10 si fa invece notare per lo stand in alluminio che lo trasforma da tablet in notebook, i processori Intel i5 quad core di ottava generazione e la videocamera per le riprese in 3D.

La tavoletta diventa un assistente domestico
L'intelligenza di Alexa ha già raggiunto diversi dispositivi, vedi in primis gli altoparlanti e altri apparecchi della casa. Lenovo ha ora pensato bene di portarla a bordo sui tablet. La famiglia Tab 4 con l'Home Assistant Pack (app, altoparlante da tre Watt e doppio microfono) sfrutta la tecnologia dell'assistente virtuale di Amazon per rispondere ai comandi vocali e visualizzare notizie, controllare il meteo o gli appuntamenti in agenda, fare acquisti online, attivare la riproduzione di una canzone o controllare lo stato degli oggetti connessi presenti fra le quattro mura.

Il visore per la mixed reality…
In campo entertainment, la novità attesa e puntualmente annunciata è il visore per la mixed reality sviluppato in collaborazione con Microsoft. Explorer, questo il nome del gadget presentato a Berlino, contiene oltre 100 titoli di gioco già disponibili con la realtà virtuale e nasce anche come estensione naturale del classico personal computer (cui si collega via cavo) per accedere agli applicativi di Office, navigare online o guardare un video in ambiente virtuale di home office e sperimentare gli effetti dei video 3D in ultra definizione attraverso una visione a 360 gradi. La sua prerogativa tecnica più importante, per altro comune a quella del visore annunciato da Asus, è il sistema di tracciamento “inside-out”.

… e quello per Star Wars Gadget per gli adepti di Start Wars è infine Jedi Challenges, un pacchetto di tre prodotti hardware – il visore Mirage Ar, il controller a forma di spada laser e il tracking beacon che rileva i movimenti in combinazione con i sensori del visore – che accompagna l'utente in un'esperienza di gioco in realtà aumentata fra le vicende e i personaggi della saga. Il prodotto, sviluppato a braccetto con Disney, funziona in collegamento con uno smartphone, sul quale va installata apposita app, ed è compatibile sia con terminali Android sia con iPhone. Già in preordine online, sarà sul mercato a partire da novembre in alcuni selezionati mercati. Costa circa 300 euro.

© Riproduzione riservata