Tecnologia

Due italiane fra le startup selezionate per Startupbootcamp FoodTech 2017

startup

Due italiane fra le startup selezionate per Startupbootcamp FoodTech 2017

  • –di

Si chiamano MyFoody e Orthoponics. La prima è milanese e la seconda è nata e opera a Bologna. Hanno sviluppato, rispettivamente, un'app con sistema di geolocalizzazione integrato per permettere ai consumatori di individuare prodotti in scadenza a prezzo ridotto e ai supermercati di ridurre (nel contempo) le eccedenze, e una serie di soluzioni sostenibili per costruire il proprio orto sul balcone di casa, sfruttando la tecnologia dei sistemi acquaponici ed eliminando i fertilizzanti.
Le due startup sono le rappresentati italiane del gruppo di nove imprese selezionate per il programma di accelerazione edizione 2017 di Startupbootcamp FoodTech, gestito dal centro di Roma della rete globale nata nel 2010 ad Amsterdam. Le altre sette imprese giunte all'atto finale arrivano da Olanda (due), Stati Uniti (due), Vietman, Israele e Germania. Oltre 750 le candidature inizialmente ricevute da 70 diversi Paesi (il 13% in più dell'edizione precedente); un quinto di queste sono pervenute dalla Penisola (il 14% dagli Usa). Ai recenti Selection Days sono state scelte 18 startup, da cui è stata estratta la griglia delle migliori nove, fra cui per l'appunto MyFoody e Orthoponics.
Il percorso di accelerazione, in partenza il 16 ottobre, durerà tre mesi e si chiuderà con il demo day fissato per il prossimo 25 gennaio. Startupbootcamp FoodTech (in collaborazione con partner quali Gambero Rosso, LVenture Group, Cisco, M3 Investimenti) investirà nelle startup 15mila euro di capitale e fino a 35mila euro in “convertible note” (prestiti a livello seed che in una fase successiva possono essere convertiti in quote della società). Ai finanziamenti in denaro si aggiungono spazi di lavoro per sei mesi, servizi tecnologici e di tutoraggio vari (per un valore di oltre 400mila euro) e l'accesso ad un network di oltre 150 mentor esperti del settore e di un migliaio fra investitori e fondi di venture capital internazionali.

© Riproduzione riservata