Tecnologia

Samsung farà più soldi con iPhone X che con il suo S8: 14 miliardi

la stima del wsj

Samsung farà più soldi con iPhone X che con il suo S8: 14 miliardi

L'assunto è il seguente: più iPhone X venderà Apple, più alti saranno gli incassi del colosso coreano, che della casa di Cupertino è come noto il principale fornitore degli schermi Oled. Il calcolo elaborato dalla società di ricerca Counterpoint Technology, commissionata dal Wall Street Journal, rivela come in casa Samsung siano di fatto “costretti” a tifare per il successo degli ultimi melafonini lanciati dalla grande rivale californiana. Perché questo?

Per la semplice ragione che i ricavi legati alla vendita di componenti (display e chip di memoria) ad Apple per il suo nuovo smartphone top di gamma equivalgono a circa 110 dollari a pezzo. Calcolando che da qui alla fine dell'estate 2019 gli iPhone X venduti potrebbero essere 130 milioni, parliamo quindi di circa 14,3 miliardi di dollari di entrate potenzialmente assicurate per le casse di Samsung.

Una cifra enorme, che avrebbe anche un ulteriore significato, considerando che i ricavi stimati con la fornitura “interna” di componenti per il nuovo Galaxy S8 si fermano a quota 10 miliardi (202 dollari per ognuno dei 50 milioni di apparecchi che si prevede il produttore asiatico possa spedire sul mercato nei prossimi 20 mesi). Calcolatrice alla mano, fanno circa quattro miliardi di dollari di differenza.

Samsung, insomma, può a ragione esibire il vanto di essere il primo vendor di smartphone al mondo (posizione in prospettiva minacciata da Huawei) e di confermarsi un fornitore strategico e irrinunciabile di componenti, con Apple nella lista dei principali clienti. Tim Cook, non a caso, sta cercando di aumentare gli acquisti da aziende diverse (Sharp e Japan Display) e massimizzare la partecipazione nella cordata guidata da Bain Capital per acquistare la divisione memorie di Toshiba.

© Riproduzione riservata