Tecnologia

eKuota raccoglie 700mila euro e apre a nuove partnership

Startup

eKuota raccoglie 700mila euro e apre a nuove partnership

  • –di

Al suo attivo ha già diversi riconoscimenti: è stata inclusa da Pioneers.io tra le migliori startup europee e fra le otto imprese innovative scelte da Codemotion 2014 e da Assolombarda per il progetto strategico “Far volare Milano” ed stata finalista all'Italian Fintech Award 2016. Ospitata presso Speed Mi Up (l'incubatore di impresa di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano), eKuota ha ricevuto in questi giorni un investimento da 700mila euro attraverso il programma Smart&StartItalia di Invitalia, nell'ambito del piano di sostegno alle aziende ad alto contenuto tecnologico sostenuto dal Ministero dell'Economia.
Per la startup fintech milanese, specializzata nell'offerta di strumenti online per gestire i rischi finanziari relativi a incassi e pagamenti in valute estere, è sicuramente un passaggio decisivo del proprio percorso di crescita. “Grazie al finanziamento – ha detto infatti Laura Oliva, Ceo e co-founder di una società che annovera nel team professionisti con esperienza pluriennale nel campo della finanza e del risk management - abbiamo ora la possibilità di rivolgerci anche ad aziende straniere e di crescere sul mercato internazionale”. L'investimento, come si legge in una nota, sarà destinato all'attività di ricerca e sviluppo e servirà a potenziare e ampliare i servizi offerti, aprendo l'orizzonte, in prospettiva, a “nuove collaborazioni con altre fintech e a partner complementari per fornire soluzioni integrate”.
Il cuore di eKuota è una piattaforma digitale dedicata alle imprese e in particolare a quelle che hanno scambi con Paesi al di fuori dell'Eurozona e acquistano materie prime (rame, alluminio, nickel, stagno e altri metalli) quotate in Borsa. Proiezioni di scenari futuri, stime di prezzo e tassi di interesse, calcolatori interattivi per la valutazione delle coperture finanziarie sono gli strumenti che eKuota mette in mano alle aziende per facilitare il calcolo dei possibili impatti della fluttuazione dei mercati sugli obiettivi di business e sui bilanci.
Il valore aggiunto della startup è in sintesi quella di fornire ai manager, in modo semplificato, tecnologie che in precedenza erano alla portata solo dei grandi operatori ed aiutarli a visualizzare in tempo reale, tramite un sistema di notifiche, dove sono i principali rischi per l'azienda. “Con gli strumenti proprietari che abbiamo realizzato – conferma in proposito Oliva – le imprese italiane possono ora esportare e acquistare dall'estero, proteggendosi dalle fluttuazioni dei cambi e prendendo decisioni più efficaci”.

© Riproduzione riservata