Tecnologia

Startup: LittleSea vince l'Accenture Consumer Tech Award

startup

Startup: LittleSea vince l'Accenture Consumer Tech Award

Arriva direttamente da Singapore, dove è andata in scena l'ennesima tappa del contest Millennial Award 2020 di Accenture, rivolto alle realtà più innovative nel campo dei servizi per l'ingaggio dei consumatori della generazione Y, un premio per LittleSea, startup milanese specializzata in soluzioni di intelligenza artificiale applicate alla video-automazione. Unica realtà italiana tra le oltre 300 selezionate a livello globale, la società si è imposta nella categoria Consumer Tech (le altre erano Shopper, Traveller, Driver) convincendo una giuria internazionale composta da manager delle aree digital e marketing di multinazionali come Google, Coca Cola, Johnson & Johnson, Visa, Danone, Pirelli, Uber, Unilever e Levi Strauss.
Il valore aggiunto di LittleSea, come conferma al Sole24ore.com il founder e
Ceo, Francesco Piccolomini Bandini, è quello di trasformare, tramite una tecnologia proprietaria (e brevettata) di intelligenza artificiale, grandi quantità di dati in una narrazione video e di veicolare tali contenuti, spendibili da parte delle aziende in campagne di video marketing personalizzate, attraverso una piattaforma di utilizzo ad hoc, denominata Babelee. Il riconoscimento assegnato da Accenture ha quindi offerto respiro internazionale a un progetto, sviluppato completamente in Italia, che ha come principale target di mercato soprattutto quelle aziende già pronte per avviare una strategia di comunicazione e marketing basata sui dati e personalizzata su ogni singolo prodotto o campagna di advertising.
“Tra un anno – dice convinto Piccolomini - il numero di queste aziende aumenterà di pari passo all'aumentare della raccolta dei dati e della necessità di comunicare attraverso i video. Nell'arco di tre anni, inoltre, come è già successo per altri strumenti di comunicazione tradizionali, questa esigenza si traferirà anche a realtà più piccole fino ad arrivare allo studente che vorrà farsi una video-tesi senza dover per forza imparare ad usare i complessi editor disponibili oggi sul mercato. Per questo prevediamo un passaggio graduale dalla sfera business to business a quella business to consumer, con prospettive di crescita molto elevate legate alla semplicità d'uso della piattaforma”. In attesa dell'atteso boom di questo mercato, LittleSea è ormai prossima a completare il primo round di finanziamento da un milione di euro. “La scadenza – ha confermato Bandini - è prevista per il 31 dicembre e finora abbiamo raccolto circa l'80%, mentre nel corso del 2018 abbiamo in programma un secondo round per ulteriori 1,5 milioni”. Quanto al fatturato, grazie all'avvio di diverse attività con importanti multinazionali le aspettative per il 2018 parlano di un giro d'affari a 600mila euro, cha salirà a 1,3 milioni l'anno successivo per arrivare (da piano industriale) a 4,2 milioni nel 2020.

© Riproduzione riservata