Tecnologia

Dalla stampa in 3D alla cipolla di Tropea contro l’ulcera: è il…

Premio Nazionale per l'Innovazione

Dalla stampa in 3D alla cipolla di Tropea contro l’ulcera: è il futuro in formato start up

Dopo quarant'otto ore intese, fra presentazioni e pitch, sono stati nominati i vincitori della XV edizione del Premio Nazionale per l'Innovazione (PNI), la più grande e capillare business plan competition italiana, ospitata quest'anno dall'Università Federico II di Napoli, con la main partnership di Ferrovie dello Stato Italiane. I progetti partecipanti erano quelli delle startup vincitrici delle 17 competizioni regionali (StartCup) che hanno coinvolto 46 università e incubatori associati, oltre a numerose istituzioni. Quest'anno la partecipazione è stata massiccia: 2.768 neoimprenditori, per un totale di 1.031 idee d'impresa e 531 business plan presentati. E i vincitori, proclamati a Napoli, sono stati selezionati tra le 65 startup finaliste da una giuria composta da 28 esponenti del mondo dell'impresa, della ricerca universitaria e del venture capital sulla base di criteri come originalità dell'idea imprenditoriale, realizzabilità tecnica, interesse per gli investitori, adeguatezza delle competenze del team, attrattività per il mercato.

Il montepremi complessivo erogato è pari a 1,6 milioni di euro:: oltre 600.000 euro in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube. E per la prima volta, oltre ai 4 premi settoriali, dell'ammontare di 25mila euro ciascuno, per il vincitore assoluto è stato previsto un ulteriore riconoscimento di 25mila euro da reinvestire nelle proprie attività hi-tech, messo in palio da FS Italiane.

I vincitori
Il Premio FS Italiane INDUSTRIAL (produzione industriale innovativa) e vincitore assoluto PNI 2017 è andato all startup siciliana Ocore: l'azienda intende rivoluzionare l'industria manifatturiera attraverso la produzione additiva (stampa 3D) e la tecnologia robotica, utilizzando materiali compositi polimerici avanzati. Incentrata sul mercato delle plastiche rinforzate con fibre di carbonio e vetro ad alte prestazioni e sull'integrazione dei processi di produzione digitale, l'innovazione di Ocore permette di realizzare componenti di grandi dimensioni e consente di semplificare i processi produttivi, ridurre i costi di produzione e il time to market dei prodotti. «Oggi si sta lavorando alla costruzione della prima barca a vela completamente prodotta in 3D printing – ha detto orgoglioso Francesco Belvisi, cofounder – che nel 2019 parteciperà ad una regata transoceanica, la Mini Transat».

Il premio Iren Cleantech & Energy (miglioramento della sostenibilità ambientale) è andato invence alla startup Bettery (Emilia Romagna), che ha sviluppato e brevettato Nessox, la batteria liquida più leggera, con una durata 5 volte superiore a quella delle migliori batterie commerciali grazie all'utilizzo di elementi leggeri, litio e ossigeno. Una batteria che permette, inoltre, una ricarica immediata, attraverso la sostituzione del liquido interno come in un rifornimento di carburante.

Il premio Clinic Center Life Sciences (miglioramento della salute delle persone) è andato alla startup calabrese RY Goldzip. Il team è arrivato alla formulazione di una crema, che contiene principi attivi tratti dalle Cipolle Rosse di Tropea IGP Calabria, che consente di ridurre notevolmente il tempo di cicatrizzazione delle ulcere, senza richiedere applicazione di antibiotici o antinfiammatori. «I successi più importanti registrati durante lo studio clinico – ha commentato la ricercatrice Francesca Aiello - sono stati la facilità di uso, in particolar modo negli anziani in politerapia, e l'alta aderenza al trattamento grazie all'azione antidolorifica e antipruriginosa della crema».

Il premio PwC Italia ICT (tecnologie dell'informazione e dei nuovi media) se lo è aggiudicato Ermes Cyber Security, startup piemontese. Partendo dall'emergenza internazionale degli attacchi informatici aziendali, la startup con sede a Torino ha ideato una soluzione in grado di bloccare completamente la perdita di informazioni causata dai “web tracker” e di assicurare una protezione totale di ogni singolo dispositivo, grazie ad algoritmi brevettati basati su machine learning, big data e intelligenza artificiale.

Gli altri premi
Il PNI 2017 ha visto inoltre l'assegnazione di due Menzioni e di diversi Premi Speciali: la menzione speciale “Social Innovation” – Global Social Venture Competition, per il miglior progetto di “Innovazione Sociale”, definita in base ai relativi criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative, è andata a IF's ICT for Families (StartCup Veneto) che ottiene così l'ammissione diretta alla fase finale della Global Social Venture Competition, organizzata in collaborazione con Startup Initiative. La menzione speciale “Pari Opportunità” – MIP Politecnico di Milano, istituita con l'obiettivo di favorire l'imprenditorialità femminile, è andata a due startup laziali: HoMoLoG (primo premio del valore di 10.000 euro) e SIXXI Factory (secondo premio, 6.000 euro). I premi saranno erogati sotto forma di servizi che garantiranno ai team vincitori la possibilità di accedere, sino al concorso della cifra vinta, ai corsi di formazione executive erogati dal MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business attraverso la MIP Management Academy.

Il premio speciale “Innovation Award” – attribuito dal Department for International Trade (DIT) dell'Ambasciata Britannica, lo ha vinto vinto AquaSmart (StartCup Piemonte Valle d'Aosta). Il premio speciale UniCredit Start Lab è stato vinto, invece, da Addax Biosciences (StartCup Piemonte Valle d'Aosta) che sarà seguita attraverso un percorso di mentoring, coaching, relationship managers e business meeting, e otterà la partecipazione alla Startup Academy. Il premio speciale Boost Heroes è stato vinto da da Ermes Cyber Security (StartCup Piemonte Valle d'Aosta), che avrà a disposizione un investimento azionario per un controvalore massimo di 50.000 euro. Il premio “Innovazione Health Care” AIIC, messo a disposizione dall'Associazione Italiana Ingegneri Clinici rivolto allo sviluppo di soluzioni per l'innovazione tecnologica nell'erogazione dei servizi sanitari, se lo sono aggiudicate le startup Quick Custom Plastics (StartCup Trentino), Imagensys (StartCup Lazio), Wound Viewer (StartCup Piemonte Valle D'Aosta), PD-Watch (StartCup Basilicata). Infine, il premio speciale SMAU, conferito alle idee di impresa destinate ad innovare il business in qualsiasi settore produttivo (che prevede la possibilità di accedere gratuitamente alle due tappe di Berlino e Londra del Roadshow Smau 2018) è stato vinto da R-FACTORY (StartCup Campania).

© Riproduzione riservata