Tecnologia

Acquisti online o in negozio? Consigli pratici per i regali di Natale

  • Abbonati
  • Accedi
commercio

Acquisti online o in negozio? Consigli pratici per i regali di Natale

Regali di Natale. Paolo Villaggio e Renato Pozzetto in una scena del film «Le Comiche 2»
Regali di Natale. Paolo Villaggio e Renato Pozzetto in una scena del film «Le Comiche 2»

I numeri dell’Osservatorio e-commerce del Politecnico di Milano non lasciano scampo: il commercio elettronico in Italia vale 23,6 miliardi nel 2017 (+17% rispetto al 2016). Un fenomeno inarrestabile, insomma. E col Natale alle porte, sempre più spesso ci si affida ai portali online per acquistare i regali. La comodità del click, la transazione digitale, la consegna direttamente a casa e il prezzo spesso più conveniente sono le chiavi vincenti di questo processo. Eppure, non tutti i siti di e-commerce sono uguali. E non sempre sono preferibili agli store fisici. Esistono situazioni e dettagli da tenere in seria considerazione.

Amazon non è sempre Amazon
In pochi sanno, per esempio, che gli acquisti su Amazon non sono tutti uguali. Non basta effettuare un ordine sullo store di Jeff Bezos per essere sicuri di aver acquistato dal venditore più affidabile al mondo. Amazon, infatti, è diviso in due parti: la sezione Marketplace e quella Retail. E le differenze sono sostanziali. Vediamole.
Amazon Retail opera in modo simile ai grandi magazzini. I fornitori (quindi anche i marchi) negoziano i prezzi all'ingrosso per i loro articoli, che Amazon acquista, distribuisce e rivende sul sito Amazon.com (.it in Italia). In questo caso il venditore dell'articolo è Amazon, e la sua politica è tesa a soddisfare in ogni modo il cliente, con opzioni di “reso” che vanno ben al di là dei 30 giorni e sono decisamente favorevoli per chi acquista. Per questi oggetti è offerto il servizio di spedizione veloce Prime.

Amazon Marketplace è invece la piattaforma che consente a chiunque di vendere direttamente all'utente finale o al cliente online attraverso Amazon, che prende una percentuale da ogni vendita. Ma è il venditore ad assumersi le responsabilità di merchandising e a gestire ordini e spedizioni. È bene ricordare, inoltre, che i marchi che utilizzalo il servizio Logistica di Amazon, affidano la gestione del magazzino, dei pagamenti, dei resi e il servizio clienti ad Amazon e così i loro prodotti sono coperti dal servizio Prime. Il consiglio è quello di affidarsi ad Amazon Retail, a brand che utilizzano il servizio Logistica di Amazon (seguire la presenza di Prime è un buon metodo). Anche se va detto che il Marketplace di Amaozon, offre prodotti di qualità come ad esempio quelli degli artigiani italiani del negozio Made in Italy. Va ricordato, inoltre, che Amazon impone ai venditori terzi regole molto ferree in fatto di garanzia e resi. E che difficilmente, dunque, si può incappare in fregature.

Dal fisico al digitale
Per quanto concerne tutto il mondo esterno ad Amazon, esistono store online notoriamente affidabili come ePrice e Monclick. Ma ce ne sono a decine ad offrire super offerte. E del resto basta cercare un qualsiasi elettrodomestico sul portale Trovaprezzi per rendersi conto che l’offerta di siti che propongono e-commerce è veramente varia. È buona prassi, in questo caso, verificare i dati relativi alla società dalla quale si sta acquistando, a partire dalla ragione sociale. Il tutto, solitamente, lo si trova nella sezione contatti o nell'area footer del sito.
Va sottolineato, inoltre, che in Italia è possibile acquistare da decine di siti cinesi. La maggioranza di questi offre transazioni sicure (sempre meglio accertarsi che nella barra degli indirizzi ci sia la dicitura https), ma può nascondere sorprese come i costi doganali o le consegne che sforano i 30 giorni di tempo. Per non parlare dei resi, spesso impossibili.

Stanno crescendo, infine, i portali online degli store fisici più conosciuti, come Mediaworld, Trony, Euronics ed Expert. La cui affidabilità non è in discussione. In questi casi, però, la variabile prezzo non fa pendere la bilancia in favore dell'e-commerce, rispecchiando – la maggior parte delle volte – quelli presenti negli store fisici. Store fisici che sono da preferire quando si vuole acquistare qualcosa con una rateizzazione mensile o se non si riesce a fare a meno di un primo «touch and feel».

© Riproduzione riservata