Tecnologia

Samsung: dal 2020 tutti prodotti per la casa saranno dotati di intelligenza…

Prodotti

Samsung: dal 2020 tutti prodotti per la casa saranno dotati di intelligenza artificiale

Lo smartphone controlla la televisione che controlla il frigorifero che controlla cosa è scaduto e cosa no. Il frigorifero che risponde alle tue richieste e ti ricorda la tua agenda di lavoro, quali ingredienti mancano per il tuo piatto preferito e chi c'è alla porta al citofono. Il futuro domestico di Samsung assomiglia per certi versi a una versione semplificata di Jarvis, la casa intelligente di Iron Man. Al Mandalay Baydi Las Vegas ieri il gigante coreano ha mostrato i muscoli promettendo che entro il 2020 (tra due anni) tutti i suoi prodotti saranno controllati da Bixby, il suo assistente vocale dotato di intelligenza artificiale. “Ci impegniamo ad accelerare l'adozione di IoT per tutti e rendere intelligenti tutti i dispositivi connessi Samsung entro il 2020. Questi progressi – ha spiegato Hs Kim, numero uno della divisione globale di elettronica di consumo - aiuteranno i consumatori a realizzare i vantaggi di una vita connessa semplice e senza interruzioni.”

La filosofia IoT di Samsung sembra basarsi su un mix di open innovation. Tutti i produttori sanno bene che l'ecosistema IoT frammentato e complesso di oggi rappresenta un ostacolo all'adozione di nuovi prodotti. Il rischio non solo per Samsung ma per tutti gli attori è di avere elettrodomestici che non si parlano. E quindi non condividono informazioni. E quindi rendono inutili i benefici dell'intelligenza artificiale che, come sappiamo, senza dati non impara. Per rendere la casa interoperabile la strategia dei coreani è insomma quella di collaborare con partner come Open Connectivity Foundation (OCF) per definire standard di settore comuni. OCF è il più grande ente di standardizzazione IoT al mondo e il chip ARTIK di Samsung, il condizionatore d'aria e il frigorifero Family Hub sono già stati certificati dall'associazione per i criteri di interoperabilità necessari per l'IoT. Nella primavera del 2018, Samsung unirà le sue applicazioni IoT, tra cui Samsung Connect, Smart Home, Smart View e altro ancora nell'app SmartThings per connettere e controllare qualsiasi dispositivo abilitato SmartThings direttamente dal proprio telefono, TV o auto da una singola applicazione. Inoltre, Samsung ha annunciato l'intenzione di collegare HARMAN Ignite allo SmartThings Cloud, spostando l'esperienza IoT oltre la casa intelligente verso l'auto.

Per supportare questa visione Samsung ha anche creato un nuovo centro di AI come parte della sua unità di ricerca Samsung recentemente consolidata. Il Centro AI, che comprende quattro laboratori a Toronto, Montreal, Cambridge (Regno Unito) e Russia nel 2018 lavorerà in collaborazione con le divisioni di Ai in Corea del Sud e in SiliconValley.

© Riproduzione riservata