Tecnologia

Aumento di capitale da 450mila euro per la milanese «This is Not a Sushi…

Startup

Aumento di capitale da 450mila euro per la milanese «This is Not a Sushi Bar»

  • –di

Arriva una nuova iniezione di liquidità da circa mezzo milione di euro per una delle prime realtà milanesi in assoluto nel campo del food delivery, “This is Not a Sushi Bar”, catena nata nel capoluogo lombardo nel 2007 e oggi attiva con quattro punti vendita. L'operazione di aumento di capitale è stata seguita da Nuvolab, il venture accelerator fondato da Francesco Inguscio già entrato in società sei mesi fa, e vede fra i sottoscrittori alcuni business angel italiani fra cui Mega Holding e altri soggetti attivi nel settore food, che hanno versato 400mila euro, a cui si aggiungono 50mila euro di replacement capital.
Alla base della crescita di This is Not a Sushi Bar c'è la piattaforma software utilizzata per gestire le ordinazioni online, sviluppata internamente e capace di processare, solo negli ultimi 12 mesi, oltre 40mila richieste, per un giro d'affari prossimo agli 1,4 milioni di euro. Il nuovo finanziamento, si legge in una nota diffusa dalla società, andrà a supportare il piano di espansione italiano e internazionale del marchio, con l'apertura di nuovi punti vendita in altre città, e permetterà di consolidare l'infrastruttura tecnologica. “Questa operazione – ha sottolineato Matteo Pittarello, fondatore e presidente di This is Not a Sushi Bar –. si inserisce in un percorso di discontinuità con il passato (lo scorso aprile, lo stesso Pittarello, con Armando Zappalà e altri soci, ha acquisito le quote di controllo degli altri fondatori, ndr) che spinge l'acceleratore sulla sperimentazione digitale e su un modo più moderno di gestire l'azienda”.

© Riproduzione riservata