Tecnologia

World Backup Day: il 2018 sarà l’anno peggiore per attacchi…

Cybersicurezza

World Backup Day: il 2018 sarà l’anno peggiore per attacchi informatici

Alla vigilia del World Backup Day, Acronis prevede che il 2018 sarà l'anno peggiore per numero di attacchi informatici e di incidenti con perdita di dati a causa della crescente raffinatezza degli attacchi, del proliferare delle famiglie di ransomware e della scarsa consapevolezza della minaccia tra gli utenti.
Secondo una nuova indagine sulla protezione dei dati commissionata da Acronis, oltre il 60% degli intervistati non ha mai sentito parlare del ransomware, una minaccia costosa che secondo le stime nel 2019 inciderà per oltre 11 miliardi di dollari (lo scorso anno erano 5 miliardi). Nel 2017, si legge in una nota, il numero delle varianti di ransomware è aumentato del 46% e questo ha reso più difficili la prevenzione e il rilevamento. Gli esperti di sicurezza prevedono che questa minaccia informatica continuerà a diffondersi. Se quest'anno veniva colpita un'azienda ogni 40 secondi, nei prossimi due anni la frequenza degli attacchi scenderà a 14 secondi, e questo senza contare gli attacchi ai privati, che sono molto più frequenti. Acronis lancia un avvertimento: solo una soluzione di backup sicura e di alta qualità con protezione proattiva dal ransomware integrata può prevenire le perdite di dati e mettere al sicuro i dispositivi.
«L'anno scorso gli attacchi ransomware hanno fatto notizia. Eppure, malgrado siano sempre più frequenti, la consapevolezza del problema e l'importanza attribuita alla prevenzione sembrano in calo», ha dichiarato John Zanni, presidente di Acronis. «È necessario sensibilizzare maggiormente il pubblico perché si renda conto di quanto è importante eseguire un backup sicuro e proteggere i dati. In occasione del nostro 15° anniversario, il nostro impegno è aiutare la gente a proteggere i dati, dovunque risiedano»

© Riproduzione riservata