Tecnologia

Una sola app per tutte le news del Sole 24 Ore

  • Abbonati
  • Accedi
Carta & web

Una sola app per tutte le news del Sole 24 Ore

Ci sono due grandi sfide in atto nell’ecosistema digitale per i legacy media, come gli americani usano chiamare gli storici brand del mondo della carta impegnati nella transizione digitale: la sfida dell’autorevolezza e quella dell’attenzione. Il Sole 24 Ore le affronta da oggi con ancora più determinazione lanciando una nuova app– per smartphone e tablet, su Ios e Android (clicca qui per il download) - che unisce carta e web.

Per i già abbonati è un semplice aggiornamento - che concentra in un unico ambiente tutta la nostra informazione, dallo sfoglio digitale del giornale di carta al tempo reale del sito, dai quotidiani verticali per i professionisti a video e infografici che danno profondità ai contenuti. Uno strumento agile, flessibile, personalizzabile. Soprattutto unico. Perché dentro un processo informativo disintermediato dai social network, con le notizie che sono sempre più pillole di contenuto che ci raggiungono, secondo algoritmi altrui e non trasparenti, sui diversi device e nei diversi luoghi dove ci informiamo (social, appunto, ma app, newsletter, browser e molto altro), la battaglia oggi è di far riconoscere la qualità del proprio giornalismo. In un flusso che tende ad annebbiare la rilevanza dei brand, dove informazione di qualità e fake news finiscono per avere la stessa rilevanza visiva, quando non anche lo stesso livello di affidabilità per molti utenti. È una sfida che Il Sole combatte ogni giorno, forte di un giornalismo che viene da metà Ottocento e che mai ha perso, per le professionalità che schiera, la propria autorevolezza. La riprova ulteriore è in un traffico online in buona parte diretto, non mediato da social e search. C’è un bookmark bene in evidenza sui device della nostra comunità di lettori, cliccato per aggiornarsi su economia, finanza, politica. Trovando articoli, analisi, video, che hanno l’ambizione di dimostrare come il giornalismo di qualità sia indispensabile per essere cittadini.

Coltivare la propria comunità significa ovviamente anche andare a incontrarla nei nuovi luoghi in cui si muove - i social media “vecchi” e nuovi in primis - ma sempre con una bussola che ha come riferimenti la qualità, la trasparenza. È la cultura del servizio. Così negli ultimi mesi ecco l’importante sviluppo che Il Sole ha fatto delle dirette Facebook come delle Instagram stories per confrontarsi - con successo - con nuovi pubblici. E a gennaio IlSole24ore.com è stato, nella top ten, l’unico sito di news ad aumentare (+12,7%) l’audience.

Direttamente intrecciata è la sfida dell’attenzione. Perché i social e le chat assorbono sempre più spazio nella nostra vita e alla fine non apriamo, stando alle ricerche, più di 9 app al giorno. Molte, neanche a dirlo, sono di casa Facebook (FB, Instagram, Messenger) e Google (Gmail, Youtube); se ci aggiungiamo gaming, streaming e utility, lo spazio che rimane alle news è molto ridotto. Eppure anche qui, le stesse ricette, consentono al Sole di avere, come testimoniato da Audiweb report, tempi di permanenza sul sito molto alti.

Così, la nuova app corre lungo questo doppio binario. Con l’obiettivo di conquistare un posto privilegiato sullo schermo dei device dei nostri lettori. Perché lì, con un unico tap, avranno tutta l’informazione del Sole 24 Ore. Le pagine del giornale in edicola, con la possibilità di aprire ogni articolo e leggerlo con facilità; di archiviarlo tra i propri preferiti; di consultarlo anche offline. E poi gli inserti settimanali e i mensili, da IL a How to spend it. E quindi l’accesso alle notizie in tempo reale, a tutta l’informazione del sito del Sole, con la personalizzazione della home page e la scelta delle notifiche da ricevere. Un solo tap per essere sempre informati. Con un “algoritmo” che ha l’ambizione di essere un mix unico di autorevolezza e competenza.

© Riproduzione riservata