Tecnologia

Assicurazioni facili e veloci con il telefonino

  • Abbonati
  • Accedi
la nuova frontiera dell’insurtech

Assicurazioni facili e veloci con il telefonino

Ci attende una giornata di svago. Oggi, complice il bel tempo, abbiamo deciso di provare un'esperienza nuova: un downhill con la nostra nuova mountain bike, per coronare il giorno libero che ci siamo concessi dal lavoro. Ma siamo persone previdenti, quindi vorremmo poter sottoscrivere un'assicurazione, nel caso qualcosa andasse storto.
Finora, in Europa, non era possibile fare al volo una scelta del genere, se non avevamo sottoscritto con sufficiente anticipo una qualche forma di polizza, con relativa firma di documenti vari, visite mediche, colloqui con agenti assicurativi e quant'altro. Altro problema: come attivare la propria polizza solo quando serve? Con un sistema sempre a portata di mano e che sia rapido e non comporti chiamare un agente e aspettare?
A queste domande risponde la moderna tecnologia delle app. Sempre a portata di mano sullo smartphone, facili e veloci quanto un post sul nostro social preferito. Da Squarelife arriva infatti Square2GO, la polizza assicurativa attivabile in pochi minuti dal proprio telefonino. È sufficiente scaricare l'app, compilare pochi dati, sottoscrivere la polizza giornaliera pagando il premio di pochi euro e saremo coperti nel caso che qualche imprevisto accada nel corso della nostra giornata.
È questo il prodotto più innovativo presentato da Squarelife, società svizzera che, a un background di conoscenze informatiche unisce una lunga tradizione, che risale al 1998 come Lifewar,e nel campo dei servizi tecnologici per il ramo assicurativo, e poi evolutasi con il nome attuale nel 2013. Squarelife è presente con i suoi prodotti assicurativi in 17 nazioni europee, dalla Spagna alla Polonia alla Svezia, oltre che ovviamente anche in Italia, e conta già ora più di 800mila polizze gestite dallo stesso motore tecnologico, per un totale di oltre 130mila clienti.

Più tradizionale, in apparenza, èun altro prodotto Squarelife: la polizza vita Turtleneck. Anche qui la sottoscrizione è velocissima tramite smartphone, favorita dalle condizioni contrattuali che sono state condensate in un'unica pagina. Il premio per la copertura assicurativa –disponibile in due versioni, Instant, con copertura per incidenti, e Premium, per incidenti e salute- viene ricalcolato di anno in anno in base unicamente ai sinistri realmente accaduti, e quindi il premio corrisposto per il primo anno può ridursi notevolmente per gli anni successivi. Per sottoscrivere Turtleneck basta rispondere a un questionario di pochi minuti: non serve né la presenza fisica di un assicuratore né una vista medica. Le esclusioni –cioè i casi in cui la polizza non può essere sottoscritta a causa di problemi di salute pregressi etc.- sono ridotte al minimo. E i premi possono essere tenuti bassi proprio perché l'azienda non ha a suo carico le spese di una rete di vendita.
Questo è possibile grazie al background di know-how dei dipendenti di Squarelife: circa 50 persone in massima parte informatici; La società ha sedi a Lugano, Zurigo, Lussemburgo, Liechtenstein, in India e a Milano. Come racconta al Sole 24 Ore Elias Vicari, Coo di SquareLife, «la nostra società ha una cultura prettamente tecnologica: tutti siamo laureati, e la metà di noi ha un dottorato. Questo ci consente di curare nel nostro lavoro quegli aspetti tecnologici che le compagnie assicurative tradizionali non riescono a gestire. Turtleneck, il nostro prodotto di punta, è un ideale “inizio difficile”: non abbiamo nessuna fretta di crescere velocemente. Squarelife -conclude Vicari- ha un suo conto economico con un piccolo utile; non abbiamo dietro un venture capital e ci va bene così».

© Riproduzione riservata