Tecnologia

Nuova terapia laser contro il dolore: 8 lunghezze d’onda per…

  • Abbonati
  • Accedi
PRESENTATA CON L’AC MILAN

Nuova terapia laser contro il dolore: 8 lunghezze d’onda per far soffrire meno gli atleti

Una nuova terapia laser per ridurre il dolore e facilitare la ripresa della mobilità. Si presenta così Theal Therapy (acronimo di Temperature controlled high energy adjustable multi-mode emission laser), brevettata dalla azienda di apparecchiature elettromedicali Mectronic e svelata oggi a Casa rossoneri in presenza dello staff medico dell’Ac Milan. La terapia è basata su una tecnologa laser fino a 8 lunghezze d’onde, dosate fra di loro per ottenere il mix adatto a una determinata patologia e per un determinato paziente, adattando il trattamento in base ai parametri come età, dolore, fototipo e tipologia di tessuto. Uno studio dell’Università di Bari sostiene che la scomparsa del dolore venga riscontrata nel 97% dei pazienti fin dalla prima seduta.

L’ex capitano rossonero Baresi: apparecchiatura d’avanguardia
Franco Baresi, vecchia bandiera milanista, ha parlato di una «tecnologia d’avanguardia» a favore dei giocatori. Il “suo” Milan si affida da circa un decennio alle tecnologie dell’azienda. Con l’ultima terapia brevettata, spiega il fisioterapista del Milan Marco Chaulan, sono state curate con buoni risultati «tendiniti, lesioni muscolari e infiammazioni». Ennio Aloisini, amministratore delegato di Mectronic, spiega che la terapia può allargarsi anche ad ambiti diversi da quello sportivo, dal trattamento del dolore di un paziente amputato di arto inferiore alla cura delle ulcere cutanee e diabetiche.

In cosa consiste l’innovazione del prodotto? Secondo Mectronic, la Theal therapy produce cinque risultati: biostimolante, accelerando la rigenerazione tissutale; antalgico, cioè capace di eliminare il dolore; anti-infiammatorio; antiedemigeno; decontrutturante. Le applicazioni del brevetto, secondo quanto riporta Mectronic, possono esercitarsi su cura del dolore, recupero post-traumatico, prevenzione degli infortuni, accelerazione del recupero fisico, lesioni muscolari, tendinopatie ed eliminazione degli edemi. Nel riabilitazione motoria si prevedono effetti su patologie acute e croniche, miglioramento della mobilità, aumento del drenaggio linfatico, rigenerazione dei tessuti e sulle patologie reumatiche. Si registrano risultati anche in ambito podologico su onicomicosi, verruche, ulcere e altre patologie del piede come alluce valgo, distorsione della caviglia e fascite plantare.

© Riproduzione riservata