Tecnologia

Cosa accadrebbe se i mondiali fossero hackerati?

  • Abbonati
  • Accedi
tecnologia e pallone

Cosa accadrebbe se i mondiali fossero hackerati?

I mondiali di calcio che si stanno svolgendo in questi giorni attirano gli sguardi di tutto il mondo. Allo sforzo logistico, organizzativo e “fisico” tipico di queste manifestazioni, da qualche anno è diventato indispensabile pensare anche al risvolto della sicurezza informatica. L'azienda specializzata in sicurezza StormShield ha voluto mettere sotto la lente di ingrandimento quali sono gli aspetti che più si prestano alla compromissione informatica e quali sarebbero le loro conseguenze. Specificando che uno dei motivi più probabili per questo tipo di attacchi sarebbe quello di gettare discredito sul Paese organizzatore, che in questa edizione è particolarmente “caldo” dal punto delle operazioni informatiche.
L'incubo dello stadio vuoto
Venendo alle possibili minacce, uno degli aspetti da tenere in considerazione è la quantità di biglietti che è stata venduta per ogni incontro e la vastità delle piattaforme usate per farlo. I biglietti dovevano essere disponibili in ogni parte del mondo e resi nominativi. Un attacco informatico al sistema che gestisce il riconoscimento dei biglietti all'ingresso dello stadio avrebbe conseguenze pesanti: gravi ritardi nella gestione dell'afflusso dei tifosi e una pessima figura a livello internazionale, con le dirette degli incontri contornate da spalti semivuoti o nel caos. Un attacco alle piattaforme di vendita, invece, avrebbe potuto procurare dei biglietti a persone pericolose, garantendo loro l'accesso allo stadio e mettendo in pericolo fisico i partecipanti. Ovviamente, le campagne di spam in cui si cercava di vendere biglietti fasulli o inesistenti sono state numerose, ma queste non sono un attacco diretto al sistema dei mondiali quanto ai potenziali tifosi.

Le trasmissioni televisive in ostaggio
Un altro possibile bersaglio per i criminali informatici sono le trasmissioni televisive in diretta. Del resto, se è male avere i tifosi chiusi fuori dallo stadio, è anche peggio non riuscire a mostrare la partita a tutti i tifosi in giro per il mondo. Le trasmissioni televisive passano dall'interno dello stadio a una serie di uplink satellitari spesso costituiti da furgoni parcheggiati nelle vicinanze. Il segnale digitale viaggia per moltissimi chilometri di cavo prima di arrivare a questo punto e le possibilità di compromissione sono molte passando dal banale cavo tranciato alla possibile compromissione di una delle console di controllo video. In realtà, neanche una volta lanciato nello spazio il segnale risulta sicuro dal momento che proprio questa settimana Symantec ha rilevato come dei gruppi di criminali informatici siano riusciti a compromettere dei sistemi coinvolti nella gestione di satelliti spaziali (sebbene non fossero coinvolti nel video broadcastig).
Scommesse e mercato nero
Anche il mercato delle scommesse online sta vivendo giornate intense a causa del volume di transazioni giustificate dalle partite giornaliere e in questo caso i fronti da controllare sono molti. Innanzitutto, bisogna controllare che la trasmissione dei dati da chi segue le partite fino al database centrale sia sempre sicura. Piazzare il giusto numero di scommesse su di un evento in particolare (e magari improbabile) e poi modificare il database che gestisce il controllo delle scommesse potrebbe garantire molti soldi facili ai criminali. Inoltre, c'è sempre da tener presente che le scommesse vanno pagate e che questi soldi devono arrivare alle persone giuste. Una intrusione nel server del caso potrebbe permettere di dirottare le vincite sulle persone “sbagliate”, causando un doppio danno ad aziende coinvolte e scommettitori.

E i giocatori?
Infine, un altro aspetto da tenere sotto controllo è quello della sicurezza informatica della squadra partecipante e dei suoi atleti. Una intrusione nei dispositivi dei calciatori potrebbe dare accesso alle altre squadre, o a criminali senza scrupoli pronti a vendere i dati, a strategie, tattiche e altre informazioni utili per portare a casa il risultato. Nei casi più estremi di compromissione, si potrebbe addirittura pensare di incastrare qualche personaggio di spicco (o una intera rappresentativa) in modo da sembrar colpevole di qualche crimine compiuto sul suolo ospitante, portandolo a un arresto che, seppur temporaneo, avrebbe conseguenze notevoli sui risultato della compagine nella manifestazione.

© Riproduzione riservata