Tecnologia

Apple, 10 anni di App Store: ecco le app più scaricate e le…

  • Abbonati
  • Accedi
l’anniversario

Apple, 10 anni di App Store: ecco le app più scaricate e le aziende che hanno guadagnato di più

Sono passati 10 anni da quando Apple lanciò ufficialmente l'App Store. Era il 10 luglio del 2008 e la casa di Cupertino esordiva su un mercato, quello delle applicazioni, destinato a far registrare numeri impressionanti. E in fondo a cambiare le abitudini di ognuno di noi.
Quanto le App siano entrate prepotentemente nella vita di tutti i giorni è ormai evidente. Un fenomeno autentico che ha prodotto business e innovazione, e che ha reso lo smartphone il device per eccellenza.

Un decimo compleanno che Apple ha deciso di celebrare fornendo dati storici. «Quando Apple ha presentato App Store il 10 luglio 2008 con 500 app – scrivono da Cupertino - ha acceso un fenomeno culturale, sociale ed economico che ha cambiato il modo in cui le persone lavorano, giocano, si incontrano, viaggiano e molto altro ancora. Nell'ultima decade App Store si è dimostrato un luogo sicuro per gli utenti di tutte le età per ottenere le migliori app ed una vivace economia di app per sviluppatori di tutte le dimensioni, provenienti da tutto il mondo. Oggi, i clienti di 155 paesi visitano l'App Store più spesso, restano più a lungo, scaricano e utilizzano più app che mai. Ci sono stati molti momenti importanti da quando le app sono arrivate per la prima volta su iPhone e in seguito su iPad e le testimonianze sottostanti riflettono alcune dei più significativi successi degli ultimi 10 anni, definendo il modo in cui App Store ha democratizzato la distribuzione del software e trasformato il modo in cui viviamo ogni giorno».

Secondo i numeri forniti da Apple durante l'ultimo WWDC, oggi l'App Store può contare su 20 milioni gli sviluppatori in tutto il mondo. E sono circa cento i miliardi di dollari corrisposti da Apple agli sviluppatori in questi 10 anni. Sullo store made in Cupertino, i visitatori a settimana sono 500 milioni. Secondo le statistiche pubblicate da App Annie, tra luglio 2010 e dicembre 2017 le app sono state scaricate più di 170 miliardi di volte, con una spesa complessiva sostenuta dagli utenti che supera i 130 miliardi di dollari.

Le dieci app più scaricate di sempre
Per il decimo compleanno, giusto fare un tuffo in quelle che sono le 10 app più scaricate di sempre. Quelle che, in sostanza, hanno fatto la storia del mondo mobile. E questa volta a sfregarsi le mani e Mark Zuckerberg, che piazza ben 4 applicazioni nelle prime cinque. La classifica dice che l'app più scaricata di sempre è Facebook, seguita da Facebook Messenger. A togliere la gioia del podio interamente composto da app prodotte a Menlo Park c'è YouTube, terza in classifica. Poi Instagram e WhatsApp. Sesto posto per Google Maps, seguita da Snapchat e Skype. Nona e decima posizione per due app del colosso cinese Tencent: WeChat e QQ.

Le app più redditizie di sempre
La musica cambia quando entrano in gioco i soldi. La classifica delle app più redditizie di questi dieci anni di App Store, infatti, vedono una regina incontrastata: Netflix, che ha generato quasi 1 miliardo di dollari solo dall'app presente nello store di Apple. Secondo posto (e non poteva essere altrimenti) per Spotify. Poi Pandora Radio, Tencent Video e Tinder. Sesto posto per la giapponese Line, seguita da IQIYI, Hbo Now, Kway e QQ.

Le app più scaricate e quelle più redditizie in 10 anni di App Store

Le aziende che hanno guadagnato di più
Altra statistica riguarda chi ci ha guadagnato di più. Spesso, del resto, si parla di quanto l'App Store abbia generato introiti. E allora ecco le aziende che hanno guadagnato di più dallo store di Apple. Se la classifica dei download vede un podio composto da Google, Facebook e Tencent, quella degli introiti porta al primo posto proprio il colosso cinese, che risulta l'azienda che ha maggiormente guadagnato in questi 10 anni. Dietro Tencent, l'americana InterActiveCorp. Chiude il podio Line, poco sopra Netflix (che paga il dazio di produrre una sola app).

© Riproduzione riservata