Viaggi24

Autunno nei parchi letterari italiani

Weekend

Autunno nei parchi letterari italiani

  • – di Francesca Pace

Visitare i luoghi che hanno fatto da quinta scenica alle più importanti opere letterarie italiane, percorrere i paesaggi italiani entrati nelle pagine più belle dei libri e osservare gli scorci che hanno ispirato generazioni di scrittori. E' l'idea insolita e affascinante proposta per la Giornata Nazionale dei Parchi Letterari italiani che si svolgerà il 23 ottobre. Per tutto il giorno, ogni Parco proporrà eventi, percorsi letterari e naturalistici e itinerari gastronomici, per rivivere i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori del nostro Paese. Città, piazze, paesaggi raccontati nelle loro opere sono divenuti patrimonio culturale e ambientale da proteggere, valorizzare e vivere attraverso un viaggio nella letteratura e nella memoria.

Tra i tanti eventi lungo tutta la Penisola, in Lombardia, nell'area del Parco Adda Nord, si ripercorrono i luoghi cari al Manzoni, dove è cresciuto, ha vissuto e che ha descritto nelle sue opere. Inaugurato lo scorso maggio, il parco si estende tra i territori rivieraschi dell'Adda, lungo il tratto a valle del lago di Como, dove è proposta l'apertura eccezionale della Biblioteca “Fondo Manzoniano”, letture manzoniane oltre a vistare i paesi di Pescarenico, Varenzago, Cassano, Canonica, citati nei Promessi sposi.
Nel Parco Petrarca e dei Colli Euganei si potrà fare una passeggiata letteraria con lo scrittore Paolo Gobbi a Villa Barbieri-Verson e un itinerario ad Arquà Petrarca, con la passeggiata guidata nel visita alla Casa del Petrarca e del borgo di Arquà. Percorsi sulla Via dei Santuari ed enogastronomici, in Liguria, nei luoghi di Eugenio Montale grazie all'evento “Vino CinqueTerre, musa d'arte e di paesaggio” che porterà alla scoperta degli angoli più suggestivi e degli edifici sacri più belli immersi nella natura ligure.

Proseguendo lungo lo Stivale, si arriva in Toscana dove colline, vigne, boschi, uliveti e pinete ombrose compongono il suggestivo scenario del Parco Letterario Giosue Carducci accanto ai borghi storici Castagneto Carducci, Bolgheri e Donoratico, dove il Poeta visse la sua “fanciullezza”. Per l'occasione, si potranno visitare il Museo Archivio e la Casa Museo di Carducci dove ripercorrere i momenti più importanti della vita e dell'attività letteraria del poeta, legata ai suoni e ai profumi della Maremma.
In Sardegna, e precisamente a Galtellì, in provincia di Nuoro, si trova il Parco Grazia Deledda. E' qui, nell'antica Galte, nei suoi colori e sapori, nei siti archeologici e nei panorami del Monte Tuttavista e del Golfo di Orosei, che si ritrovano le suggestioni del romanzo “Canne al vento” che più di tutti ha contribuito all'assegnazione del premio Nobel nel 1926. Basta una passeggiata tra la Cattedrale pisana e San Pietro, la casa delle dame Pintor, l'orto di Efix e gli eleganti palazzetti di quella nobiltà rurale decaduta per riconoscere le fonti di ispirazione della scrittrice.
E, ancora, in Lazio, a Ostia dove si trova il Parco Pierpaolo Pasolini creato all'interno di un'Oasi della Lipu, nel luogo dove lo scrittore fu ucciso nel 1975. Quello che un tempo era un campo abbandonato dell'Idroscalo, è diventata un giardino rigoglioso e protetto. All'interno si trova il monumento in memoria del poeta realizzato dallo scultore Mario Rosati dall'Idroscalo, attorno al quale passeggiare nella Riserva naturale del Litorale Romano tra realtà storiche, architettoniche e ambientali uniche, come Ostia Antica, la foce del Tevere, il borgo papale medioevale di Gregoriopoli e i villini liberty.

© Riproduzione riservata