Viaggi24

Dolce Cremona, la Festa del Torrone

Weekend

Dolce Cremona, la Festa del Torrone

  • – di Arianna Garavaglia
Piazza del Comune (fonte: Archivio fotografico Ufficio IAT Comune di Cremona)
Piazza del Comune (fonte: Archivio fotografico Ufficio IAT Comune di Cremona)

25 ottobre 1441, nella città di Cremona si festeggiano le fastose nozze di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. A chiusure della cerimonia viene servita a tavola un miscela di albume, miele e mandorle. Nasce così, secondo la leggenda, il torrone uno dei simboli della città lombarda che dal 19 al 27 novembre prossimo festeggia il suo dolce più famoso con oltre 250 eventi.
È la Festa del Torrone che prevede giochi, degustazioni, appuntamenti gastronomici e laboratori per bambini. Tra gli eventi storici, il 20 novembre in piazza del Comune, tocca alla rievocazione del matrimonio dei duchi di Milano del 1441 con centinaia di acrobati, sbandieratori, musicisti e figuranti in costume.

Molti anche gli appuntamenti di gusto con negozi, enoteche e locali aperti dove degustare torrone in tavolette, tortelli al torrone, ravioli marubini, provolone Valpadana, salame cremonese, grana padano, mostarda e salse con formaggi.

I giorni della Festa coincidono con diversi eventi. Tra gli appuntamenti “Cremona per Ugo” che celebra Ugo Tognazzi, attore nato in città nel 1922 e scomparso nel 1990. Per ricordarlo verranno proiettati diversi film, il documentario realizzato dalla figlia regista Maria Sole, sarà inaugurato l'archivio dedicato ai suoi lavori dall'università di Pavia e diversi ristoranti proporranno menù inspirati all'attore.
Appuntamento anche con la mostra dedicata a Janello Torriani, inventore del rinascimento in mostra con orologi e macchine fino al gennaio del 2017 al Museo del Violino.

La Festa è un'occasione per esplorare la città lombarda e la sua medievale piazza del Comune con gli edifici principali della città. Qui si trova un altro simbolo cittadino, il Torrazzo, torre in mattoni duecentesca alta 111 metri. La torre ha un orologio astronomico restaurato da Torriani nel 1529 e dalla sua cima si gode di una vista panoramica della città. In piazza si trova anche il Duomo di origine romanica con facciata in marmo e rosone duecentesco. La cattedrale del XII secolo ha subito aggiunte successive in stile gotico, rinascimentale e barocco. Tappa anche al Battistero, costruzione romanica a pianta ottagonale. Del XII secolo è anche il Palazzo Comunale, rimaneggiato nei secoli successivi.

© Riproduzione riservata