Viaggi24

Oman, la rosa del deserto

Grandi Viaggi

Oman, la rosa del deserto

  • – di Arianna Garavaglia
 Muscat (ph Oman Turismo)
Muscat (ph Oman Turismo)

È utilizzata per aromatizzare il caffè, per preparare i dolci e come base di profumi. È l’acqua di rose, uno dei prodotti più conosciuti del Sultanato dell'Oman.
Il periodo compreso tra la fine di marzo fino e la metà di maggio è il momento delle fioritura delle rose ai piedi del Jabal Al Akhdar, un massiccio parte della catena montuosa del Hajar che attraversa il nord del paese.
In queste settimane le famiglie dei villaggi montani raccolgono i petali dei fiori e in alcuni casi producono artigianalmente l'acqua di rose secondo una tecnica secolare.
Dopo la raccolta i petali vengono messi in una ciotola di argilla (borma) che contiene al suo interno un piccolo recipiente di metallo. Un altro contenitore di metallo pieno di acqua fredda copre l'apertura del borma. Il tutto viene poi messo sul fuoco e grazie alla produzione di vapore avviene la condensa nel recipiente più piccolo ottenendo quindi il distillato di acqua di rose.
Tra tutte le qualità di rose solo alcune vengono utilizzate per produrre l'acqua, la più utilizzata è la rosa damescena.

NIZWA, L'ANTICA CAPITALE
Al-Jabal Al Akhdar in arabo significa “montagna verde”, nome che deriva dai terrazzamenti coltivati delle sue pedici. Al-Jabal Al Akhdar dista una ventina di km da Nizwa e a 160 km dalla capitale Muscat.

Nizwa è l' antica capitale. La città si trova al centro di una grande oasi, nel punto di incontro delle piste dei carovanieri del Nord e del Sud. Nizwa mantiene un'architettura tipicamente omanita. Dalla torre del suo forte – costruito nel XVII secolo dal Sultano Bin Said - si ha una spettacolare panoramica sui palmeti e sulle montagne che la circondano. Nizwa è nota anche per il suo souq e per il grande mercato del bestiame del venerdì. 

MUSCAT
Muscat si estende ai piedi della catena montuosa del Hajar, sul Golfo dell'Oman. Un tour della città non può che partire da uno dei suoi luoghi simbolo: la Grande Moschea. La moschea è stata inaugurata nel 2011 e può accogliere 20mila fedeli. La sala di preghiera principale ha pareti e colonne in marmo di Carrara e facciate in stile persiano. Il lampadario che pende dalla cupola è formato da cristalli Swaroski e un tappeto persiano di 4250 mq fatto a mano da 600 tessitrici copre il pavimento. Tappa anche Royal Opera House, inaugurata sempre nel 2011. Il teatro ospita spettacoli di balletto, concerti di jazz e musica classica. Grazie alle sue facciate decorate Al Alam Royal Palace, il palazzo di rappresentanza costruito nel 1972, è uno dei luoghi più fotografati della città. Chiuso al pubblico si può vedere solo dall'esterno.
Da non perdere la corniche, il lungomare bordato di palazzi, moschee e locali, piacevole soprattutto al tramonto. La corniche arriva fino al porto di Muttrah dove i pescatori portano il loro carico. Muttrah è conosciuta soprattutto per il suo souq coperto dove si trova di tutto gioielli, tappeti, spezie, vestiti e Khanjar, i pugnali tradizionale decorati in argento e avorio. 

INFORMAZIONI
VIAGGI CON TOUR OPERATOR

I Viaggi di Boscolo propone il tour  di otto giorni “Oman: Deserto e Castelli” con tappe a Muscat, Wahiba Sands, Jabal Al Akhdar, Jabrin, Nizwa, Al Hamra e Muscat. Quote da 1.400 euro a persona. La tariffa include: volo di linea a/r trasferimenti per tutto il viaggio, 5 pranzi e una cena, pernottamenti con colazione negli alberghi selezionati e accompagnatori per tutta la durata del viaggio. Partenza da aprile a dicembre. Vai al sito
I Viaggi di Maurizio Levi propone il tour “Oman, Terra incognita”:9 giorni (con tre notti in tenda) con tappe a Muscat, Nizwa, Wahiba Sands, baia di Al Khaluf, Ras El Hadd, Sur, Muscat. Quote da 2720 euro in doppia. Partenza da sabato 15 e rientro domenica 23 aprile 2017 . Vai al sito 
Viaggi dell'elefante propone “Essenza dell'Oman”, 8 giorni con tappe a: Muscat, Jabel Shams, Wahiba Sands, Sur, Muscat. Da 2560 euro. Partenze: 30 aprile e 28 maggio. Vai al sito 

© Riproduzione riservata