Viaggi24

A Genova per l'apertura dei Palazzi dei Rolli

Mostre & Eventi

A Genova per l'apertura dei Palazzi dei Rolli

  • – di Arianna Garavaglia
Palazzo Spinola che ospita la Galleria Nazionale (foto Studio Leoni)
Palazzo Spinola che ospita la Galleria Nazionale (foto Studio Leoni)

Il weekend tra l'1 e il 2 aprile i Palazzi dei Rolli di Genova, patrimonio Unesco dal 2006, aprono le loro porte al pubblico per visite gratuite. Novità di questa edizione, la più ricca con ben 38 aperture, è l'opening di Palazzo Franco Lercari, Palazzo De Franchi (con gli affreschi di Bernardo Castello con le Scene della Gerusalemme liberata) e Palazzo Brancaleone Grillo.
In questa edizione dei Rolli Days sarà aperta al pubblico la collezione d'arte della Banca Carige con “Susanna e i vecchioni”, opera di Paolo Veronese.
Si conferma inoltre l'apertura di Villa del Principe, la fastosa residenza dell'ammiraglio Andrea Doria, capolavoro del Rinascimento italiano. Il Palazzo è uno dei più sontuosi della città. All'interno si trova il portico ornato da stucchi, la loggia degli Eroi e la Sala dei Giganti. Belli i giardini all'italiana con due fontane cinquecentesche

LA STORIA DEI ROLLI
I Palazzi sono il simbolo del secolo d'oro di Genova quando Andrea Doria, nel Cinquecento, stringe rapporti con la Spagna dell'imperatore Carlo V. Con l'oro delle Americhe gli armatori, i banchieri e i mercanti genovesi al servizio dell'imperatore decidono di costruire ville, palazzi e chiese di gusto rinascimentale e barocco. In questo contesto nascono i palazzi dei Rolli, un particolare sistema residenziale ufficializzato nel 1576 da un Decreto del Senato che promulgava un elenco dei palazzi (elenco degli Alloggiamenti pubblici o Rolli), riconoscendone il particolare pregio. Lo stesso decreto obbligava i proprietari a ospitare, a turno, visite di stato, in assenza di un palazzo reale. A seconda del grado di importanza dell'ospite veniva scelto un palazzo: più elevato era il grado di nobiltà dell'ospite più fastoso doveva essere il palazzo e più ricca la famiglia che aveva l'onore di accoglierlo.

LA VIA AUREA
La maggior parte dei Palazzi dei Rolli si trova tra Via Lomellini, Via San Luca, Via Cairoli, Via Balbi e Via Garibaldi.
In via Garibaldi, la “Via Aurea”, si trovano i palazzi più noti come Palazzo Bianco, costruito a metà del ‘500 per volere di Luca Grimaldi, membro di una delle più importanti famiglie genovese, e ristrutturato nel ‘700. Palazzo Bianco è sede della Galleria che ospita opere di Caravaggio e Canova, i fiamminghi Hans Memling, Rubens, Van Dyck e lo spagnolo Murillo.   Sempre in via Garibaldi si incontra Palazzo Rosso, edificio barocco del 1677. Anche questo edificio ospita una galleria le cui sale mantengono l'origine nobiliare della struttura con pareti affrescate e arredi sontuosi. Tra gli artisti in mostra Dürer, Veronese, Guercino e Van Dyck.
In via Garibaldi, al civico 3, si trova anche Palazzo Franco Lercari, novità di questa edizione. Il palazzo fu fatto costruire nella seconda metà del ‘500 da Franco Lercari e fu acquistato tre secoli più tardi dagli attuali proprietari, la famiglia Parodi.

La seconda edizione di quest'anno si svolgerà il 14 e 15 ottobre 2017.

© Riproduzione riservata