Viaggi24

Sulle tracce di Banksy e dei suoi “fratelli”

GRAFFITI HAPPENING

Sulle tracce di Banksy e dei suoi “fratelli”

  • – di Luisanna Benfatto

L’identità di Banksy non è ancora stata svelata anche se gli indizi su Robert Del Naja, cantante dei Massive Attack, trovano sempre più conferme. Proprio a Bristol, città natale del cantante dove ci sono molti suoi graffiti, si tiene ogni anno a fine luglio l’Upfest, happening dedicato alla street art, dove però non si è mai palesato con la faccia scoperta.

Banksy potrebbe invece fare un’apparizione a Ferrol. Così sperano gli organizzatori che hanno lanciato un appello proprio su un quotidiano italiano affinchè l’artista disegni sui muri del quartiere di Canido una libera interpretazione de “Las Meninas” di Diego Velázquez. Nel paesino galiziano ,dal 2 al 3 settembre, si tiene infatti da otto anni un raduno di artisti che possono abbellire le mura del quartiere a loro piacimento a patto che si ispirino al famoso quadro del pittore spagnolo conservato al museo del Prado. Averlo tra gli autori aumenterebbe la visibilità del bairro come meta turistica. Per il momento un pezzo di muro grigio con dedica “Reservado para Banksy”, aspetta di essere riempito.

2-3 settembre El Canido Ferrol (Spagna)
Info su: http://lasmeninasdecanido.com/

Si chiama invece BLOOP International Proactive Art Festival l’happening che si svolge a fine agosto (questa è la settima edizione) in tutta l’isola delle Baleari a cui partecipano numerosi street artist come il messicano Spaik e il greco Ino. Armati di bombole e scale gli artisti realizzano murales, il cui tema quest’anno è changes, che si possono ammirare in diversi punti dell’isola (tunnel e sottopassaggi, zone periferiche) in luoghi lontani da quelli comunemente frequentati dal popolo delle discoteche. Il progetto che si chiama OpenAir GAllery è consultabile anche online.

Ibiza 23 agosto-9 settembre
Info su http://www.biokiplabs.com/bloopfestival2017/

Si svolge dal 21 al 26 agosto, e siamo alla terza edizione, a Crans Montana in Svizzera il Vision art Festival il cui slogan è “portare la street art a nuove altitudini”. Anche qui spray artist da tutto il mondo (tra i tanti la russa Lori Zombie, l’italiano Agostino Iacurci, il venezuelano Koz Dos) abbelliranno, tra le vette alpine con graffiti e stencil, funivie, case cantoniere abbondonate e impianti.

Crans Montana 17-27 agosto
Info su Vision Art Festival

Sarà invece a Modena, al festival Filosofia, dal 15-17 settembre l'artista Eron, pioniere dell'arte urbana e del writing in Italia. Ad perpetuam rei memoriam è il titolo dell'opera che Eron realizzerà durante i tre giorni per la facciata di Palazzo Santa Chiara in occasione dei 2.200 anni dalla fondazione (183 a.C.) di Mutina. Lo street writer, uno dei “fratelli” nostrani di Banksy, ha dipinto ed esposto in diverse parti del mondo: Chelsea Art Museum (New York), Biennale di Venezia, Horizon One Gallery - Museum of Modern Art di (El Cairo), PAC (Milano), Civic Centre Ozumba of Lagos – (Nigeria), Blue Project Foundation - (Barcelona), MACRO (Roma), NuArt Fes$val (Norvegia), Hamlet Festival (Danimarca), Palazzo delle Esposizioni (Roma), Italian Cultural Institute (New York). Molti suoi graffiti si trovano tra Rimini, Riccione, San Marino e Bologna.

Modena, festival della Filosofia, 15-17 settembre
Info su http://www.festivalfilosofia.it/

Dal 6 settembre al 15 ottobre anche la Reggia di Caserta ospiterà nelle sue stanze le opere di street artist. La collettiva “Room Service”, curata da Pia Lauro, sarà realizzata con interventi site specific degli artisti internazionali Rero, HaloHalo, Sbagliato, 2501 e Lucamaleonte, (writer romano che ha partecipato al Cans Festival organizzato da Banksy a Londra nel 2008). A ognuno di loro verrà offerta una stanza degli appartamenti storici e lasciare una traccia, per interrogare l'identità di quei luoghi e consegnare al pubblico nuove chiavi di lettura sul presente e la realtà.

Reggia di Caserta, Room service, 6 settembre-15 ottobre
Info su: http://www.arte.it/

Sarà visitabile invece fino al primo ottobre la mostra “Cross the Streets” dedicata al fenomeno del Writing e della Street Art, che tira le fila del fenomeno artistico e mediatico fra i più influenti degli ultimi quarant'anni. Al Macro sono esposte una selezione di artisti e opere molte delle quali sono site specific come quella dell'artista franco americano WK Interact che permettono allo spettatore di avere una panoramica più chiara possibile della nascita e dell'evoluzione del fenomeno artistico.

MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma, dal 7 maggio all'1 ottobre Info su: http://www.museomacro.org/

C’è ancora tempo fino al 31 ottobre per visionare al Moco Museum di Amsterdam, nuovo museo di arte contemporanea aperto lo scorso annno, la mostra monografica su Banksy “Laugh Now”. Esposti 50 lavori originali del misterioso artista inglese compreso il murale, acquisito dalla propietà, Heart Boy installato nel giardino antistante il museo e il quadro “Beanfield”.

Moco Museum, Amsterdam, fino al 31 ottobre
Info su: https://www.mocomuseum.com/banksy-amsterdam


© Riproduzione riservata