Viaggi24

Ghiacciato e shakerato, il quartier generale di James Bond è a 3000…

CINEMA AD ALTA QUOTA NEL COVO DELL’AGENTE oo7

Ghiacciato e shakerato, il quartier generale di James Bond è a 3000 metri

  • – di Luisanna Benfatto

E' ancora avvolta nel mistero l'esperienza top secret che tutti i fans dell'agente 007 potranno provare a fine dicembre o al massimo a inizio 2018 nella pancia della montagna del Gaislachkogl a Sölden, località rinomata per la Coppa del Mondo di sci.

Per ora si conoscono il nome “007 ELEMENTS” e i rendering del progetto in costruzione. Si tratta di un fabbricato a due piani di 1300 m² posto a 3050 metri di quota, collegato con un tunnel al ristorante gourmet Ice Q e raggiungibile con la più veloce cabinovia monofune d'Europa che in meno di 9 minuti collega il paese a quota 1.362 metri alla vetta (2.283 metri). All'interno di questi spazi non è ancora chiaro quello che attenderà il visitatore anche se l'esperienza si preannuncia emozionante. Oltre alla vista mozzafiato sui monti che hanno fatto da sfondo alle imprese cinematografiche di Daniel Craig in “Spectre” le anticipazioni dicono che verrà inscenato un percorso sensoriale su tutto il mondo di James Bond.

Ci saranno una sala dedicata alle Bond Girls, una ai numerosi cattivi, una colonna sonora ad hoc e il resto è ancora, nelle migliori tradizioni del personaggio, top secret. Uniche tracce quelle del web. Sul sito 007.com e su quello di Soelden verranno forniti prossimamente orari e modalità per accedere al covo segreto dell'agente di Sua Maestà, che a distanza di anni continua ad affascinare. Il progetto è nato da una collaborazione tra il direttore creativo Neal Callow (anche art director di Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre) e Tino Schaedler, il direttore creativo dell'agenzia Optimist Inc.

Lo spazio è stato progettato dall'architetto tirolese Johann Obermoser, lo stesso che ha firmato il ristorante futuristico che si trova in cima al Giaslachkogl e le cabinovie Gaislachkoglbahn e Giggijochbahn. Gli sponsor dell'iniziativa sono EON Productions, Metro-Goldwyn-Mayer, che detiene tutti i diritti dei film di James Bond, e gli impianti di Sölden.

© Riproduzione riservata