Viaggi24

EICMA, cinque itinerari in moto imperdibili in Lombardia

VIAGGI A DUE RUOTE

EICMA, cinque itinerari in moto imperdibili in Lombardia

  • – di Simonluca Pini

La 75° Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo ha aperto i battenti a Milano. Dal 7 al 12 dicembre EICMA diventa il punto di riferimento per gli appassionati a due ruote, grazie alle oltre 150 anteprime mondiali in programma e ai ben 1.626 espositori totali. Se una visita all'interno dei 18 padiglioni è una tappa obbligatoria per ogni appassionato di moto, la trasferta milanese è l'occasione ideale per scoprire le strade attorno al capoluogo lombardo. Grazie alla guida di Viaggi 24 potrete organizzare un giro in moto con partenza o destinazione dalla fiera di Rho, sede di EICMA 2017.

Fiera Milano – Mandello del Lario
Il primo itinerario che vi proponiamo è un omaggio alla Moto Guzzi, storico marchio fondato il 15 marzo 1921 da Carlo Guzzi e Giorgio Parodi. Il tragitto proposto vi farà puntare il manubrio della vostra moto verso Mandello del Lario, luogo dove quasi 100 anni fa iniziò la produzione Moto Guzzi. Punto di forza dell'itinerario è la lunghezza contenuta, con una distanza complessiva inferiore agli 80 chilometri e un tempo senza soste di circa due ore. Nel dettaglio, dopo la partenza dalla fiera si entra in A4/E64 per poi uscire a Cinisello B.-Sesto S.G verso Cinisello B.-Sesto S.G. Dopo mantenere la destra al bivio, seguire le indicazioni per Monza/Lecco ed entrare in Strada Statale 36 del Lago di Como. Una volta raggiunto Monza si punta verso Vimercate, per poi arrivare a Casatenovo. Dopo una veloce sosta si riparte in direzione Barzanò, Cologna-Caraverio e Galbiate, dove si inizia a sentire la vicinanza con il lago di Lecco, ramo del Lago di Como. Arrivati a Pescate prendiamo la statale 36 e attraversiamo il lago prima di arrivare a Lecco. Da qui saremo accompagnati dal passaggio lacustre che si staglia sulla sinistra, mentre ci avviciniamo a Mandello del Lario. Dopo aver preso l'uscita per Varenna/Mandello/Abbadia Lariana, prendiamo Via Nazionale e puntiamo a dove è nato il mito Moto Guzzi. Una volta arrivati, dopo aver scattato una foto ricordo davanti agli storici stabilimenti, è consigliata una visita al Museo Moto Guzzi.

Milano – Locarlo – Fiera Milano
Come secondo itinerario il tempo in sella aumenta in modo importante, con un tragitto lungo 265 chilometri e un tempo stimato di oltre cinque ore e mezza. Protagonista del nostro tour è il Lago Maggiore, che ci porterà in Piemonte e sconfinare in Svizzera, per poi ritornare in Italia con destinazione Fiera. La prima tappa del nostro viaggio è Arona, cittadina in provincia di Novara ubicata sulle sponde del lago dove vale la pena farsi un giro a piedi nel centro storico. Ripresa la moto puntiamo in direzione Isola Bella, prestando attenzione ai tanti ciclisti presenti sulla strada. Fermandoci sulla costa possiamo ammirare l'isola dove spicca il giardino all'italiana del Palazzo Borromeo. Dopo l'immancabile foto di rito ci rimettiamo il casco e ci dirigiamo verso Intra, per poi puntare a nord in direzione Cannobbio. Seguendo la costa del lago arriviamo a Locarno, dove ci fermiamo in uno dei tanti bar sul lago per riprendersi prima del prossimo tratto decisamente guidato. Lasciata la cittadina elvetica arriviamo a Vira e prima di raggiungere Biegno percorriamo un tratto guidato molto piacevole. Ritornati sul territorio italiano passiamo Biegno e puntiamo verso Maccagno con Pino e Veddasca. Riprendiamo il lungo lago e raggiungiamo Luino, ultima località lacustre nel nostro giro. Da qui riprendiamo la strada verso Milano, passando dal Parco Cinque Vette e dal Parco Regionale Cinque Vette.

Milano – Passo dello Stelvio
Questo itinerario è consigliato farlo tra primavera ed estate, perché in base alle condizioni climatiche il Passo dello Stelvio viene normalmente chiuso a partire da inizio novembre. La bellezza del percorso lo rende però una meta imperdibile per gli amanti delle due ruote, grazie ad una delle strade più affascinanti al mondo. Partendo sempre dalla Fiera di Milano puntiamo verso Monza e dopo verso Lecco, percorrendo un lungo tratto che costeggia il ramo di Lecco del Lago di Como. Una volta presa la Strada Statale 38 dello Stelvio ci dirigiamo verso Bormio, dove vi consigliamo di fermarsi a pranzo e di assaggiare gli imperdibili pizzoccheri. Da qui preparatevi a un tratto di strada decisamente impegnativo. Dal versante lombardo si percorrono una quarantina di tornanti su una strada piuttosto larga e si sale per circa 22 chilometri in un tempo di circa mezz'ora. Anche in questo caso prestate grande attenzione non soltanto al traffico di motociclette, ma anche di biciclette, automobili e camper che salgono e scendono. In totale, una volta arrivati al Passo dello Stelvio, si saranno percorsi oltre 220 chilometri per un tempo stimato (senza soste) di quasi tre ore e mezzo.

Milano – Genova
Il quarto itinerario vi porterà dalla Fiera di Milano al mar ligure, passando da un luogo “culto” per i motocilisti: la Val Trebbia. In questo caso il chilometraggio totale supererà i 230 chilometri, per un tempo totale di oltre quatto ore e mezza. Partendo da EICMA puntiamo la moto in direzione Passo Penice, dove bisognerà stare attenti al lungo elenco di autovelox. Da qui il numero di motociclisti “smanettoni” aumenterà in maniera esponenziale, grazie ad un percorso ricco di curve che metterà alla prova la ciclistica della moto. Seconda tappa del nostro quarto itinerario sarà Bobbio, meta prescelta per la pausa pranzo. Giunti a Bobbio, si incrocia la SS45 e da qui, girando a destra, si entra finalmente in Val Trebbia. Proseguendo si passano vari e caratteristici paesini come Marsaglia, Losso o Ponte Organasco, dove ogni bar è punto di ritrovo di motociclisti. Da qui decidiamo di chiudere il nostro tragitto raggiungendo Genova e di rilassarsi con la vista sul mare.

Milano – Lago d'Iseo
L'ultimo itinerario con partenza da ECIMA vi porterà sul Lago d'Iseo, abbinando il piacere di un viaggio in moto alla visita delle cantine vinicole in Franciacorta. Con un tragitto di sola andata si percorreranno poco meno di 120 chilometri per un tempo totale di circa due ore pause escluse. Prima tappa del nostro percorso è Palazzolo sull'Oglio, comune in provincia di Brescia. Come seconda tappa si arriverà ad Erbusco, località nel cuore del Franciacorta e ricco di cantine vinicole. Se non avete esagerato con i bicchieri bevuti (una visita ai produttori è una tappa fissa) si punta verso il lago d'Iseo dopo aver passato da Capriolo e Clusane. Attraversata la Riserva Naturale Torbiere del Serbino, riprendiamo la strada che costeggia il lago passando da Iseo per poi arrivare a Sulzano, ultima tappa del nostro itinerario.

© Riproduzione riservata