Viaggi24

Evoluzioni sui pattini: ecco dove sono le piste su ghiaccio più belle

DIVERTIRSI A NATALE

Evoluzioni sui pattini: ecco dove sono le piste su ghiaccio più belle

  • –Redazione Viaggi24
Rockfeller Plaza, New York. (Marka)
Rockfeller Plaza, New York. (Marka)

Il pattinaggio artistico su ghiaccio è una bellissima disciplina, da vedere in tv. Più difficile risulta invece praticarlo, anche se non impossibile. Basta seguire poche regole: guanti obbligatori, abbigliamento adeguato, tenersi al corridoio per i primi giri, con le ginocchia leggermente piegate e poi buttarsi in avanti cercando di mantenere l’equilibrio. Dopo un paio di giri e cadute, inizia il divertimento. Ecco un elenco delle piste su ghiaccio con viste spettacolari.

Milano: sul ghiaccio tra i grattacieli
La pista di piazza Gae Aulenti è piccola, se paragonata ai grattacieli che la circondano, ma è ideale per principianti e bambini. Il 2 dicembre inaugura anche il “Villaggio delle Meraviglie” ai Giardini di Porta Venezia con due piste a disposizione dei più piccoli. Dal 1 dicembre al 28 gennaio è attiva ancha la pista nel Palazzo della regione Lombardia con esibizioni e spettacoli con tante associazioni sportive del territorio, dimostrazioni di pattinaggio artistico sul ghiaccio, e le lezioni di pattinaggio indirizzate ai neofiti. Dal 7 dicembre al 28 gennaio è invece praticabile quella ai Bagni Misteriosi. Dove la piscina si trasforma in una galleggiante patinoire di ghiaccio dove pattinare e rilassarsi bevendo una cioccolata o un vin brulé. Biglietti 5 euro, noleggio pattini 3 euro.

Romagna: in riva al mare
A Milano Marittima dal 2 dicembre c’è la rotonda di ghiaccio più grande d’Europa e dalla stessa data verrà inaugurata la pista Riccione Ice Carpet lunga oltre 140 metri in viale Dante. A Rimini nella zona Porto vi aspettano invece due piste di pattinaggio di 750 mq.

Firenze: in riva all’Arno
Al Firenze Winter Park, dal 26 ottobre fino al 25 febbraio, sono fruibili due piste di pattinaggio: una principale, che misura 18 metri x 38 metri, e una di dimensioni più ridotte per i più piccoli e i principianti sulla quale è possibile anche praticare l'Ice Stock, uno sport della stessa famiglia del curling adatto a grandi e piccini, che non richiede l'utilizzo dei pattini.

In riva al Lago Maggiore
Aperta dal 18 novembre ad Arona la pista che si affaccia sul lago Maggiore mentre a Pallanza è in funzione dal 24 novembre la pista di 500 metri quadrati di ghiaccio sul lungolago a fianco dell'imbarcadero.

Vienna: sulla piazza del Municipio
Da gennaio a marzo la Piazza del Municipio si trasforma in una enorme pista di ghiaccio di 8.500 m² la Wiener EisTraum. Tutti i giorni dalle 9 alle 22 si pattina accompagnati dalle hit più gettonate intervallate da qualche valzer. Dal 27 novembre al 18 gennaio è già attiva una pista di ghiaccio più piccola. Il plus qui sono il noleggio di pattini preriscaldati ad aria calda.

Amsterdam: danzando sul ghiaccio al Museumplein
Nei Paesi Bassi il ghiaccio e l’inverno ricordano «Pattini d’argento», il best seller della scrittrice statunitense Mary Mapes Dodge. Ma ad Amsterdam e dintorni la tradizione è rimasta, anche oltre le pagine letterarie. Nella capitale si possono indossare le scarpette nella pista allestita al Museumplein, la «piazza dei musei» dove si affacciano il Rijksmuseum e il Van Gogh. L’impianto è aperto sette giorni su sette, dallo scorso 18 novembre al 18 febbraio 2018. Maggiori informazioni sul sito I am Amsterdam.

A Parigi, dalla Torre Eiffel agli Champs-Elysées
Cosa c’è di più suggestivo di pattinare a Parigi, di inverno? Se riuscite a superare coda e freddo, nulla. La capitale francese si riempie per tutta la stagione invernale di piste allestite in alcuni degli angoli più frequentati dai turisti, dagli Champs-Elysées alla torre Eiffel dove è prevista una pista temporanea su un piano intermedio della torre. L’orario è dalle 10:30 di mattina alle 22:30 di sera. Qui i dettagli sulle varie opportunità.

C’è del ghiaccio in Danimarcatra i reali
Forse è più naturale pensarsi a bordo pista a Copenaghen, dove la temperatura scende a livelli ben più rigidi del nostro inverno. C’è tempo fino al 28 febbraio per destreggiarsi sui pattini a Frederiksberg Runddel, uno spazio che fronteggia il Frederiksberg Garden: il giardino del XIX secolo che fa da ingressi al palazzo dei reali di Danimarca. L’ingresso, accessibile fino a un’ora prima della chiusura, costa solo l’equivalente di 6 euro.

Ci vediamo alla Somerset House
Siete già stati a Londra e siete stanchi del percorso fisso fra Piccadilly, Westminster, Buckingham Palace e i mercatini di Camden Town? Potrebbe prendervi una pausa sui pattini, ci sono una decina di piste sparse nella città. Una delle più scenografiche è a Somerset House: la pista allestita fino a metà gennaio di fronte allo storico edificio neoclassico, in parte proprietà dell’ateneo King’s College. I costi partono da 7,5 sterline con la possibilità di impratichirsi con qualche lezione prima di buttarsi in pista.

A New York, sui pattini a Central Park
Alzi la mano chi è del tutto insensibile al fascino di New York, soprattutto a Natale. Se poi ci si mette una pista di pattinaggio nel pieno di Central Park, il parco nel cuore della Grande Mela, il pretesto per un viaggio oltreoceano diventa davvero invitante. Il costo di qualche ora sui pattini nel Parco è dai 5 ai 12 dollari e l’impianto è aperto 7/7 e nei weekend anche fino alle 23. Preferite i grattacieli, meglio se scolpiti nella storia di New York? Allora è meglio dare un occhio alla pista ai piedi del mitico Rockfeller Centre, ricavata ai piedi dell’edificio che porta il nome del miliardario americano.

© Riproduzione riservata