Viaggi24

C’era una volta il Ritz: in mostra e poi all’asta 10.000…

  • Abbonati
  • Accedi
A PALAZZO CRESPI A MILANO

C’era una volta il Ritz: in mostra e poi all’asta 10.000 oggetti del leggendario hotel di Parigi

“Il Ritz è casa mia” lo affermava Coco Chanel che si trasferì in una suite al 15 di Place Vendôme nel 1937 fino alla morte avvenuta nel 1971. Il Ritz di Parigi è stato il quartier generale prima di Proust, poi di Hemingway, F. Scott Fitzgerald, del duca e la duchessa di Windor, di Maria Callas, dei Rockfeller e poi dei divi del cinema internazionale. Il primo hotel di lusso della storia inaugurato il primo giugno del 1898, ha riaperto i battenti nel 2016 dopo un profondo restauro durato quattro anni. Il restyling d’obbligo in una struttura di 120 anni, è stato affidato dal proprietario Mohamed Al Fayed all’architetto francese Thierry Despont che è riuscito a ridare vita alla leggenda con nuovi spazi, servizi e mobilio.

Ma che ne è stato degli arredi d’epoca tutti marchiati Ritz che per molti anni sono stati parcheggiati in container e non hanno fatto ritorno a Place Vendôme? I diecimila oggetti organizzati in circa 3.500 lotti verranno messi all’incanto a Parigi dal 17 al 21 aprile. Prima però saranno esposti nelle sale del quartier generale della casa d’aste Artcurial, all'hotel Marcel Dassault, sulla Rond-Point des Champs Elysees. Alcune delle eleganti tolette, orologi, poltrone regali, sgabelli da bar, lanterne e dei vari manufatti dell’artigianato francese d’epoca si potranno ammirare in anteprima anche a Milano. Dal 20 al 25 marzo Artcurial ha organizzato una mostra evento a Palazzo Crespi dove saranno esposti 14 lotti.

Qui, nelle stanze di una delle poche abitazioni patrizie milanesi ancora integre e visitabili, grazie alla decoratrice di interni Fede Lorandi, si potranno osservare da vicino alcuni frammenti del lusso targato Ritz come l'importante tavolo in stile regénce con piano in marmo rosso ed elaborate decorazioni fitomorfe (stima d’asta: 3.000 – 4.000€), il servizio in porcellana da sei persone per tè e caffè, (stima: 300 - 500€), fino all'elegante letto da riposo diurno, in velluto blu orizzonte e legno laccato nero con volute dorate (600 - 800€).

© Riproduzione riservata