Viaggi24

Travolti da un insolito destino: due artisti globetrotter raccontano…

  • Abbonati
  • Accedi
PRETZIADA

Travolti da un insolito destino: due artisti globetrotter raccontano l’amore per la Sardegna

La Sardegna vista dagli artisti di Pretziada
La Sardegna vista dagli artisti di Pretziada

“Si parla spesso dell'isolamento della Sardegna, della difficoltà di raggiungerla. Oggi ci vuole soltanto un volo di circa un'ora dalla maggior parte delle città europee. Sarà forse perché arrivarci è solo la prima tappa del viaggio che comprende esplorazione, apertura e antropologia. Noi siamo arrivati tre anni fa sull'isola per viverci - io, originaria della California, e Ivano, milanese di nascita e sardo di origini. Avevamo frequentato l'isola per anni; Ivano aveva passato ogni vacanza qua da quando era nato. Ma solo vinvendola giorno dopo giorno, abbiamo cominciato ad amarla.

Chiaramente si parla di un percorso ancora in essere: come noi ci stiamo ancora conoscendo dopo dodici anni di matrimonio, allo stesso modo stiamo ancora conoscendo quella che oggi mi sento di chiamare la nostra isola. L'isola è tante isole e ogni zona ha le sue meraviglie. Conoscerne una, non basta.

Kyre Chenven

Quello che segue è una breve lista di luoghi da visitare, non esaustiva, poiché ogni parte della Sardegna offre numerose possibilità per il visitatore rispettoso e curioso di entrare nella sua magia.

La pietra
Non c'è materiale che più rappresenta la Sardegna della pietra - dura, impenetrabile, resistente, bella. Dal granito rosa di Pantaleo al marmo bianco di Orosei al basalto nero di Sedilo, la pietra cambia colore e consistenza, ma non la sua forte presenza.

Ci sono numerosissimi siti archeologici in ogni angolo - sono più di 7000 i nuraghi sull'isola. Visitare un sito ci aiuta a conoscere un popolo ancora nascosto, incompreso. Visitarne due inizia ad insegnarci della sua complessità e potere. Visitarne tre o di più e nasce una meraviglia per la storia di un popolo che univa tutta l'isola dal nord al sud - una cosa che da 4000 anni non è mai più successa.
Nuraghe Losa
Barumini
Montessu
Pozzo di Santa Cristina
I Giganti di Monte Prama
Monte d'Accoddi
Tomba dei Giganti Lu Brandali
Tomba dei Giganti Coddu Vecchiu
Tuvixeddu
Tiscali

I musei
In Sardegna, sembra che ogni paesino abbia un museo. Il nostro paese, Santadi, abitato da 3500 anime, ne ha tre. Al primo pensiero potrebbe sembrare la verifica del detto, “kentu concasa, kentu berittuasa” (cento teste, cento capelli). Però in Sardegna esiste un rispetto per il sapere antico che non è facile trovare altrove. E quindi ognuno dei musei che abbiamo visitato sull'isola si dimostra estremamente preparato, e capace di regalare informazione ed emozioni inaspettate. Potrebbero mancare la conoscenza delle lingue, la segnaletica, e l'orario, ma l’expertise la troverete.

Museo Nivola
Museo dell'Intreccio Mediterraneo
Museo Etnografico di quasi ogni paese, con menzione speciale al museo di Nuoro
Stazione dell'Arte (Maria Lai)
Museo delle Maschere Mediterranee MAN
I diversi musei del mondo minerario in Carbonia-Iglesias
Fondazione MACC

La cucina
Non è difficile mangiare bene in Sardegna e ci sono tanti altri piatti da conoscere oltre ai malloreddus e proceddu (o porceddu il piatto simbolo della tradizione sarda viene chiamato in modi diversi a seconda della zona). I prodotti sono genuini e autocotoni, difficili da trovare fuori dall'isola - basta semplicemente chiedere ai locali. Il nostro paesino, Santadi, conta una cantina, un caseificio, due macellerie che producono salumi eccellenti, quattro panifici e numerosissimi piccoli produttori di carciofi, agnello, formaggi e, certo, anche il famoso maialetto. Per chi desidera fare l'esperienza culinaria per l’eccellenza vi consigliamo di fare visita a Roberto Petza, che anni fa si è dedicato alla creazione di un mondo tutto suo nella zona ruralissima di Siddi.

Un mondo perché Petza non si è limitato a creare un'esperienza all'altezza di una stella Michelin con produzione dei propri ingredienti, pane, formaggio, e piatti sorprendenti. Il cuoco ha anche aperto una scuola di cucina per studenti internazionali, una pizzeria con una lista di pizze innovative in termini di ricerca e accostamenti e un bed & breakfast (con una colazione che la sottoscritta non ha mai trovato altrove in Italia).

S'Apposentu, Pizzeria Sa Scolla e Sa Domu de Tzia Ernesta
Su Gologone
Fattoria Cuscusa
Bresca Dorada
Bar Centrale Gelateria Marrubiu
Originis, Cagliari

La Sardegna dei Pretziada

La natura selvaggia
Non saprei spiegare la necessità di aggiungere la parola “selvaggia” alla descrizione della natura di quest'isola. Per definizione, la natura non potrebbe essere altro. Però forse c'è una forza nelle piante mediterranee che ci trasmette emozione - la capacità di vivere in mezzo alle rocce impenetrabili, la resistenza al vento prepotente del Maestrale, l'insistenza di una pianta spinosa, attorcigliata, orgogliosa. Comunque sia, nei boschi della Sardegna, ci si sente soli ma allo stesso tempo accompagnati da uno spirito ribelle.

Parco Nazionale del Gutturu Mannu
Su Gorropu
Parco della Giara
Cascate Piscina Irgas
Parco dei Sette Fratelli
La Nurra
Massicco del Gennargentu

Gli artigiani
Il nostro lavoro di artisti si concentra sugli artigiani, che fanno fatica a sopravvivere. Ci sono ancora delle piccole realtà in Sardegna che nonostante tutto, continuano a fare il loro lavoro e danno speranza. Qui c'è una particolare attenzione al dettaglio non comune, insieme a un'aderenza alla tradizione che, a volte, può essere anche esasperante. Però i sardi, coscienti o no, vengono da una lunga cultura orale, dove le tradizioni per sopravvivere debbono rimanere invariate il più possibile. E quindi prestano molta attenzione a come si fanno certe cose. Noi cerchiamo, seguendo le tracce del passato, di dare il nostro contributo originale”.

Un artigiano al lavoro nel suo laboratorio sardo

Casa Lussu
La Robbia
Su Trobasciu
Salvatore Goddi
Franco Corrias
Mariantonia Urru
Floris Campanacci
Walter Usai

Chi sono gli autori 
Il testo raccolto è opera di Kyre Chenven e Ivano Atzori che fanno parte del collettivo artistico Pretziada (preziosa in sardo). Pretziada è un progetto interdisciplinare che esplora e connette fotografia, design, viaggi che vuole preservare e far conoscere le tradizioni culturali e artigianali mediterranee. Fondato da Kyre Chenven, scenografa e scrittrice californiana, e Ivano Atzori, artista milanese, ha base in Sardegna. La coppia è stata appena premiata con il The Design Prize nella categoria BEST DESIGN NEWCOMER al Salone del Mobile 2018.

© Riproduzione riservata