Viaggi24

Tutti gli appuntamenti di Via Francigena, il festival europeo dei cammini

  • Abbonati
  • Accedi
DA GIUGNO A SETTEMBRE

Tutti gli appuntamenti di Via Francigena, il festival europeo dei cammini

Francigena, marcia nelle terre mutate
Francigena, marcia nelle terre mutate

Viandanti, pellegrini e flâneur: il passo lento, lo sguardo contemplativo e curioso, la mente aperta, lungo sentieri che uniscono luoghi, paesaggi e visioni. Un viaggio da Canterbury a Roma. Quasi 2000 km, passando dalla Francia e dalla Svizzera, come fece nell'anno 990, in 80 tappe, l'Arcivescovo Sigerico, per ritornare in Inghilterra dopo l'investitura del Pallio Arcivescovile da parte del Papa Giovanni XV nella Città Eterna. E da San Pietro verso sud, fino a Brindisi, direzione Terra Santa. A piedi, in bicicletta, a cavallo.

È all'ottava edizione il festival europeo Via Francigena, cammini, ways, chemins, collective project 2018” diretto dall'architetto Sandro Polci e promosso dall'Associazione europea delle Vie Francigene, con la collaborazione dell'associazione Civita: un cartellone ricco di iniziative per raccontare e valorizzare i territori attraversati dai cammini e dagli itinerari culturali del Consiglio d'Europa, in sintonia con l'Anno europeo del patrimonio culturale e l'Anno del cibo italiano, proclamato dal Mibact.

Cammino. Il cibo dell’anima
“Cammino. Il cibo dell'anima” è il tema intorno al quale ruotano le manifestazioni. Celebrano il paesaggio agricolo, le sue naturali mutazioni, le culture materiali. «Un immenso patrimonio su cui riflettere, da tutelare e da godere in tutta la sua bellezza grazie ai cammini storici, di fede e di natura, che sono il modo più adeguato di fruire il patrimonio paesaggistico e culturale», ha dichiarato Massimo Tedeschi, presidente dell'Associazione europea delle Vie Francigene. Obiettivo del festival, non solo fare sistema, creando connessioni tra cammini, turismo ospitale, integrazione. Ma anche diffondere lo spirito di condivisione che anima i pellegrini. Sono 30mila i camminatori che percorrono la via Francigena ogni anno, 400 mila i pernottamenti nelle regioni interessate.

Natura e rinascimento urbano
Escursioni, visite guidate, outdoor e promozione di prodotti tipici, eventi culturali, mercatini, campi di volontariato, tra natura e rinascimento urbano, infiorate e street art, musica e mestieri, da Treviso a Matera, da Bologna a Sutri. Trekking a Montalcino il 21 giugno per assistere al solstizio d'estate. E avventure mistiche lungo i sentieri spirituali dell'Alto Adige. O quelli delle fragole intorno al lago di Nemi, tra gessi a calanchi in Emilia Romagna, fino ai campi di volontariato nella spiaggia dell'Isola dei Conigli di Lampedusa, riserva naturale e sito di deposizione della tartaruga marina Caretta caretta (16 al 25 giungo).

Una App con 45 tappe
Come scegliere fra le tante avventure in programma? C'è una App che segnala da Colle del Gran San Bernardo a Roma 45 tappe della via Francigena, con mappe, tracce e descrizioni precaricate, consultabili anche in assenza di Internet. È stata realizzata in collaborazione con le regioni della Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e i cantoni Vaud e Vallese della parte svizzera. L'ha sviluppata ItinerAria. Cinquemila i download fra quelli di turisti italiani, americani, inglesi, australiani, svizzeri.

Ostello circolare
In cammino quest'anno anche gli architetti, per i quali all'Associazione europea delle Vie Francigene, in collaborazione con il Consiglio nazionale degli Architetti, ha indetto un concorso di idee finalizzato alla progettazione di moduli innovativi, flessibili, sostenibili e accessibili, destinati a strutture ospitanti per camminatori e turisti in luoghi attraversati dai cammini storici, culturali e spirituali. Si tratta di un “Ostello Circolare”, con una superficie di 150 mq. Realizzato in legno, consente di aggregare moduli separati. Da installare in luoghi ed eremi isolati per dare un servizio innovativo ai pellegrini.

© Riproduzione riservata