Finanza & Mercati

IL FONDO INTERBANCARIO NON COPRE LE PREPAGATE

Finanza personale

IL FONDO INTERBANCARIO NON COPRE LE PREPAGATE

Sono impensierito dalle nuove regole sul bail-in. In particolare mi chiedo se, in caso di salvataggio della banca, ci possa essere il rischio di perdere i soldi caricati sulle carte prepagate.

La normativa sul bail-in prevede che, quando la banca è in difficoltà, il suo salvataggio possa avvenire con il coinvolgimento di azionisti, obbligazionisti e correntisti con depositi superiori a 100mila euro. Non si menzionano le carte. Ma è comunque bene ricordare che il Fondo interbancario di tutela dei depositi protegge i conti correnti, conti deposito e in generale tutti i certificati di deposito nominativi entro la soglia dei 100mila euro, ma non assicura le carte prepagate e nemmeno le carte conto con Iban, sulle quali si può addirittura accreditare lo stipendio. Il rimborso del denaro caricato sulla carta normalmente è garantito dal patrimonio della banca, ma ovviamente nel caso in cui l'istituto versi in difficoltà può essere complicato recuperare i soldi. È saggio quindi assicurarsi della solidità dell'istituto che ha emesso la carta prepagata, prima di trasferirvi forti somme di denaro.

Torna all’elenco

© Riproduzione riservata