Tecnologia

Quando la super startup non decolla: 5 flop clamorosi della Silicon Valley

i fallimenti più costosi

Quando la super startup non decolla: 5 flop clamorosi della Silicon Valley

Lunedì ha fatto notizia il maxi-investimento da 10 miliardi di dollari che Softbank, un gruppo giapponese delle telecomunicazioni, destinerà alla app californiana di trasporti Uber. L'accordo è stato salutato come «uno dei più grandi round di sempre nel mondo startup», anche se tecnicamente non si parla di un round (e Uber non è più una startup, essendo nata nel 2009). Un buon segnale? Non è detto. La storia recente dei finanziamenti record è costellata dai flop di imprese che avevano guadagnato la fiducia degli investitori prima di scivolare verso la cessione o la bancarotta definitiva. Cb Insights, una società di consulenza americana, ha dedicato uno studio ad hoc ai 121 fallimenti «più grandi e costosi di tutti i tempi». Eccone alcuni.

Lunedì ha fatto notizia il maxi-investimento da 10 miliardi di dollari che Softbank, un gruppo giapponese delle telecomunicazioni, destinerà alla app californiana di trasporti Uber. L'accordo è stato salutato come «uno dei più grandi round di sempre nel mondo startup», anche se tecnicamente non si parla di un round (e Uber non è più una startup, visto che è nata nel 2009). Un buon segnale? Non è detto. La storia recente dei finanziamenti record è costellata dai flop di startup che avevano guadagnato la fiducia degli investitori prima di scivolare verso la cessione o la bancarotta definitiva. Cb Insights, una società di consulenza americana, ha dedicato uno studio ad hoc ai 121 fallimenti «più grandi e costosi di tutti i tempi». Eccone alcuni.