Trump, Putin e il ritorno del fascino degli uomini forti