Il filo che lega Macron e Trump

    Il neoeletto presidente della Francia quando dice che serve più Europa pensa alla necessità di una più forte presenza del suo Paese sullo scenario globale e non è molto distante dall’America first del presidente degli Stati Uniti

    – di

    Pechino cerca un contraltare agli Stati Uniti

    L’ulteriore investimento di Hna - divenuto ora primo socio con una quota del 10% in Deutsche Bank - ci riporta ad un tema chiave: quali le strategie della Cina nei confronti dell’Europa. La risposta ...

    – di

    Ivanka, Jared e il nepotismo degli Usa di Trump

    Il fatto che due delle persone più potenti degli Stati Uniti siano la figlia del presidente e l’uomo che l’ha sposata conferma che i tradizionali vantaggi goduti dai rampolli delle élite sono sempre più grandi

    – di

    Se ripresa economica non fa rima con crescita

    Lo scenario mondiale sta migliorando ma nessuno è in grado di dire quanto questa fase sarà duratura - Molti i rischi: il protezionismo di Trump, l’agenda politica dei Repubblicani americani, l’evoluzione a lungo termine dell’economia cinese, la situazione degli emergenti e le incognite dell’Eurozona

    – di

    Nel duello Macron-Le Pen la tendenza comune a tutto il mondo

    In Francia, come in altri Paesi, la divisione politica non è più fra destra e sinistra ma tra nazionalisti e internazionalisti - L’anno di svolta per i nazionalisti è stato il 2016 con la Brexit in Gran Bretagna e la vittoria di Trump negli Usa - Macron è convinto sostenitore della Ue, la Le Pen vorrebbe portare la Francia fuori dall’Unione

    – di

    Un’Europa sorprendentemente hi-tech

    Due terzi delle più grandi aziende europee per capitalizzazione di mercato hanno investito in un’impresa tecnologica - Il limite: il Vecchio contimente non riesce ancora a creare un colosso hi-tech in grado di far concorrenza ai giganti della Silicon Valley

    – di

    Perché sono un sostenitore della globalizzazione

    Erigere barriere commerciali, invocare il protezionismo come fa il presidente Trump rischia di compromettere l’ordine del mondo - L’Obiettivo per lo sviluppo sostenibile dell’Onu di eliminare la povertà estrema entro il 2030 dipende da una crescita economica costante alimentata dal commercio, dall’innovazione e dalla cooperazione internazionale

    – di

Vai all’archivio

Italia più povera con l’uscita dall’euro

L’uscita dalla moneta unica è solo un miraggio, una scorciatoia che non porta da nessuna parte. Sarebbe più utile utilizzare le nostre energie per risolvere i nostri problemi e contribuire a migliorare la casa comune europea

– di

Mostra altri

Perché è meglio stare nell’euro

L’unione monetaria, anche se incompleta, è preferibile al ritorno alle monete nazionali - La scelta fatta negli anni 90 è stata quella giusta. A condizionarla, nei decenni successivi, è stata l’incapacità di attuare le riforme promesse

– di

Mostra altri

Mostra altri

I più letti di Global view