House Ad
House Ad

Palcoscenico del Novecento

Alcune città cominciano sulla terra, e non si sa bene dove finiscano. Gerusalemme, per esempio, si estende di sicuro in alto. In alto quanto? Almeno fin oltre il cielo. È la Gerusalemme celeste, che da millenni fluttua oltre il limite degli sguardi, ben al di sopra di colline, cupole, minareti. Anche Berlino non sembra aver mai termine. Ma è smisurata in un altro senso, come un cerchio che svanisca ai bordi, inghiottito dalla distanza. Prendete ...

Storie di un notaio «pazzo» e dei ragazzi di Favara

«Ho conosciuto Andrea Bartoli, il notaio “pazzo”, nella primavera del 2006 all’interno della sua prima straordinaria struttura, Farm Ospitalità di Campagna, una masseria del 1700 immersa nelle colline di Butera, in provincia di Caltanissetta, dove le antiche architetture tipiche della nobiltà siciliana facevano a cazzotti con le gigantografie di Terry Richardson esposte in una delle stanze dedicate agli ospiti; in quel luogo ha dato spazio a ...

La tragedia dell’Illuminismo

Che libro strano questo di Jonathan Israel sulla Rivoluzione francese. Con le sue quasi mille pagine esso appare tanto affascinante e provocatorio quanto discutibile – se non inaccettabile, a mio parere – nella sua tesi di fondo che «l’Illuminismo radicale fu incontrovertibilmente l’unica “grande” causa della Rivoluzione francese» (pag. 790). Non v’è dubbio che Israel figuri in prima fila tra quanti hanno alimentato l’impetuoso e inevitabile ...

Un treno regionale, il «Times», vecchi e nuovi servitori dello Stato

Quasi le scappa una lacrima a Rossella Orlandi, ma quando ripete («le mie donne e i miei uomini») la voce è ferma, gli occhi si muovono come una pallina da flipper, vengono fuori senso dello Stato e caparbietà: «Noi abbiamo la coscienza a posto, direttore, siamo orgogliosi del nostro lavoro, oggi posso affermare con tranquillità che all'agenzia delle Entrate la squadra c'è, tiene botta a tutto, la macchina funziona perché le mie donne e i miei ...

Scandaloso sperimentatore

La sera, verso le dieci, tutte le luci della casa di campagna di Émile Zola si spegnevano, tranne la sua. Lo scrittore continuava a leggere fino a notte alta. Il denso silenzio veniva interrotto solo dallo sferragliare dei treni notturni. Allora Zola posava per un momento il libro e ascoltava meditabondo l’eco del progresso. Quel muggito meccanico l’aveva sempre impressionato e nel 1889 aveva cominciato a documentarsi come al solito per scrivere ...

L’arcipelago dalle multi-identità

Questa non è Manila. Potrebbe essere una giusta surreale epigrafe. A chi le vada incontro, da qualunque direzione provenga, non appaiono segnali stradali ma se un’indicazione dovesse comparire annunzierebbe solo la sua illusorietà. Nell’impressionante agglomerato urbano animato da quindici milioni di abitanti, la capitale delle Filippine non è che una tra le diciotto città che compongono Metro Manila o, più semplicemente, Metro, il luogo più ...

#I consigli

on si dà nulla con tanta liberalità quanto i consigli... Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui. ...

Deludono le fiction nostrane, da Don Matteo 10 a Il Paradiso delle signore

La settimana appena conclusasi porta con sé poche buone nuove sul versante delle serie tv di casa nostra. I nuovi episodi trasmessi continuano a non compiere il definitivo salto di qualità. E così ci si ritrova immersi in un meccanismo di trame facilmente prevedibili.Ne “Il Paradiso delle signore” (Rai1), infatti, gli eventi proposti nell'episodio sono linearmente basilari, e mai attivano un'accurata drammaticità tale da rendere la fiction ...

La lezione europea (inascoltata) del debito tedesco

Sono tornato in Abruzzo, a Roccaraso, ovunque tanta neve vera non artificiale, venerdì sera dopo molti anni, e ho avuto la fortuna di accorgermi che mi era rimasto in macchina Breve storia del debito da Bismarck a Merkel di Sergio Romano, edizione fuori commercio Vitale & Co. Spa, che avevo portato con me a Cortina in una fine d’anno “primaverile” piena di sole e senza un fiocco di neve. ...

#Nonperdiamolamemoria

Tracciare il crimine nazista

«In giro per Berlino avevo visto diverse “pietre d’inciampo” dell’artista Gunter Demnig e guardando quelle placchette di ottone nel selciato davanti a condomini e ville, con incisi i nomi di chi vi era vissuto prima di essere strappato via alla volta dei Lager, decisi di appurare chi, nella mia strada, fosse stato perseguitato dai nazisti. Mi procurai il Gedenkbuch Berlins - 1.500 pagine con 55mila nomi di ebrei berlinesi deportati -, ma rimasi ...

Sotto il segno di Copernico

Il 21 marzo 1543 Sébastien Kurtz, agente dei banchieri Fugger alla corte imperiale, informava Carlo V dell’imminente pubblicazione a Norimberga di un libro che certamente lo avrebbe incuriosito: «Niccolò Copernico, matematico, ha dato in questi giorni alle stampe sei libri de Revolutionibus orbium coelestium. E si tratta di una cosa non meno meravigliosa che nuova, e mai vista, né intesa, né pensata, che il Sole sarebbe il centro di tutto e che ...

#Poker

l poker si gioca in quattro, oppure in tre col morto, o anche meglio in tre col pollo. ...

Una seducente sospensione del buon senso

Intervista a Giovanni Storti, Franz Rossi (e, a sorpresa, a Giacomo Poretti) sul loro romanzo scritto a quattro mani

La libreria Bocca, Marotta e la «sua casa» in Galleria

Mi è capitato tra le mani un libro elegante di Stefano Zuffi (Galleria Vittorio Emanuele, Dalla storia al domani , «Fuori Collana» di Feltrinelli ) e ho preso a sfogliare avidamente, perché parla di qualcosa di familiare che mi intriga. Mi piace sostare in Galleria anche brevemente, quando posso, lo faccio di giorno a volte a sera tarda prima di rincasare, inseguo con lo sguardo il passo svelto di donne e uomini e ho la sensazione che la ...

Cosa sognano gli algoritmi?

l film di Ridley Scott Blade Runner (1982) era basato su un romanzo del 1968 di Philip Dick, Do Androids Dream of Electric Sheep?, ovvero,Gli androidi sognano forse pecore elettriche? A ciascuna epoca la sua macchina, diremmo. Gli androidi hanno il vantaggio di avere una forma troppo umana, il che facilita l’attribuzione di pensieri ed emozioni; anche se le pecore dei loro sogni erano elettriche, pur sempre di sogni concreti si trattava. Il ...

Due neuroni per uno zero

Provate a chiedere a un bambino di quattro, cinque anni, quando già sa recitare impeccabilmente la sequenza dei numeri naturali, «zero, uno, due, tre…», quale sia il numero più piccolo: molto probabilmente vi risponderà che è l'uno e non lo zero. C’è una fase dello sviluppo cognitivo in cui l’uso del simbolo «zero» per indicare l’assenza di qualcosa non è ancora accompagnato da una piena comprensione delle relazioni d’ordine tra lo zero e gli ...

L'inverno delle fiction, tra alti e bassi

Nella foto Alice Torriani e Giuseppe Zeno in una scena della fiction di Rai1 “Il paradiso delle signore”

E’ stata una settimana della tv in sintonia con la trasformazione delle temperature. La qualità dei contenuti rimane a singhiozzo e le serie tv nostrane hanno fatto pochi passi in avanti. ...

4 idee da vivere nel week end

Tra gennaio e febbraio tante occasioni di divertimento sulla neve alla scoperta in Alto Adige di valli meno note come la Val Venosta e l'area Sci e Malghe di Rio Pusteria; a Viareggio fervono i preparativi per la grande stagione dedicata al Carnevale; rotta vicino a Matera per la Sagra del Campanaccio

Musica, le classifiche: Digital, Album, Compilation e Dvd

Settimana dall'8 Gennaio 2016 al 14 Gennaio 2016