Una vita per il proletariato

    Fu un’anarchica speciale: lottò per l’emancipazione femminile e per una società senza classi, osteggiò il fanatismo e il terrorismo anche rivoluzionario

    – di

    Noi e i 57 giorni di Borsellino

    Il 19 luglio è un giorno che racchiude in sé dolore, emozione e pensieri, ricordi, bilanci e promesse che trovano spazio all’ombra dell’ulivo piantato nel luogo in cui un tremendo boato trascinò con ...

    – di

    La bella estate di un Figlio della Lupa

    «Ha un senso ricordare più di settant’anni dopo una guerra vista e vissuta da un bambino?», si chiede Corrado Stajano nel suo nuovo libro. Si rischia la sindrome di Pinocchio: «Com’ero buffo, quando ...

    – di

    Casalegno, strategia della fermezza

    Il vicedirettore della Stampa non sospese la sua rubrica «Il nostro Stato» nonostante le minacce: chiedeva di contrastare la violenza con intransigenza applicando le leggi, senza limitare le libertà fondamentali

    – di

    Un esempio per i cittadini

    Con immutata commozione ho potuto leggere il bel ricordo che Andrea Casalegno ha dedicato, a poco meno di quarant’anni dalla morte, al padre Carlo, vice-direttore de «La Stampa», ucciso dai ...

    – di

    Sommerso dalla zona grigia

    A 25 anni dalla morte di Falcone, la testimonianza del giornalista che lo conobbe nel ’79 seguendone le inchieste culminate nel maxi processo: «Qui -disse - bisogna stare attenti a chi ci si trova accanto»

    – di

    • Storia

    Maria Teresa compie 300 anni

    Accomodata sul trono coi suoi sei metri di altezza, in mano lo scettro e il rotolo della Prammatica Sanzione che le aveva consentito di diventare sovrana, Maria Teresa d’Austria domina lo spiazzo ...

    L’anno del «perfido» Gobetti

    Del foglio la «Rivoluzione Liberale» il neo presidente del consiglio Benito Mussolini scriveva: «Tutte le canaglie espulse dalla vita politica italiana vi si sono date convegno»

    – di

    In frantumi le Bibbie degli ebrei

    Il primo problema è come chiamarla, quella notte d’inferno. Kristallnacht, la «Notte dei cristalli», non si dice forse così? Profonda, interminabile pece, con le sinagoghe che bruciano, i libri della ...

    – di

    Perché l’umanesimo è nato in Italia

    C’erano una volta gli scopritori di continenti. Poi, esauriti i continenti, è venuta la stagione degli scopritori di isole e atolli. Nel mondo digitalizzato di Google Earth più nessuna sorpresa ...

    – di

    In viaggio con l’imperatore

    Presentarsi il giorno prima della partenza alle 11 al Palazzo imperiale, ingresso dal Sakashita-mon. Il messaggio del Kunaicho (l'Agenzia imperiale) arriva a sorpresa all'unico giornalista ...

    – di

    La Rivoluzione partì dalle russe

    1917: nella festa dell'8 marzo, dal pacifico corteo di operaie, studentesse e borghesi ha inizio la protesta che condurrà all'insurrezione popolare contro l'autocrazia

    – di

    Amore, politica e cultura

    È l’estate del 1919. Due ragazzi di Torino sono in villeggiatura sulla Riviera Ligure con le rispettive famiglie. Lei, Ada, ha diciassette anni e si trova a Finalmarina; lui, Piero, ne ha diciotto e ...

    – di

    La prima giudice alla Corte

    Quel giorno di aprile del 1965 non può dimenticarlo, Gabriella Luccioli. È una delle otto ragazze ad aver superato il primo concorso in magistratura aperto alle donne su un totale di 200 vincitori, e ...

    – di

    Cartografia della questione ebraica

    Come altrove in Occidente, così in Israele si vive nello stordimento dell’effetto Trump. Né si discute unicamente del controverso proposito di spostare l’ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a ...

    – di

    I palestinesi e la missione europea

    Uno Stato palestinese che si affianchi a quello di Israele dovrebbe poggiare su istituzioni autonome, strutturate, efficienti, e su un sistema giuridico e di sicurezza ben avviato. Altrimenti è ...

    – di

    Todorov tra letteratura e storiografia

    La morte ieri di Tzvetan Todorov forse parla a noi, della nostra condizione culturale, meglio dello stato di salute della nostra condizione culturale. È giusto che tutti noi oggi ricordiamo il ...

    – di

    Storiografia in crisi d’identità

    Storico fra i maggiori della nuova leva di studiosi, come Rosario Romeo e Renzo de Felice, che si formarono nel primo decennio del secondo dopoguerra frequentando l’Istituto italiano di studi storici ...

    – di

    Caro Toscanini, l’orchestra è tua

    Il 15 febbraio 1936, il celebre violinista polacco Bronislaw Huberman scrisse una lettera ad Arturo Toscanini. Entrambi i musicisti si trovavano a New York a quell’epoca, e Huberman chiedeva di ...

    – di

    Goebbels, come è nato il mito

    «Quando sento la parola cultura metto mano alla pistola». Dei tanti slogan del Secolo breve è questo, forse, il più rivelatorio. Commentandolo, Boris Groys ha spiegato come certe dinamiche del potere ...

    – di

    Il dolore di Fatina Sed. E delle figlie

    «Un giorno la kapò ci fece mettere in fila per fare l’appello e una delle prigioniere si mosse. La soldatessa iniziò a frustrare ferocemente su tutta la fila - era fuori di sè, sembrava una belva ...

    – di

    I Bergoglio e la Banca d'Italia

    A Dogliani - dove Luigi Einaudi si indebitò alla fine dell'Ottocento per comprare un vigneto in frazione San Giacomo - oggi una vigna può costare anche un milione di euro. Rispetto a un secolo fa le ...

    – di

Vai all’archivio

Trova il cinema più vicino e gli orari dei film della settimana.

I più letti di Storia
Archivio storico della Domenica