House Ad
House Ad

Il Kafka "diversamente abile" nella Metamorfosi di Luca Micheletti

Un uomo comune "destandosi una mattina da sogni inquieti si trovò mutato in un insetto mostruoso". Così comincia il racconto di Kafka. E nient'altro viene aggiunto a motivare un orrore. Gli avvenimenti successivi riguardano l'adattarsi del giovane Gregori Samsa al suo nuovo stato (un inferno che non esclude pause di rassegnazione o addirittura di serenità), di rapporti con i genitori e la sorella , l'afflizione per la perdita dell'impiego, la ...

"La voce di Giocasta" esplode d'amore e strazio - Foto

Paolo Bignamini firma la regia del testo di Maddalena Mazzocut-Mis " La voce di Giocasta" in scena per il debutto al Teatro Franco Parenti. Un monologo lancinante di forte impatto scenico ed emotivo basato sul destino dell'infelice regina di Tebe, che ne ripercorre l' esistenza, incarnata da Annig Raimondi, immersa in una stanza della mente alla ricerca del perdono e l'espiazione per il figlio-marito Edipo e per sé.

Di padre in figlio Max Giusti torna in palcoscenico - Foto

Max Giusti "Di padre in figlio"

Forse rimarrà un po' deluso chi, tra i fan che lo seguono soprattutto nel programma radiofonico Super Max, s'aspettava un'imitazione dietro l'altra dei divertentissimi personaggi suoi cavalli di battaglia. Tranne l'imitazione di Terence Hill dall'irresistibile parlata con la bocca stretta di Don Matteo alle prese con un rapinatore da redimere, di altre ce ne sono ben poche. Anche se non ritroviamo certi suoi sketch, di sicuro il divertimento è ...

«Linapolina» Sastri canta la sua Napoli - Foto

 (PHOTO/FELICE DE MARTINO)

Napoli all'infinito per lo spettacolo in prosa, musica e danza "Linapolina" scritto, diretto e interpretato da Lina Sastri. Un viaggio appassionante nelle stanze del cuore della grande artista partenopea, trentuno canzoni tra le più belle della tradizione napoletana cantate e suonate dal vivo, otto musicisti e un danzatore accompagnano la Sastri tra danza e prosa poetica in uno spettacolo di prorompente forza emotiva.

La struggente poesia delle maschere di Familie Flöz in Hotel Paradiso - Foto

Chi non ha mai visto uno spettacolo del gruppo tedesco FAMILIE FLÖZ non se lo lasci perdere, anche solo per godere delle struggenti espressioni delle maschere. Si, perchè nessuna parola viene pronunciata in scena, ma alla fine dello spettacolo in testa rimane un canovaccio 'rumoroso', un groviglio di battute, un ritmo frenetico di cambi di scena, soprattutto una grande poesia ispirata da quei faccioni deformi che non avrebbero personalità e ...

Ronconi e Gombrowicz complici pornografi dell'anima al Piccolo - Foto

Luca Ronconi torna alla sua passione per i testi non teatrali allestendo scenicamente il romanzo del polacco Witold Gombrowicz «Pornografia». Un viaggio dentro la perversione di due attempati voyeur tra la Polonia occupata dai nazisti e le pulsioni malate che sfociano nel delitto.

L'Arlecchino nostro contemporaneo di Antonio Latella - Foto

L'albergo come teatro del mondo, dell'artificio e della menzogna. Luogo di transito, di storie che si depositano, che si consumano, che scompaiono in un balletto di entrate e uscite. Un andirivieni di umanità dentro una scena compressa che nel finale esploderà in uno smontaggio a vista - facendo deflagrare anche i personaggi e i loro ruoli - e della quale rimarranno solo alcuni segni dentro il gran contenitore spoglio del palcoscenico. A essere ...

Le metamorfosi di Sasha Waltz, algide miniature - Foto

Partita dall'espressionismo, dopo aver assorbito molto delle avanguardie di fine ‘900 e abbracciato i postmoderni americani e gli astrattisti plasmati da Merce Cunningham, Sasha Waltz sembra ritornare oggi a quella scuola tedesca degli inizi pur mantenendo un interesse sempre più al lavoro basato sulla danza, sullo spazio, sul fisico. Fino a quello sull'architettura. Sono nati così i "Dialoge", improvvisazioni architettoniche concepite per ...

Lo Cascio e Pirrotta due siciliani alla conquista di "Otello" - Foto

Autore, regista, attore di raffinato talento e profonda cultura Luigi Lo Cascio rielabora in dialetto siciliano e italiano la tragedia shakespeariana di "Otello" in una perfetta macchina scenica riducendo i personaggi all'essenziale e mettendo a fuoco gli aspetti più reconditi delle umane passioni. Nel ruolo del titolo un titanico Vincenzo Pirrotta.

A Parma, cronaca di una morte senza fede, amore, speranza, di Ödön von Horváth - Foto

Il sottotitolo è "Piccola danza macabra in 5 scene". Le scene ci sono tutte. Quello che manca, pur all'interno di una sorta di divertissement, è quel senso di macabro richiesto che renderebbe il dramma tale. Un affondo, cioè, tagliente nel tema, una chiave registica più netta e incisiva, che avrebbe reso cinica e sgradevole la materia trattata. E, ancor più odiosi i personaggi della pièce. Che invece risultano dei ritratti opachi di una comunità ...

Amore fa rima con morte tra le porte di «Celestina»

MILANO – Porte su porte, sdraiate o verticali, passaggi che conducono direttamente nel ventre del teatro, nella pancia infernale del palcoscenico dove scompaiono i cadaveri, gli amori, le esistenze dei personaggi. ...

Il bisturi di Tiezzi su Pirandello - Foto

Il penultimo Pirandello, il Pirandello della maturità: con quanta acutezza Federico Tiezzi infila il suo bisturi nella drammaturgia di "Non si sa come"! Ne sgorgano, come fiotti di sangue, prolessi di teatro successivo, di pensiero novecentesco, squarci di psicanalisi, di esistenzialismo, Camus e Sartre, Proust e Moravia: una linea che porta alla contemporaneità attraverso l'assurdo, fino ai ritmi serrati delle più raffinate narrazioni da ...

Akram Khan rilegge il "Sacre" di Stravinskij con rito voodoo e danza indiana

Akram Khan (Olycom) (OLYCOM)

Tra rintocchi di campane e sound cupo, una coltre di fumo invade la platea, lasciando intravedere, sopra, una sfera e un enorme cornice sospesi; sotto una figura nera, minacciosa, volteggiare con movimenti esagitati: una sorta di predicatore in stato di trance dalla cui voce s'ode la storia di Abramo spinto da Dio a uccidere il figlio, e poi fermato. Il concetto di sacrificio è svelato. ...

Il fanciullino Paolo Poli

Si potrebbe definirlo con l'ossimoro: un monumento alla leggerezza. Paolo Poli in oltre cinquant'anni di carriera trascorsa soprattutto in teatro, ha intriso di cultura il più popolare dei generi, il varietà, fino a ottenerne un suo personalissimo e inimitabile modello. ...

Un uomo nei panni di Aida come simbolo della decadenza dell'Italia odierna

Un uomo nei panni della principessa etiope Aida. Roberta Torre stravolge il complesso gioco di relazioni e gelosie dell'opera verdiana , puntando a una metafora della dissoluzione contemporanea.Una rivisitazione in chiave pop dell'opera di Verdi che la stessa regista ha scritto insieme a Igor Esposito, con le musiche di Massimiliano Pace, le scene di Roberto Crea e i costumi di Dora Argento. Nei panni di Aida è Ernesto Tomasini, performer e ...

A Vienna la prima Adriana Lecouvreur è "wagneriana" - Foto

Per chi ancora credesse che il paese del belcanto fosse nella propria terra natale, cioè da noi in Italia, una bella immersione nella realtà viennese fugherebbe tanti dubbi. Risponde la Staatsoper di Vienna con la forza dei suoi numeri: 53 titoli all'anno in cartellone, 600.000 spettatori paganti, una media di 350 rappresentazioni praticamente sempre sold out. E la qualità altissima delle proprie produzioni. Qui domenica 16 febbraio è andata in ...

Emma Dante torna con «Le sorelle Macaluso» - Foto

Le sorelle Macaluso (Afp) (AFP)

Chi conosce il teatro di Emma Dante, nel nuovo spettacolo «Le sorelle Macaluso» ritroverà, emozionandosi, certe atmosfere, certe posture e movimenti, certe figure, e certi elementi, che rimandano ad alcune di quelle opere che l'hanno imposta sulla scena italiana e internazionale, e che sono rimaste impresse nella nostra memoria. ...

Storia di solitudine e alienazione di una donna nel «Week-end» di Annibale Ruccello - Foto

È da segnalare per un lodevole concorso di temperamenti creativi, registici e attorali, nonché per la riproposta di un testo poco rappresentato di un autore significativo della nostra drammaturgia degli anni Ottanta, lo scomparso Annibale Ruccello. La sua donna di "Week-end", sembra nascondere qualcosa a metà fra la Cianciulli – la saponificatrice di Correggio considerata la prima serial killer italiana del '900 – e Bette Davis nel film "Che ...

Merteuil e Valmont, erotici demoni di «Quartett» - Foto

Laura Marinoni, Valter Malosti (©ph Fabio Lovino)

Nuova versione italiana del Teatro Stabile di Torino per " Quartett"di Heiner Mùller, drammaturgia di Agnese Grieco e Valter Malosti, che cura anche la regia e interpreta il visconte di Valmont. Testo ispirato al romanzo "Le relazioni pericolose" di Chodelros de Laclos, con Laura Marinoni nel ruolo della marchesa di Merteuil, è un viaggio nella blasfemia amorosa senza ritorno di due amanti diabolici, sublimi vittime e carnefici alla ricerca disperata del piacere perduto.

«Non si sa come» al Grassi - Foto

Federico Tiezzi e Franco Lombardi tornano insieme e portano in scena "Non si sa come", testo ‘incompiuto' di Luigi Pirandello che scava in fondo alle anime dei protagonisti spingendoli ad un gioco al massacro con inevitabile epilogo tragico. Realtà o sogno, finzione o verità, dal subconscio emergono prepotentemente innocenti delitti del passato, come un adulterio, e con essi anche il violento desiderio di espiazione. Romeo Daddi, interpretato da ...