House Ad
House Ad
[an error occurred while processing this directive]

Velocità e lentezza in “Antitesi”, del greco Andonis Foniadakis - Foto

La sua danza è complessa. Per velocità spinta al massimo, per intrecci elaborati, per turbinio chiassoso di tutto il corpo. Affascinante per polifonia visiva, per infinite varianti, per estro instancabile. Un coreografare a pieno regime che richiede grande energia da parte dei danzatori. ...

Si ride della deriva umana, nell'isola galleggiante di Marthaler

Ha ritratto i suoi personaggi dentro rifugi, trattorie, terme, navi da crociera, sale d'attesa, stanze d'albergo. Tutti luoghi chiusi, quasi dei bunker, dove si è costretti a convivere forzatamente e a fare i conti gli uni con gli altri. Non fa eccezione lo spazio di “Das Weisse vom Ei/Une île flottante”, che ha aperto la Biennale Teatro di Venezia: un salotto con due grandi stanze comunicanti addobbate all'inverosimile di mobili (compresa una ...

La Traviata di Verdi rappresentata al Cafè Chantal

Il Teatro Salone Margherita a Roma, luogo sacro non solo per la musica lirica ma anche per l'opera e l'operetta e che è conosciuto dal 1890 come Cafè Chantal, porta in scena fino al 31 agosto La Traviata di Giuseppe Verdi. L'opera in tre atti di Verdi fa parte della cosiddetta trilogia popolare alla quale appartiene anche il Rigoletto e il Trovatore. La Traviata sottolinea il dramma di una società borghese mettendo in evidenza l'ipocrisia del ...

Riccardo Chailly è il nuovo direttore del Festival di Lucerna

Riccardo Chailly sarà il nuovo direttore musicale del festival di Lucerna. (Epa) (EPA)

Il maestro milanese è direttore della Gewandhaus Orchester di Lipsia e direttore principale della Scala

L'Odissea siciliana degli attori-allievi di Emma Dante - Foto

Canottiera nera e pantaloni bianchi, gli uomini. Camicia bianca e gonne nere, le donne. Si presentano così, come atleti di una gara, di una prestazione da eseguire. Entrano in fila indiana, si allineano frontalmente, poi ai lati. E iniziano “la schiera”, che è l'avvio della nota pratica scenica di Emma Dante. Quell'andare avanti e indietro a ritmo sincronizzato, accompagnato da gesti e smorfie, lascia subito spazio al definirsi di figure che ...

La solitudine del potere di Olivier Dubois - Foto

L'avanzare lentissimo verso un tavolo dalla parte opposta della scena, in un buio appena rischiarato da una striscia di luce, è subito il segno forte di una visione perturbante. Un tempo lungo che svelerà le sembianze di un uomo con una barba lunghissima, segno di sovranità. Trono, podio, o cattedra, simbolo comunque di superiorità, quel banco metallico è l'unico elemento in scena. ...

Nel “Crepuscolo di Arcadia”, Marco Filiberti insegue la fine della Bellezza - Foto

È la summa di un pensiero e di una pratica artistica perseguita con passione e caparbietà, compendio illuminante di una costante ricerca della bellezza da inseguire e restituire, che affonda mente e cuore nel mondo classico, nella sua nostalgia, che non è rassegnazione di un mondo perduto. “Il crepuscolo di Arcadia” segna per Marco Filiberti un ulteriore tappa del suo percorso d'autore e regista, orientato ad una pervicace affermazione della ...

Il Teatro Piemonte Europa invita a corte - Foto

Il festival diretto da Beppe Navello che si snoda fra Torino e il circuito di dimore dei Savoia dichiarato patrimonio Unesco, acquisisce per quest'edizione anche le sedi della Palazzina di caccia di Stupinigi e la tenuta di Fontanafredda

I sette vizi capitali delle anime del purgatorio, nel girone dantesco di Mimmo Borrelli - Foto

Dalla sacrestia, alla navata centrale della chiesa, all'ipogeo. In questo attraversamento all'interno di Santa Maria del Purgatorio ad Arco fino al sottosuolo, si snoda il percorso itinerante delle “anime pezzentelle”, anime in pena, comuni mortali che hanno da espiare colpe. Qui, lungo il decumano, di via dei Tribunali, da secoli si pratica il culto delle “capuzzelle” che la pietà popolare vede come commemorazione ai defunti senza nome di cui ...

Al Festival di Spoleto, Eleonora Abbagnato, e altre stelle, per Roland Petit - Foto

Eleonora Abbagnato, Audric Bezard (Ansa) (Maria Laura Antonelli)

Con un cambio di programma per l'improvviso forfait, causa infortunio, del ballerino Mathieu Ganio, e in sostituzione di due coreografie che lo avrebbero visto accanto alla sua partner Eleonora Abbagnato, la “Soirée Roland Petit” al Festival di Spoleto, ha permesso all'ètoile dell'Opéra de Paris, di interpretare per la prima volta un'altra delle coreografie storiche di Petit: “La rose malade”, un omaggio a Maja Pliseckaja, recentemente ...

Rock e danza a Caracalla col mitico Pink Floyd Ballet - Foto

Al debutto, nel gennaio del 1972, al Palais del Sports di Marsiglia, fu un vero e proprio evento. La celebre band rock, davanti ad una folla in delirio, era in scena, per la prima volta, con una compagnia di danza. Su un palco sopraelevato, tra fumi e luci psichedeliche, il gruppo inglese suonava dal vivo fornendo un contrappunto alle coreografie create sulle loro canzoni dal quel geniaccio che era Roland Petit, coreografo simbolo dello charme ...

L'Orlando Furioso in fuga nel museo degli utensili - Foto

Le sfide, sempre nuove, sono il pane quotidiano di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto, ovvero Lenz Rifrazioni, storica compagnia parmense da poco diventata Fondazione. Al centro del loro lavoro c'è sempre la persona, inclusi i cosiddetti “attori sensibili”, pazienti con disabilità psichica e intellettiva coi quali la coppia, assieme agli altri componenti storici, lavora da anni. ...

«Golpe di barzellette» al Carnevale dei truffati - Foto

Un'amicizia immaginaria e un dio demenziale ne Il Carnevale dei truffati di Colaprico

L'“Extremalism” del corpo, di Emio Greco, moltiplicato su trenta danzatori - Foto

Le figure nere, anonime, senza volto, ricorrenti in molti spettacoli di Emio Greco, li ritroviamo anche qui, a sipario aperto, aggirarsi, e poi dileguarsi. Sono dei propulsori di vitalità, attivatori di quello che andrà a generarsi fisicamente sul palcoscenico vuoto dove, in alto, incombe una sorta di lampadario di anelli luminosi concatenati ruotante su se stesso. L'installazione di Henk Stallinga, rappresentante il globo terrestre, nello ...

Taormina Opera Festival nel segno della «trilogia di Siviglia»

Il Teatro antico di Taormina. (Corbis) (© Atlantide Phototravel/Corbis)

Al Teatro Antico di Taormina è di scena la “La Trilogia di Siviglia”: Carmen, Don Giovanni e Il barbiere di Siviglia avranno come sfondo le più belle “scenografie” del mondo .Sarà la Carmen di Georges Bizet ad aprire la quarta edizione del Taormina Opera Festival, il 15 luglio (per poi essere replicata in numerose recite ad agosto) con un nuovo allestimento che vanta la regia e le scene di Enrico Castiglione, il quale firma anche la regia ...

Family, comunità del gesto di Virgilio Sieni - Foto

Va subito inteso il significato che Virgilio Sieni, maestro-pioniere della danza contemporanea italiana, dà alla parola “ricerca coreografica”. E cioè “quel procedere nello smarginamento delle tecniche per far apparire il gesto che è già in cammino verso di noi”. Per “far danzare più persone possibili”, ripete. Edificare una comunità del gesto, nelle sue infinite varianti e possibilità di trasmissione, accogliendo danzatori professionisti e non ...

La fame d'amore di Sarah Kane

Del mondo aveva, moralmente, una visione catastrofica senza speranza. Chiuse la sua vita con l'implorazione: “per favore aprite le tende”, una richiesta e un bisogno di luce che potesse illuminare la sua esistenza. Una luce disperata sulla scrittura di Sarah Kane, la drammaturga inglese morta suicida nel 1999 a soli 28 anni, che ha saputo interpretare il Novecento con cinque suoi testi segnando in maniera irreversibile la scena europea, ce la dà ...

Cremona: «Back to school!» al teatro Ponchielli

La nona edizione del progetto musicale Back to school! dedicato agli studenti di Cremona si conferma una manifestazione di grande successo anche tra il pubblico della città

La Tempesta di Cristina Rizzo, una tribù di corpi - Foto

Alfredo Anceschi

“La fine è senza ricorso, qui ora invece preme un nuovo mondo, una nuova cittadinanza. La tempesta si è conclusa, possiamo archiviare l'oscuro terreno dell'usurpazione e l'illusione del dominio, a noi rimane la possibilità di una riconciliazione, di un luogo potente della relazione.” Con queste parole programmatiche la stessa autrice Cristina Rizzo introduce il suo bellissimo “Tempesta/The spirit”, creazione nata per la compagnia emiliana ...

Un intimo pranzo in onore di Babette - Foto

Gli affiatati attori di Alkaest invitano il pubblico a condividere il cibo