• Teatro

    Pasolini nostalgico

    Non sorprende che Ragazzi di vita, l’adattamento di Emanuele Trevi del romanzo di Pasolini, portato in scena al Teatro Argentina da Massimo Popolizio, susciti le ovazioni del pubblico romano, ...

    – di

    Diluvio eroico e catartico a Venezia

    La nuova stagione lirica si è aperta con un’opera che ricorda l’alluvione del 4 novembre 1966. Il teatro torna a farsi voce reale del presente, di sentimenti comuni, etici, civili

    – di

    Un moro un po’ sbiadito

    Perché il Teatro dell’Elfo ha sentito il bisogno di rappresentare proprio ora l’Otello? La tragedia del Moro è, fra i testi shakespeariani, uno dei più popolari, dunque dei più insidiosi, dei più ...

    – di

    • Teatro

    Teatro

    AlessandriaLacci, dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone, è al Teatro Civico di Tortona il 13, protagonista Silvio Orlando, regia di Armando Pugliese (tel. 0131820195). ...

    – a cura di

    Il teatro nel computer

    La vera star di “Vie”, come di tanti altri festival – in Italia si era già visto a Dro, nel 2014 – è stato il gruppo belga dei Berlin con Perhaps all the dragons, una videoinstallazione che diverte e ...

    – di

  • Il giullare Bellman redivivo

    Dario Fo ebbe il premio Nobel nel 1997. Secondo la motivazione dell’Accademia di Svezia, per mettere «in primo piano la ricchezza multiforme della letteratura», poi per l’«arguzia», la «creatività», ...

    – di

    La ribellione di Elvira

    Come ben sa chi lo frequenta professionalmente, non c'è nulla di più avvincente del teatro in fieri, del teatro allo stato nascente, non ancora fissato nella sua forma chiusa e definita. In fase di ...

    – di

    Visione cosmica e tragica del ludus

    L’Istituzione Sinfonica Abruzzese è un’agonista della cultura e dello spirito civico. Sa resistere alle sventure naturali e alla cinica incuria (per non dire del dispregio, del dileggio) degli ultimi ...

    – di

    Apologia di Lucrezia Borgia

    Ne hanno fatto un simbolo di dissoluzione e incesto: il premio Nobel cerca di restituire umanità e profondità storica a una donna che fu cresciuta nell'inganno e venne sposata bambina - Il clima a Roma nel '500 era osceno. Innocenzo VIII era chiamato «padre del popolo» perché aveva generato otto figli maschi e otto femmine - Il gusto per lo scabroso porta spesso a deformare i fatti. Ne sono un esempio le ricostruzioni delle vicende di questa famiglia, maschera del nostro tempo

    – di

Vai all’archivio

Trova il cinema più vicino e gli orari dei film della settimana.

Video
I più letti di Teatro
Archivio storico della Domenica