In breve

Le novità di moda e beauty

    • Baccarat lancia la sua prima collezione per la casa con Luxury Living Group

      Sarà lanciata all’inizio del 2019 la nuova collezione di mobili Baccarat, realizzata in collaborazione con Luxury Living Group, azienda leader nel settore lifestyle e negli arredi di lusso. Ne faranno parte mobili e accessori per la casa, firmati anche da importanti designer internazionali.

      «È con grande piacere che annuncio la collaborazione con Baccarat nel dar vita alla collezione Baccarat La Maison. Avere l'opportunità di lavorare con un marchio dalla storia secolare significa avere la possibilità di esprimere in una linea di arredi i valori e l'essenza di un lifestyle unico nel suo genere», dichiara Raffaella Vignatelli, Presidente del Luxury Living Group.

      Luxury Living Group ha in portfolio la collezione Fendi Casa, la collezione Bentley Home, Trussardi Casa,la Collezione Heritage e la nuova Collezione Signature disegnata da Paul Mathieu, la Collezione Bugatti Home, la Collezione Ritz Paris Home e la Collezione Ritz Paris Bagagerie.

    • Nomade, la nuova fragranza di Chloé

      Un desiderio di libertà ed evasione è il messaggio che vuole lanciare Nomade, il nuovo profumo di Chloé. Un'eau de parfum che incarna una donna libera, viaggiatrice, sicura di sé, che non ha paura di esplorare il mondo attraverso esperienze ed incontri, accettando le varie diversità. Per rappresentare quest' universo il sillage, creato dal naso Quentin Bisch, è un chypre sfaccettato intenso e floreale. Le note di testa sono: la dolcezza della prugna Mirabelle, il bergamotto, limone e arancia, su un cuore di fresia, gelsomino, pesca e rosa che lasciano lo spazio a una scia intensa di muschio di quercia, amberwood, patchouli e sandalo. Particolare il flacone dalle curve arrotondate a forma di O, in contrasto con le linee forti del collo che richiama il tema del viaggio: trasparente per consentire alla luce beige rosata di filtrarvi attraverso, con il tappo dai riflessi luccicanti sigillato da un nastro rosa.

    • Goutal si rinnova

      Nata nel 1981 sotto la guida della creatrice Annick Goutal, l'omonimo brand ora cambia nome diventando semplicemente Goutal e per sugellare questo rinnovamento, reinterpreta la prima fragranza della maison Eau d'Hadrien. Nel 2018, trentasette anni dopo la sua nascita, la Maison francese lancia “Bois d'Hadrien” , creato da Camille, la figlia di Annick. Una fragranza unisex con note esperidate-boisé, più contrastanti delle precedenti, che riflettono le asperità della terra ocra della Toscana. Un sillage dai sentori caldi come il cipresso che trasmette una sensazione di pace e serenità, ravvivata dalle note agrumate. Non solo un nuovo profumo, ma la maison per l'anno in corso promette diverse novità, quali: una linea per profumatori d'ambiente, essenze da spruzzare sotto il sole senza correre il rischio di macchiarsi e fragranze studiate su misura per i più piccoli. (www.baraparfums.it )

    • Beauty Essentials, la capsule collection di Claudia Schiffer

      Icona mondiale della moda e del beauty, come non ricordare Claudia Schiffer al tempo delle super models, ora, dall'alto della sua esperienza, lancia una nuova capsule collection “Claudia's Beauty Essentials” by ARTDECO, il brand tedesco di cosmetica selettiva. I prodotti della nuova collezione sono stati progettati e curati da lei stessa con manicale attenzione: formule avanzate e colori di tendenza che si uniscono a kit professionali per ottenere i look delle top model. Nella linea da segnalare: il Quad Eye Shadow, una palette d'ombretti senza oli minerali e paraben free, il Super Long Lash Mascara “Spider” per maxi ciglia grazie all'innovativo scovolino, il Liquid Eye Liner con la punta in feltro rosso per un'applicazione ultra precisa e il Lip Gloss con sfere di acido ialuronico per un effetto repulp delle labbra. (www.claudiaschiffermakeup.com)

    • Firmate Antonio Marras le celebrazioni per i 150 anni della morte di Rossini a Pesaro

      È stato siglato martedì 17 aprile, nel giardino fiorito di Nonostante Marras a Milano, il protocollo d'intesa promosso dalle città di Pesaro e Alghero, un documento che intende promuovere forme di valorizzazione integrata tra le due città è stato firmato infatti non solo dai rispettivi sindaci dei due comuni, Matteo Ricci e Mario Bruno, ma anche dallo stilista Antonio Marras.

      L'accordo tra le due città servirà non solo a promuovere lo sviluppo culturale e turistico delle due città, ma anche a valorizzare le realtà migliori del territorio. Da qui l’idea di chiamare Antonio Marras, cittadino di Alghero, a collaborare con la città di Pesaro che quest'anno celebra il 150° anniversario della morte del musicista Gioachino Rossini e che è stata nominata Città della Musica dall'UNESCO.

      «Rossini è un testimonial della bellezza italiana in tutto il mondo e questo posto a Milano è luogo ideale di contaminazione. La stessa contaminazione dell'intero lavoro di Marras e la stessa che questo protocollo d'intesa vuole promuovere tra due città unite non solo dalla musica, ma da un'indole creativa che vede nell'unione una forza motrice» ha detto Matteo Ricci, sindaco di Pesaro.
      Stare vicini e collaborare per dare speranza e una nuova spinta al Paese.

      Ne è convinto anche il sindaco di Alghero, Mario Bruno: «Questo protocollo è una bella opportunità di scambio. Antonio Marras non è solo un testimonial, il suo impegno nei confronti della città di Alghero è concreto e adesso lo sarà anche per Pesaro, così come la città di Pesaro coinvolgerà Alghero nelle celebrazioni dell'Anno Rossiniano a cominciare da un primo evento in settembre».

    • Online il nuovo sito (con e-shop) di Richard Ginori

      Il giorno d’inizio dellla Milan Design Week è stato scelto simbolicamente da Richard Ginori per il lancio del nuovo sito, richardginori1735.com, realizzato da Ogilvy. Il nuovo sito racconta in modo innovativo il mondo Richard Ginori, a partire dalla home page suddivisa in tre principali macro aree - Prodotto, Brand, Contenuti Editoriali – fino alla sezione “see & buy” dedicata all’e-shop.

      Inoltre, sul nuovo sito, le collezioni Richard Ginori sono presentate tramite “cover” individuali studiate ad hoc, con il compito di comunicare al meglio lo spirito e lo stile delle collezioni.
      Il lancio del nuovo sito è parte del percorso di ulteriore sviluppo della presenza commerciale di Richard Ginori sul mercato nazionale e internazionale, oltre che della strategia di riposizionamento del marchio verso l'alto di gamma.

      Richard Ginori, marchio fondato a Doccia, in provincia di Firenze, nel 1735, nel 2013 è stato acquisito da Gucci, con la direzione artistica di Alessandro Michele. Nel 2016 Richard Ginori passa sotto il diretto coordinamento del Gruppo Kering, mentre la direzione creativa viene affidata a un team di designer formato sotto la direzione di Alessandro Michele nel periodo in cui ha ricoperto questo ruolo.

    • H&M e Moschino svelano la collaborazione

      Una chiamata tra Gigi Hadid e Jeremy Scott, trasmessa su un megaschermo durante il popolare festival Coachella. Così Moschino e H&M hanno svelato la loro prossima collaborazione. La partnership si tradurrà in una collezione in limited edition che sarà messa in vendita l’8 novembre 2018 in selezionati store H&M e online. La collezione, che si chiamerà Moschino [tv] H&M.

      «Il mio lavoro è quello di interagire con le persone attraverso la moda e con questa collaborazione avrò la possibilità di raggiungere più fan di quanti sarei mai stato in grado di avere» ha detto Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino dal 2013, che proprio a Coachella ha indossato in anteprima un look realizzato con il colosso svedese.
      «Moschino [tv] H&M è la perfetta fashion collaboration del momento, con un mix di pop, street culture, loghi e glamour. Jeremy Scott è una persona eccezionale, si diverte con la moda e sa come interagire con i
      suoi fan di tutto il mondo», ha detto Ann-Sofie Johansson, creative advisor di H&M.

      Le collezioni realizzate in collaborazioni con brand del lusso, dunque, rimangono un punto focale della strategia di sviluppo del marchio fast fashion svedese che sta vivendo un momento di “ripartenza” con ricavi in calo dovuti alla frenata nelle vendite nei negozi fisici, a beneficio del fatturato e-commerce che, invece, sta crescendo. Il ceo ha di recente annunciato che l'e-commerce del gruppo dovrebbe crescere del 20% l'anno nel periodo 2019-2022, raggiungendo i 75 miliardi di corone alla fine del quadriennio.

    • Gaia Trussardi lascia la direzione della maison del «levriero»

      Gaia Trussardi lascia la direzione creativa della maison Trussardi, fondata nel 1991 e di proprietà della famiglia bergamasca. La designer, terza dei quattro figli di Nicola (il vero fautore della crescita dell’azienda, scomparso nel 1999) e Maria Luisa Trussardi, aveva preso le redini della creatività dell’azienda cinque anni fa, dopo l’addio dello stilista Umit Benan. Prima di assumere questo incarico, Gaia Trussardi era già stata responsabile delle linee Tru Trussardi e Trussardi Jeans.

      Gaia e Tomaso Trussardi

      Secondo quanto riportato nel comunicato ufficiale della maison, la designer, membro del Cda e socio al 25% della Finos, società cui fa capo la Trussardi, ha lasciato il ruolo per perseguire nuove sfide professionali. L’unico componente della famiglia Trussardi attualmente coinvolto attivamente nella gestione aziendale è Tomaso Trussardi, il minore dei quattro fratelli (Francesco, il maggiore, è scomparso nel 2003).

      A lui aveva venduto la sua quota, pari al 25%, Beatrice Trussardi, che aveva preso in mano le redini dell’azienda in seguito alla morte del fratello, e oggi si occupa a tempo pieno della Fondazione Nicola Trussardi, che presiede.

    • Audemars Piguet segna il «tempo» del Salone del Mobile

      Sarà Audemars Piguet a “tenere il tempo” del Salone del Mobile 2018. La 57esima edizione della manifestazione si aprirà a Rho-Fiera Milano il prossimo 17 aprile e coinvolgerà tutta la città fino a domenica 22, attirando numerosi visitatori dall’estero.

      Audemars Piguet, che ha da sempre un forte legame con il design, accoglierà i visitatori della fiera con una lounge nel quale esporrà una serie di pezzi selezionati. Focus, in particolare, sul Royal Oak Offshore che compie 25 anni.

      «Siamo molto orgogliosi di essere la prima Maison orologiera a ricoprire
      il ruolo di Official Time de Salone del Mobile di Milano 2018. Una partnership che ha permesso l'incontro di due eccellenze capaci di intrecciare creatività e savoir-faire unici al mondo, con l'obiettivo di promuovere e sostenere idee e progetti di straordinario valore», ha commentato Franco Ziviani, ceo di Audemars Piguet Italia.

    • Alberta Ferretti lancia la sua prima collezione junior

      Anche Alberta Ferretti ha deciso di estendere il suo marchio al kidswear, un segmento in costante crescita: la linea di abbigliamento per bambini, Alberta Ferretti Junior, prodotta e distribuita dalle Manifatture Daddato, società italiana leader nel segmento kidswear di lusso, debutterà con la collezione Primavera Estate 2019.
      Alberta Ferretti ha dichiarato: «In un momento così intenso e positivo, di crescita e nuovi progetti per il mio marchio, il lancio della linea bambini è per me un ulteriore stimolo alla creatività».
      Dario Daddato, co-fondatore delle Manifatture Daddato, ha commentato: «Alberta Ferretti è stato da sempre un obbiettivo aziendale determinante per consolidare la nostra presenza nel mercato kids del lusso. Per questo oggi siamo estremamente orgogliosi di aver raggiunto questo accordo con Aeffe per la produzione e la distribuzione della linea bambino di un marchio iconico della moda italiana».

      Il gruppo Aeffe ha chiuso il 2017 con risultati particolarmente buoni: i ricavi sono aumentati dell'11,6% a 312,6 milioni, l'ebitda a 36,6 milioni (+45%) e l'utile netto a 11,5 milioni (+216%).

    • Vivienne Westwood lancia una collezione ecosostenibile per lo yoga

      Vivienne Westwood aumenta il suo impegno per la sostenibilità con una nuova collezione ecosostenibile di tappetini yoga abbinabili a una borsa tracolla. I tappetini sono made in UK e realizzati interamente con materiali vegetali, tra i quali yuta e gomma naturale al 100%, decorati con stampe di colombe rosse e citazioni della filosofia di Dame Westwood, “Mirror the World”: «La più importante domanda filosofica che è mai stata posta è “Cos'è una buona vita?. Una buona vita è quella che “Mirror the world”, che rispecchia il mondo. Bisogna capire il mondo attraverso l'arte e la cultura. Comprendere la genialità della razza umana e capire se stessi in relazione a questo. Sei una piccola scheggia di uno specchio che è l'esatta copia dell'intero mondo. Sei bellissimo perché comprendi la bellezza del mondo e vuoi fare ciò che puoi per salvarlo».

      Interamente biodegradabile, il materassino è disponibile in due varianti, verde e panna. Sarà in vendita esclusivamente nelle boutique Vivienne Westwood, dove sarà disponibile anche una borsa tracolla per il materassino.
      La borsa è stata prodotta in Kenya da Artisan Fashion, un'azienda indipendente che supporta il lavoro di migliaia di piccoli artigiani provenienti dalle comunità più povere dell'Africa. La borsa sarà disponibile nelle varianti blu, rossa e giallo nel tessuto tradizionale keniota indossato dalla tribù Maasai, Shuka.

    • Supreme, la prossima capsule sarà per le valigie Rimowa

      L’annuncio è arrivato domenica su Instagram: la prossima,attesa collaborazione di Supreme, brand di streetwear di New York, sarà con le valigie Rimowa.

      Dopo Louis Vuitton, per cui Supreme firmò una capsule collection per l’AI 2017-18, prosegue dunque la collaborazione con il gruppo Lvmh, di cui Rimowa è l’acquisizione più recente.

      La capsule sarà composta di due valigie Topas Multiwheel in dimensioni 45L (da 1.600 dollari) e 82L (1.800 dollari), disponibili a partire dal 12 aprile negli store di Brooklyn, Los Angeles, Londra e Parigi. In Giappone saranno in vendita invece dal 14 aprile.

      Nell’ottobre dello scorso anno il fondo Carlyle ha rilevato il 50% di Supreme per 500 milioni di dollari.

    • Oysho punta sulla sostenibilità con il progetto Join Life

      Oysho, brand del gruppo Inditex, ha lanciato il programma Join Life, con il quale punta a ridurre il suo impatto ambientale. L’incremento del livello di sostenibilità parte dalle materie prime, come il cotone organico, proveniente da semi non geneticamente modificati e coltivati con fertilizzanti naturali, o il Tencel, una fibra prodotta in un circuito chiuso che riutilizza il 100% dell'acqua che consuma e che proviene dal legno di boschi gestiti in modo controllato, di cui viene garantita la riforestazione. A partire da questi tessuti, nascono collezioni in poliestere riciclato, prodotto a partire da bottiglie di plastica usate, o la nuova linea mare “Weare the change”, creata in poliammide riciclata, ottenuta a partire da rifiuti come vecchie reti da pesca, moquette o scarti di produzione.

      Anche la logistica sarà più sostenibile, i negozi più eco-efficienti, gli imballaggi online in materiale riciclato e viene proposto un programma di raccolta di indumenti.

      L'obiettivo è avere zero rifiuti nei negozi, negli uffici e nei centri logistici entro il 2020. Il 91% dei negozi Oysho sono già eco- efficienti: allo scopo di ridurre l'impatto ambientale, è stato creato un sistema che consente di risparmiare il 20% di energia e il 50% di acqua, riducendo in questo modo l'emissione di CO2.
      Seguendo la stessa filosofia, Oysho.com ha introdotto un nuovo tipo di imballaggio per le spedizioni online, procedente da materiali riciclati e dotato di certificazioni internazionali che promuovono pratiche sostenibili nei boschi di tutto il mondo.

      Oysho offre, per ora in alcuni store in Spagna, la possibilità di depositare capi usati in contenitori di raccolta situati in alcuni dei propri negozi. Tutti gli indumenti depositati vengono donati direttamente alla Caritas, dove vengono separati e classificati affinché sia assegnata loro la destinazione più consona, sia per progetti sociali, sia per la trasformazione dei rifiuti tessili in nuova fibra.

    • Ermanno Scervino, una sfilata per la lotta al tumore al seno

      Ermanno Scervino sostiene la lotta contro il tumore al seno con una sfilata esclusiva, in calendario il 19 aprile alle 18 a Firenze, a Palazzo Antinori. L’evento è organizzato insieme a Corri la vita onlus, associazione nata nel 2003 dall’impegno di Bona Frescobaldi per raccogliere fondi per la lotta contro il cancro al seno.

      A indossare gli abiti della collezione primavera-estate 2018 di Scervino - insieme ai gioielli Chopard - saranno sia alcune modelle sia alcune ragazze di Firenze, che incarnano la femminilità giovane e contemporanea cara al brand.
      Madrine della serata saranno Fiona May, due volte campionessa mondiale di salto in lungo, e sua figlia Larissa Iapichino, giovane promessa dell'atletica italiana.

      Il ricavato della serata sara devoluto a favore di Corri la vita onlus.

Carica altri

I più letti di (none)