L’Europa riparte da Roma e sfuma sulla doppia velocità

«No a club esclusivi». La dichiarazione di Roma firmata in Campidoglio dai 27 leader europei, sia pure un po’ ammorbidita rispetto al testo iniziale sulla doppia velocità, rimette in moto il cammino dell’Europa reso sempre più impervio dalla Brexit e dalle forti spinte populiste. Accontentate Polonia e Grecia

– di

Analisi
Qui impresa
I più letti di Mondo