Destinazioni

Asia

Israele

Lingua Ufficiale: Ebraico

Valuta: Nuovo Shekel israeliano (ISL) (1 Euro = 4,70 ISL)

Capitale: Gerusalemme

Fuso orario: Un'ora avanti rispetto all'Italia

Viaggi Israele

Lingua
La lingua ufficiale è l'ebraico. Molto diffusi sono l'arabo e l'inglese. Francese, spagnolo, yiddish e russo sono conosciute e parlate da una buona parte di immigrati.

Capitale
Gerusalemme. Considerata sacra da Ebraismo, Cristianesimo e Islam. La meta più nota è il Muro del Pianto, dove gli ebrei pregano e usano lasciare messaggi e suppliche scritti su pezzetti di carta. Tappe obbligatorie sono il Santo Sepolcro, dove Gesù fu giudicato e giustiziato, l'attraversamento della via Dolorosa e del Calvario e una visita allo Yad Vashem, il memoriale che racconta gli orrori della Shoah.

Confini
Confina con l'Egitto a sud, la Giordania a est, il Libano a nord e la Siria a nord-est. È bagnata a ovest dal Mar Mediterraneo.

Distanza dall'Italia
Da Roma il volo per Gerusalemme dura poco più di quattro ore, quasi cinque invece quello da Milano.

Quando andare
La primavera, tra aprile e maggio, è la stagione più bella in cui visitare Israele: il caldo non è opprimente, la temperatura mite ed è possibile girarla da nord a sud. Inoltre, in questa stagione sono poco frequenti le grandi festività ebraiche e cristiane: pochi pellegrini e quindi meno turisti.

Documenti necessari
Passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data d'ingresso. Il visto è obbligatorio per una permanenza superiore ai tre mesi. Se si ha intenzione di spostarsi da Israele a un Paese arabo o a maggioranza musulmana come l'Iran, il timbro israeliano sul passaporto può creare serie difficoltà. Per ovviare all'inconveniente è meglio chiedere alle autorità aeroportuali israeliane di collocare il timbro su un altro foglio o di non apporre il visto al momento dell'arrivo in aeroporto.

Da sapere assolutamente
Gli internet café si trovano nelle principali città e nelle zone turistiche d'Israele. Sono comunque molti i locali in cui ci si può connettere wi-fi col proprio pc.

Cosa portare
Le prese della corrente utilizzate sono di tipo C, D e H. È necessario quindi portare un adattatore.

Salute e assicurazioni
Le strutture sanitarie sono eccellenti. Molti medici parlano l'italiano, ma la maggior parte comunica in inglese.

Viaggiare sicuri
Il rischio di attentati, a causa della crisi israelo-palestinese, è costante. È indispensabile muoversi con cautela, evitando luoghi affollati. Inoltre, Israele è un paese molto piccolo ed è facile ritrovarsi in territori vicino a Gaza o alla Cisgiordania, considerate aree a rischio. I controlli agli aeroporti sono all'insegna della sicurezza e non è quindi il caso di allarmarsi se si viene trattati dai poliziotti addetti al controllo con eccessiva decisione.

Playlist
DA LEGGERE"Fuoco amico" di Abraham Yehoshua (editore Einaudi). Il dramma di un uomo che non vuole più essere israeliano ma liberarsi del suo stesso Paese: una messa in discussione dell'ebraismo."Una pace perfetta" di Amos Oz (editore Feltrinelli). Uno sguardo sullo stato d'Israele oltre i fatti, la cronaca e la storia. "Con gli occhi del nemico" di David Grossman (editore Mondadori). Lo sforzo di uno scrittore per aiutare il proprio Paese a ritrovare il senso della pace cercando di guardare il mondo dalla prospettiva dell'altro, del "nemico"."Il vestito nero di Odelia" di Alon Altaras (editore Voland). Una storia d'amore particolare tra un docente universitario e una studentessa ambientato a Tel Aviv, la più "global" delle città israeliane

I più letti di Viaggi24