Fiamminghi record da Christie's Londra

    La sera del 6 dicembre a Londra Christie's ha proposto due cataloghi di dipinti classici, il primo proveniente dalla Collezione di Eric Albada Jelgersma di dipinti fiamminghi (con 39 lotti e uno ritirato, una marina di van de Velde il Giovane) e il secondo con 36 lotti (dopo il ritiro di uno studio

    – di Giovanni Gasparini

    Ad Art Basel Miami Beach i primi scricchiolii di una fiera

    Dal 4 al 9 dicembre il Miami Beach Convention Center ha ospitato la 17ª edizione di ArtBasel Miami Beach, spin-off nordamericano della fiera multinazionale ArtBasel. Se i 268 espositori sono nel numero più o meno gli stessi dell'anno scorso, dopo la ristrutturazione del Convention Center la

    – di Nicola Zanella

    Aste italiane, sui dipinti antichi in gara i collezionisti internazionali

    Il mese di novembre è stato ricco di vendite nazionali dedicate ai Dipinti Antichi e del XIX secolo dove ha dominato ancora una volta un mercato selettivo che punta ad opere di grande qualità, accertato pedigree e rarità. Rispetto comunque al mercato internazionale, le opere sono offerte a prezzi

    – di Stefano Cosenz

    Sotheby's: esce di scena Chinn, "promotore" delle garanzie

    Sotheby's rivede l'organizzazione aziendale, elimina il ruolo di chief operating officer e di conseguenza Adam Chinn "lascia" a fine anno la casa d'aste. La riorganizzazione arriva dopo che il ceo Tad Smith, in occasione della presentazione dei risultati del terzo trimestre 2018, ha espresso un

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Rembrandt e fiamminghi protagonisti da Sotheby's Londra

    Il catalogo di dipinti classici proposto daSotheby's la sera del 5 dicembre a Londra ha trovato una buona accoglienza in sala, soprattutto, da parte dei collezionisti privati, portando un ricavo complessivo di 30,2 milioni di £, oltre la stime pre-asta di 21-29,5 milioni una volta aggiunte le

    – di Giovanni Gasparini

    Vistamarestudio presenta Public Movement

    Vistamarestudio è la galleria aperta a marzo a Milano di quest'anno da Benedetta Spalletti (dell'omonima galleria di Pescara) e Lodovica Busiri Vici che si focalizza su progetti di artisti nazionali e internazionali che coinvolgono in prima persona lo spettatore. Per rispondere a questa vocazione

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Con Alexandra Pirici l'opera d'arte diventa un derivato

    Artista e coreografa rumena, classe 1982, Alexandra Pirici ha rappresentato la Romania alla 55ª Biennale di Venezia nel 2013, ha partecipato a Manifesta 10 a San Pietroburgo nel 2014, alla Berlin Biennale nel 2016, aSkulptur Projekte Münsternel 2017. Le sue performance, che sono state presentate in

    – di Silvia Anna Barrilà

    Pietroiusti: oltre la performance e oltre il mercato

    Una ricerca che riflette sul tema dello scambio e sui paradossi visibili e invisibili dell'economia è quella che l'artista Cesare Pietroiusti (Roma, 1955) porta avanti da 15 anni, ricorrendo alla creazione di performance in cui ingerisce e/o manomette banconote, vende denaro in cambio di altre

    – di Francesca Guerisoli

    Santiago, Ch.ACO rivela l'espansione dell'arte latino americana

    Tra il 21 e il 25 novembre è andata in scena la decima edizione di Ch.ACO, la fiera d'arte contemporanea che ogni anno si svolge a Santiago del Cile. Ogni compleanno significativo obbliga il festeggiato a riflettere sul proprio essere nel mondo, nel mondo dell'arte in questo caso. Ma prima della

    – di Nicola Zanella

    Sotheby's: l'asta serale milanese consacra Leoncillo e Max Bill

    L'incanto autunnale di Sotheby's dedicato all'Arte moderna e Contemporanea che si è tenuto nelle sale di Palazzo Serbelloni il 28 e 29 novembre ha fatturato complessivamente 12.844.125 euro con le commissioni di vendita. Sono stati aggiudicati 62 lotti su 99 offerti. L'aspettativa degli esperti del

    – di Gabriele Biglia

    L'Hauser & Wirth Institute vince la campagna degli archivi

    La più innovativa galleria d'arte contemporanea prova a fare un salto concettuale e a fare quello che nelle università e nei musei si fa forse sempre meno: studiare il recente presente. La campagna di conquista degli archivi d'artista è senza quartiere tra le più importanti gallerie d'arte

    – di Marilena Pirrelli

    New York: la liquidità pilota i prezzi delle aste

    Tad Smith il ceo diSotheby's alla vigilia delle aste autunnali di New York aveva espresso un cauto ottimismo e considerava tali risultati un test importante per avere una maggior visibilità sul mercato dell'arte nel 2019 a causa delle incertezze derivanti dall'attuale situazione politica e

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Dopo il record, quanto vale l'opera di David Hockney?

    Dopo la retrospettiva organizzata in occasione dell'80° compleanno alla Tate, al Pompidoue al Metropolitan, il mercato dell'artista inglese David Hockney è esploso fino a farlo diventare l'artista vivente più caro al mondo quando il suo dipinto del 1972 "Portrait of an Artist (Pool with Two

    – di Silvia Anna Barrilà e Marilena Pirrelli

    Serata di record per l'arte contemporanea da Christie's New York

    Serata di record per l'arte del dopoguerra e contemporanea daChristie's New York il 15 novembre: grazie ai 90 milioni pagati per un lavoro di David Hockney, i 51 lotti proposti (sette invenduti) hanno portato un ricavo complessivo di 357,6 milioni di $, al centro della stima pre-asta di 314-410

    – di Giovanni Gasparini

    Risultati altalenanti per l'arte del '900 da Phillips New York

    Il catalogo di 38 lotti d'arte del XX secolo e contemporanea proposti da Phillips nel tardo pomeriggio del 15 novembre a New York (originariamente 41, tre i ritiri prima dell'asta), ha visto sei lotti invenduti pari all'82% di venduto per numero, ma solo il 71% per valore, per un ricavo totale di

    – di Giovanni Gasparini

    Hockney batte Koons e diventa l'artista vivente più caro al mondo

    Il catalogo proposto da Christie's per l'asta serale del 15 novembre presentava una serie di nomi e opere di grande rilievo, ma l'attenzione era tutta dedicate al nono lotto, la monumentale tela di David Hockney 'Portrait of an Artist (Pool with Two Figures)' del 1972, destinata a diventare la più

    – di Giovanni Gasparini

    La «Cabra» di Basquiat acquistata dal Guggenheim di Abu Dhabi

    Svelato il mistero della "Cabra" di Jean Michel Basquiat di Yoko Ono: appartiene alla collezione del Guggenheim di Abu Dhabi, il museo nel deserto che la Fondazione Solomon Guggenheim costruirà nella capitale degli Emirati su disegno di Frank Gehry. L'acquirente che il 16 novembre 2017 ha pagato 11

    – di Marilena Pirrelli

I più letti di Mercato dell'arte